Montagna master: in Puglia 29 ori iridati

30 Settembre 2019

A Gagliano del Capo (Lecce), nello spettacolare percorso sul mare, 51 medaglie italiane alla rassegna iridata “over 35”


 

Un’edizione di successo per i Campionati Mondiali Master di corsa in montagna a Gagliano del Capo (Lecce). In gara, con gli atleti italiani che riescono a conquistare un gran numero di vittorie fino a toccare quota 51 medaglie: 29 ori, 12 argenti e 10 bronzi. Ma anche sul piano organizzativo, perché la 19esima rassegna iridata “over 35” si è svolta per la prima volta a queste latitudini, su sentieri rivolti al mare e in un contesto inedito per la specialità, che ha visto in tutto ben 903 arrivati al traguardo. Dodici affermazioni individuali degli azzurri e diciassette nelle classifiche di squadra in cui l’Italia ha fatto man bassa di medaglie d’oro, firmando l’en plein al maschile. Tre gare con il podio interamente tricolore a cominciare da quella M45 in cui si è imposto Marco Maini (Bagolino), mentre al femminile le prove dominate da Nives Carobbio (W50, Atl. Paratico) e Annamaria Galbani (W65, La Michetta). Entrambe hanno confermato il titolo, stessa impresa messa a segno tra gli uomini da Adolfo Accalai (M65, Atl. Avis Castel San Pietro) e don Franco Torresani (M55, Atl. Paratico), il sacerdote della corsa in montagna.

Due giornate di gare illuminate dal sole, ma senza particolari problemi dovuti al caldo, nello scenario unico della punta estrema del Salento. Il percorso “up and down”, soprattutto nella parte bassa, è di livello tecnico paragonabile ai tracciati tradizionali: 6,5 chilometri (330 metri di salita e 207 di discesa) per le categorie dai 60 anni in avanti, con le fasce di età inferiori impegnate su 10,9 km (dislivello positivo di 496 metri, negativo di 374). Partenza di tutte le competizioni in località Ciolo, da un ponte a picco sul mare con vista spettacolare, e arrivo a Gagliano del Capo, dove c’è stato anche un passaggio circa a metà gara. Una scommessa vinta, per un evento che ha riscosso l’apprezzamento dei presenti anche grazie all’accoglienza e alle iniziative collaterali, tra cui la cerimonia di apertura sul lungomare di Santa Maria di Leuca e un’escursione in barca per i partecipanti. Al via tra gli altri, in veste di atleta, il consigliere federale Alberto Montanari e Paolo Germanetto, responsabile tecnico nazionale della corsa in montagna, trail e ultradistanze. Presenti alcuni dei massimi esponenti degli organismi internazionali, dal presidente WMRA Jonathan Wyatt, con il segretario Tomo Sarf, al vicepresidente WMA Brian Keaveney, invece Giacomo Leone, presidente del Comitato regionale FIDAL Puglia, ha fatto gli onori di casa. Tra le prospettive future per questa manifestazione, il Trofeo Ciolo, potrebbe esserci la candidatura a un appuntamento di livello assoluto, ad esempio una tappa della World Cup. Intanto l’ambiente della corsa in montagna è a fianco del giovane Alessandro Rossi, che in questo weekend ha avuto un serio infortunio, appena una settimana dopo essersi piazzato al secondo posto under 20 nella rassegna tricolore.

Campionati Mondiali Master di corsa in montagna
Gagliano del Capo (Lecce), 28-29 settembre 2019
MEDAGLIE ITALIANE (51)

ORO (29)
M35: Massimiliano De Bernardi (Atl. Pidaggia 1528)
squadra M35: Massimiliano De Bernardi (Atl. Pidaggia 1528), Luca Benini (Atl. Avis Castel San Pietro), Ramon Pangrazio (Atl. Paratico)
squadra M40: Gianluca Borghesi (Atl. Avis Castel San Pietro), Gianluca Scarcia (Atl. Capo di Leuca), Alessandro Morassi (Us Aldo Moro Paluzza)
M45: Marco Maini (Bagolino)
squadra M45: Marco Maini (Bagolino), Giuseppe Antonini (Atl.

Paratico), Fabio Da Soller (Gp Livenza Sacile)
M50: Dario Martocchi (Amici Madonna della Neve Lagunc Chiavenna)
squadra M50: Dario Martocchi (Amici Madonna della Neve Lagunc Chiavenna), Roberto Pedroncelli (Gp Santi Nuova Olonio), Filippo Bontempi (Atl. Paratico)
M55: Franco Torresani (Atl. Paratico)
squadra M55: Franco Torresani (Atl. Paratico), Paolo Tomasoni (Atl. Lumezzane), Luigi Bortoluzzi (Atl. Dolomiti Belluno)
squadra M60: Pier Alberto Tassi (Atl. Lumezzane), Lino Cicci (Atl. Paratico), Marco Busi (Atl. Lumezzane)
M65: Adolfo Accalai (Atl. Avis Castel San Pietro)
squadra M65: Adolfo Accalai (Atl. Avis Castel San Pietro), Aurelio Moscato (Pol. Lib. Cernuschese), Graziano Bosonetto-Giorgio (Atl. Monterosa Fogu Arnad)
M70: Pierino Barbonetti (Runners Chieti)
squadra M70: Pierino Barbonetti (Runners Chieti), Franco Valle (Us Aldo Moro Paluzza), Livio Donadoni (Atl. Paratico)
squadra M75: Innocente Bruno (Gsa Valsesia), Aldo Brugnara (Atl. Valle di Cembra), Ennio Bodei (Us Serle)
squadra W35: Paola Bernardo (Atl. Amatori Corigliano), Marta Alò (Atl. Locorotondo), Liliana Gentile (Body Angel Manduria)
W40: Eufemia Magro (Dragonero)
squadra W40: Eufemia Magro (Dragonero), Stefania Scatigna (Atl. Capo di Leuca), Patrizia Zanette (Atl. Dolomiti Belluno)
W45: Maria Pia Chemello (Sport Race Schio)
squadra W45: Maria Pia Chemello (Sport Race Schio), Ana Nanu (Atl. Rimini Nord Santarcangelo), Anna Finizio (Us Aldo Moro)
W50: Nives Carobbio (Atl. Paratico)
squadra W50: Nives Carobbio (Atl. Paratico), Enrica Carrara (Atl. Lumezzane), Daniela Giupponi (Atl. Valle Brembana)
W55: Elisa Pellicioli (Atl. Lumezzane)
squadra W55: Elisa Pellicioli (Atl. Lumezzane), Salve Torri (Atl. Paratico), Monica Casadio (Gpa Lughesina)
W60: Giovanna Cavalli (Atl. Paratico)
squadra W60: Giovanna Cavalli (Atl. Paratico), Maria Giovanna Cerutti (Gsa Valsesia), Iole Ronchi (Atl. Lumezzane)
W65: Annamaria Galbani (La Michetta)
squadra W65: Annamaria Galbani (La Michetta), Maria Grazia Boesi (Atl. Paratico), Ivana Dall’Armi (Atl. Aviano)
squadra W70: Angela Pin (Atl. Aviano), Eugenia Delbarba (Atl. Paratico), Anna Pia Mirra (Gsr Ferrero Alba)

ARGENTO (12)
M40: Gianluca Borghesi (Atl. Avis Castel San Pietro)
M45: Giuseppe Antonini (Atl. Paratico)
M70: Franco Valle (Us Aldo Moro Paluzza)
M75: Innocente Bruno (Gsa Valsesia)
W35: Paola Bernardo (Atl. Amatori Corigliano)
W40: Stefania Scatigna (Atl. Capo di Leuca)
W45: Ana Nanu (Atl. Rimini Nord Santarcangelo)
W50: Enrica Carrara (Atl. Lumezzane)
W60: Maria Giovanna Cerutti (Gsa Valsesia)
W65: Maria Grazia Boesi (Atl. Paratico)
W70: Angela Pin (Atl. Aviano)
squadra W75: Erminia Furegon (Atl. Aviano), Palmira Saracino (Grecia Salentina)

BRONZO (10)
M35: Luca Benini (Atl. Avis Castel San Pietro)
M40: Gianluca Scarcia (Atl. Capo di Leuca)
M45: Fabio Da Soller (Gp Livenza Sacile)
M50: Roberto Pedroncelli (Gp Santi Nuova Olonio)
M65: Aurelio Moscato (Pol. Lib. Cernuschese)
M75: Aldo Brugnara (Atl. Valle di Cembra)
W50: Daniela Giupponi (Atl. Valle Brembana)
W55: Salve Torri (Atl. Paratico)
W65: Ivana Dall’Armi (Atl. Aviano)
W70: Eugenia Delbarba (Atl. Paratico)

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results

Un passaggio della gara maschile (foto Gulberti)


Condividi con
Seguici su: