Montagna, grande attesa per i Mondiali




 

Presentato ieri mattina a Chiavenna (SO), presso la sede della locale Comunità Montana, il Campionato del Mondo di Corsa in Montagna (World Mountain Running Championship), manifestazione che si svolgerà nei comuni di Campodolcino e Madesimo dal 3 al 6 settembre e culminerà con le prove assolute, sul percorso a circuito, a Motta di Campodolcino domenica 6 settembre. Circa 500 gli atleti e i tecnici coinvolti, 36 le nazioni accreditate per una gara appassionante e spettacolare che vedrà impegnati, in un’ennesima sfida, il pluricampione valtellinese di Bormio, Marco De Gasperi e il neozelandese Jonathan Wyatt. Presenti Alberto Pasina (Assessore allo sport e turismo provincia di Sondrio), Federico Scaramellini (Presidente COL), Bruno Gozzelino (World Mountain Running Association), Pierluigi Migliorini (Consigliere Fidal e membro IAAF commissione master), Gino Valentini (Presidente Mera Athletic Club) e il consigliere del Comitato regionale Lombardo Fidal, Bruno Gianatti. Assente il responsabile di specialità Raimondo Balicco, in quanto impegnato a Falcade (BL) nel raduno con gli azzurri convocati. “L’evento – ha sottolineato il consigliere nazionale FIDAL Migliorini - è alla sua venticinquesima edizione ma, mentre sinora si è trattato di Coppa del Mondo, quest’anno si tratta della prima edizione del Campionato Mondiale, un passo fondamentale nel cammino per farsi riconoscere quale specialità olimpica. Su 24 edizioni gli azzurri hanno conquistato ben 23 Coppe del Mondo! L’unico titolo è stato perso tre anni fa in Turchia a parità di punteggio ma con piazzamenti peggiori. Sia a livello individuale, sia di squadra, l’Italia sarà anche questa volta competitiva. ”Ci aspettiamo, tra le varie personalità, anche l’importante presenza del segretario generale della IAAF Pierre Weiss. Voglio ricordare che la corsa in montagna ha generato campioni che si sono espressi poi in altre specialità, quali l’olimpionico di maratona Gelindo Bordin, oppure De Nard e De Matteis (nono ai mondiali di cross)".

“Ringrazio la Fidal – ha poi commentato Bruno Gozzelino, da dodici anni nella WMRA e candidato alla presidenza (elezioni il prossimo 5 settembre) - che sta sostenendo l’impegno organizzativo di un evento di tale importanza. Ci saranno atleti provenienti da 36 paesi di tutti i continenti: USA, Messico, Nuova Zelanda, Australia, Eritrea, Ruanda, solo per citarne alcuni. Ventisette i paesi europei sicuramente presenti ma le iscrizioni sono ancora aperte. Potrebbero aggiungersi anche India e Giappone. Oltre all’aspetto agonistico, non va sottovalutata la valenza naturalistica e ambientale che un evento simile può donare al territorio. I sentieri verranno particolarmente curati e questo patrimonio resterà fruibile anche per la popolazione turistica”.

ORARIO GARE DOMENICA 6 SETTEMBRE
9.30 gara junior femminile 4,180 km (1 giro) dislivello +260m
10.00 gara junior maschile 8,180 km (2 giri) dislivello +505m
10.45 gara femminile 8,180 km (2 giri) dislivello +505m
11.45 gara maschile 12,180 km (3 giri) dislivello +750m

MONTAGNA: RADUNO PER 17 A FALCADE: in vista della rassegna iridata, una settimana di preparazione per gli specialisti della corsa in montagna a Falcade in provincia di Belluno. Di seguito, l'elenco degli atleti convocati: Federica Cerutti (Atl. Gran Sasso), Erika Forni (G.S.A. Valsesia), Cristina Mondino (Atletica Saluzzo), Valentina Belotti  (Runner Team 99 SBV), Maria Grazia Roberti (G.S. Forestale), Elisa Desco (Atl Val Brembana), Bernard Dematteis  (Pod. Valle Varaita), Martin Dematteis (Pod. Valle Varaita), Marco De Gasperi (G.S. Forestale), Emanuele Manzi (G.S. Forestale), Marco Rinaldi (G.S. Forestale/Atl. Vallecamonica), Marco Gaiardo (G.S. Orecchiella), Gabriele Abate (G.S. Orecchiella), Xavier Chevrier (ADP Pont Saint Martin), Luca Cagnati (Atl. Caprioli San Vito), Kelemu Crippa (A.S. Valchiese), Marco Leoni (G.S. CSI Morbegno).

File allegati:
- Il sito della manifestazione



Condividi con
Seguici su: