Montagna: Premana, nono Mondiale italiano

26 Luglio 2017

Appuntamento domenica 30 luglio, in provincia di Lecco, per la rassegna iridata di distanze classiche. Attesi 391 atleti di 35 nazioni e cinque continenti.


 

di Cesare Rizzi

Grande fermento a Premana (Lecco), in Valsassina, dove domenica 30 luglio a partire dalle ore 9.00 andrà in scena il più importante appuntamento internazionale della stagione della corsa in montagna: il Campionato Mondiale delle distanze classiche. La rassegna tornerà per la nona volta (su 33 edizioni) in Italia, a soli tre anni da Casette di Massa 2014 e dai suggestivi scenari delle cave di marmo toscano e per la quarta occasione nell’ultimo decennio. Attesi 391 atleti provenienti da 35 Paesi e cinque continenti diversi.

PREMANA - Premana è un piccolo centro di 2295 abitanti in Valsassina, molto vicino pure alla Valtellina: una località da sempre legata alla pratica della corsa in montagna, che ospita tradizionalmente il Giir di Mont (in programma quest’anno il 6 agosto, quando sarà teatro dei Mondiali di lunghe distanze) organizzato dall’As Premana e che nel fine settimana si vestirà a festa per ospitare l’evento iridato. Quasi un quarto della popolazione premanese lavorerà per questi Mondiali: sono infatti 500 i volontari impegnati nella manifestazione, pronta ad accogliere anche migliaia di appassionati sul percorso.

CINQUE CONTINENTI IN GARA - Sono 391 gli atleti attesi in gara domenica a Premana: la prova più frequentata sarà quella riservata alla categoria Seniores maschile con 140 iscritti mentre Seniores donne, Juniores uomini e Juniores donne vantano rispettivamente 94, 83 e 74 adesioni. Le nazioni rappresentate sono 35 da cinque continenti: Europa, Asia, Africa, Nord-Centro America e Oceania. Ai nastri di partenza sono attesi anche gli atleti di alcuni piccoli Stati europei: Andorra, San Marino, Monaco e Malta.

NOVE VOLTE IN ITALIA - Trentatré edizioni iridate a toccare quattro continenti: Europa, Asia (nel Mount Kinabalu Park, in Malesia, nel 1999), Nordamerica (a Girdwood, in Alaska, Stati Uniti, nel 2003) e Oceania (a Wellington, Nuova Zelanda nel 2005). L’Italia vanta ampiamente il primato di Mondiali organizzati: Premana 2017 sarà la nona rassegna sul territorio tricolore dopo San Vigilio di Marebbe (prima edizione del World Trophy nel 1985), Morbegno-Sondrio-Albosaggia (1986), Valle di Susa (1992), Arta Terme (2001), Salice d’Ulzio (2004), Madesimo-Campodolcino (2009), Temù-Ponte di Legno (2012) e Casette di Massa (2014). Per la quarta volta (dopo 1986, 2009 e 2012) lo scenario dei Mondiali saranno le montagne lombarde. La seconda nazione ad aver ospitato più rassegne iridate è la Svizzera con quattro edizioni (1987, 1991, 2007, 2008).

Un’altra curiosità: per la prima volta un Mondiale di distanze classiche viene disputato nel mese di luglio. Le 32 precedenti edizioni sono andate infatti in scena tra il 23 agosto (Lenzerheide 1987) e il 15 ottobre (Keswick 1988): nell’ultimo quarto di secolo il Mondiale era stato poi sempre collocato nel mese di settembre.

IL PROGRAMMA
Sabato 29 luglio
Ore 15:30 Cerimonia d’apertura

Domenica 30 luglio
Ore 9:00 Juniores uomini
Ore 9:15 Juniores donne
Ore 10:30 Seniores donne
Ore 12:30 Seniores uomini

LA SQUADRA ITALIANA/Italian Team

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: