Montagna: corsa al tricolore giovanile

31 Maggio 2019

A Limana (Belluno), domenica 2 giugno, in palio i titoli nazionali allievi e cadetti della specialità


 

Tutto pronto a Limana (Belluno) per i Campionati italiani di corsa in montagna cadetti e allievi che si svolgeranno, insieme al Campionato italiano per regioni a livello under 16, domenica 2 giugno nella località di Valpiana. Attesi al via quattrocento giovani atleti. Dopo la prova a staffetta di Saluzzo, a Limana si concluderà anche la corsa per i titoli societari della corsa in montagna giovanile, con gli allievi a caccia anche di maglie azzurre per l’International Mountain Running Cup U18, il “mondialino” che il Challenge Stellina di Susa ospiterà il 24 agosto. Si corre nei dintorni di Valmorel, luogo caro allo scrittore Dino Buzzati che qui ambientò il racconto “I miracoli di Val Morel”.

ALLIEVE - Le staffette tricolori dell’11 maggio hanno già mostrato un movimento femminile di livello tecnico decisamente proiettato verso l’alto. Scatta in pole position la campionessa italiana di cross Katja Pattis (Südtirol Team Club), sorella d’arte - di Daniel, argento iridato a Premana 2017 tra gli juniores - reduce dalla bella cavalcata sui 2000 siepi del Brixia Meeting nello scorso weekend. La lotta per il tricolore vedrà in lizza anche altre due altoatesine, le campionesse della staffetta Martina Falchetti e Lisa Kerschbaumer, portacolori dello Sportclub Merano. Decise pretendenti al podio anche la trentina Luna Giovanetti (Atl. Valle di Cembra) e Paola Poli, bresciana dell’Atletica Vallecamonica, con la fondista valdostana Axelle Vicari (Pol. Sant’Orso Aosta) e la torinese Noemi Bouchard (Atl. Saluzzo) nel ruolo di outsider più accreditate.

ALLIEVI - Al netto del finale controverso, la rassegna di tre settimane fa a Saluzzo ha decretato miglior frazionista di giornata l’ex tricolore cadetti del cross Massimiliano Berti (Valchiese), davanti al genovese Andrea Azzarini (Trionfo Ligure). A loro i favori del pronostico per l’appuntamento tricolore di Limana, ma non vanno sottovalutate le ambizioni del due volte campione italiano cadetti Mattia Zen (Cus Insubria), così come quelle di Matteo Bardea (Sportiva Lanzada), Devid Caresani (Atl. Tione) ed Elia Mattio (Pod. Valle Varaita). Sulla carta, da questi nomi potrebbe uscire non solo il vincitore del titolo, ma anche le quattro maglie azzurre per l’International Mountain Running Cup U18 del 24 agosto a Susa (Torino). Anche se il nervoso percorso bellunese sembra fatto apposta per lasciare spazio alle sorprese.

CADETTE - Lombardia per confermare un dominio consolidato negli anni e saltuariamente messo in discussione da Piemonte, Veneto e Trentino. Al via anche le rappresentative di Alto Adige, Toscana, Valle d’Aosta e Puglia. Tra le cadette, occhi puntati sulla trentina Lia Nardon (Atl. Valle di Cembra), migliore del lotto già a Saluzzo, dove a livello individuale ha messo in fila il duo dello Sportclub Merano formato da Nike Frick ed Emily Vucemillo.

Dalle parti del podio attese anche Valeria Minati (Us Quercia Trentingrana) e la piemontese Giulia Piacenza (Rigaudo I Love Sport), giovane prodotto della scuola del bronzo olimpico della marcia Elisa Rigaudo. La sorpresa di giornata potrebbe però arrivare dalla veneta Beatrice Casagrande (Atl. Due Torri Sporting Noale).

CADETTI - Nella gara under 16 al maschile, forte del titolo del cross conquistato in marzo a Venaria Reale, è il trentino Francesco Ropelato (Us Quercia Trentingrana) a rivestire il ruolo del principale favorito. A insidiarlo ci riproverà il figlio d’arte Fabio Rinaldi (Atl. Vallecamonica) che aveva chiuso alle sue spalle nelle staffette di Saluzzo. Poi Nicola Morosini (Us Rogno), ulteriore candidato al podio insieme a Samuel Mazzucco e Iacopo De Carli, entrambi portacolori dei padroni di casa della Bellunoatletica.

IL PROGRAMMA - Il ritrovo di atleti e tecnici è previsto a partire dalle 8 alla Baita degli Alpini. Le gare prenderanno il via alle 9.10, con la partenza delle categorie esordienti, seguiti alle 9.30 dalle ragazze e alle 9.45 dai ragazzi. Alle 10 la prima gara di campionato italiano, quella delle allieve. Seguiranno allievi (10.25), cadette (10.55) e cadetti (11.20). Gli esordienti si confronteranno su un tracciato di 600 metri, mentre gli under 14 dovranno percorrere un giro sulla distanza di 1290 metri, che presenta un dislivello positivo di 44 metri. Lo stesso percorso sarà per le cadette, impegnate però su due giri e dunque su una distanza complessiva di 2380 metri con un dislivello di 88 metri. Le categorie cadetti e allieve sono attese da un giro medio e uno lungo per 3240 metri di sviluppo complessivo e 152 metri di dislivello. Gli allievi, infine, si confronteranno su un giro medio e due lunghi: 4870 i metri di sviluppo, 238 quelli di dislivello. La cerimonia di premiazione si svolgerà a partire dalle 14. Ma l’evento tricolore di Limana prenderà avvio sabato. Al mattino, alle 9, a Valpiana si svolgerà una passeggiata ludico motoria per gli alunni delle scuole elementari e medie che vedrà protagonisti anche tre azzurri della corsa in montagna e non solo: Gabriele De Nard, Luca Cagnati e Ilaria Dal Magro. Nella giornata di sabato, dalle 17 alle 20, sarà possibile visitare una mostra fotografica, sulla storia della corsa in montagna bellunese e non solo, curata da Giulio Pavei e Giovanni Viel. Alle 18, al Palalimana, ci sarà la riunione tecnica, mentre alle 18.30 prenderà il via la cerimonia di apertura del Campionato italiano, con la sfilata delle rappresentative, accompagnata dagli Sbandieratori della Città di Feltre. A partire dalle 20, cena in piazza delle rappresentative e, a seguire, serata musicale.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- ISCRITTI/Entries
- Il sito della manifestazione


Condividi con
Seguici su: