Montagna, le staffette dei campioni




 

Sono la Podistica Valle Varaita (nell'ordine Martin Dematteis, Manuel Solavaggione e Bernard Dematteis) ed il Runner Team 99 della vicecampionessa mondiale Valentina Belotti e Valeria Straneo i nuovi club campioni d'Italia nella corsa in montagna a staffetta. Nella nobiliare cornice di Arco, sede dell'appuntamento tricolore per il secondo anno consecutivo per l'organizzazione della Garda Sport Events, le sue formazioni piemontesi hanno dominato la gara italiana, chinando il capo solo di fronte allo strapotere delle staffette eritree, presenti per rendere parte alla prima prova stagionale del Grand Prix WMRA. Nella prova maschile il ruolo di protagonista principale è tutto per Bernard Dematteis che nella terza frazione dopo aver ricevuto il testimone da Manuel Solavaggione in quinta piazza ha saputo inserire il turbo e superare uno dopo l'altro tutti gli avversari nella disfida tricolore, fino a raggiungere per primo il traguardo regalando così alla Podistica Valle Varaita un nuovo trionfo dopo i ripetuti sorrisi della scorsa stagione. Martin Dematteis, Solavaggione e Bernard: sono loro i nuovi campioni italiani in una classifica che vede sul secondo gradino del podio le Valli Bergamasche di Massimiliano Zanaboni,Andrea Regazzoni e Mauro Lanfranchi con il Gs Orobie di un eccellente Alex Baldaccini scortato da Francesco Della Torre e  Davide Milesi a completare il terzetto da medaglie.

Ma a raggiungere per primi il traguardo sono stati gli imprendibili eritrei guidati dal vicecampione mondiale Weldemariam Teklay, terzo protagonista di una staffetta che nelle prime due frazioni ha proposto i connazionale Debessay e Petro. In precedenza l'affascinante tracciato di Arco con tanto di passaggio nella caratteristica grotta aveva esaltato le due ragazze biancoblu del Runners Team, Valentina Belotti e Valeria Straneo, capaci di sorprendere anche le favorite della vigilia, la coppia della Forestale formata da Mariagrazia Roberti ed Antonella Confortola. Dopo un avvio a tutta della formazione slovena, è la seconda frazione astravolgere le carte in tavola con una Straneo in versione superlativa capace di imporre un forcing sopportabile dalla sola Confortola che nella seconda parte del proprio impegno ha provato a ridurre lo svantaggio, ma senza riuscire a tornare in scia alla portacolori del Runner Team 99. Belotti e Straneo vanno quindi a sfilare dalle casacche della Forestale lo scudetto conquistato sullo stesso tracciato dodici mesi fa mentre sul terzo gradino del podio sale la Calcestruzzi Corradini Excelsior di Gloria Marconi e Ivana Iozzia. Tra gli juniores, trionfo al maschile della coppia dell'Atletica Valchiese formata da Cesare Maestri e Luca Pederzolli e delle piemontesi dell'Atletica Saluzzo (Rabino - Gullino) al femminile. 

Luca Perenzoni (addetto stampa CR FIDAL Trentino)

Nella foto sopra, la vicecampionessa mondiale della montagna Valentina Belotti; sotto i gemelli della Podistica Valle Varaita, Bernard e Martin Dematteis (Giancarlo Colombo/FIDAL) 




Condividi con
Seguici su: