Montagna: Italia triplo oro alla WMRA Youth Cup

24 Giugno 2017

Nella rassegna mondiale allievi di Gagliano del Capo (LE) vittorie individuali di Nadia Battocletti e Alain Cavagna, primo posto a squadre fra le allieve e secondo con gli U18.


 

Tripletta dorata per l’Italia nella WMRA International Youth Cup di oggi sabato 24 giugno Gagliano del Capo (Le). La rassegna iridata Under 18 di corsa in montagna, svoltasi per la prima volta fuori dall’arco alpino, ha festeggiato i trionfi individuali di Nadia Battocletti e di Alain Cavagna e l’oro della squadra femminile, con quella maschile d’argento, seconda solo alla Turchia. Nel complesso 3 ori e un argento su quattro gare in programma, a coronare la scommessa vinta di portare una manifestazione mondiale di corsa in montagna in Puglia, su un apprezzato tracciato che domina dall’alto il mare del Salento – inerpicandosi all’interno dell’area del Ciolo - per concludersi nel centro di Gagliano del Capo.

Entrambe in rimonta le vittorie individuali, con Nadia Battocletti a riprendere nel finale (3850 metri la distanza coperta dalle allieve) la ceca Barbora Havlickova, che la precedette nel 2016, e la rumena Aiello, concludendo con 10 secondi di vantaggio.

La trentina, figlia dell’ex azzurro Giuliano, aggiunge così un altro successo a una bacheca che già conta di tante vittorie Tricolori su pista, nel cross, su strada e, per l’appunto, in montagna. Battocletti, che su pista è stata sesta nei 3000 degli Europei Allievi di Tbilisi, migliora infatti il bronzo individuale e a squadre ottenuto proprio nella WMRA Youth Cup dello scorso anno a Janske Lazne (Cze). A issare il Tricolore in cima al podio sono però anche il settimo posto di Francesca Annoni, il decimo di Emma Garber e il dodicesimo di Ludovica Cavalli, mentre finisce con un ritiro la gara di Samantha Bertolina. Una prestazione corale che vede l'Italia under 18 femminile imporsi su Repubblica Ceca (seconda) e Turchia (terza).

Ancora più sorprendente, se possibile, è il finale in crescendo di Alain Cavagna sui 5km degli allievi: alle soglie del centro di Gagliano, quando ormai mancano 200 metri al traguardo, il fratello minore dell’altro azzurro della corsa in montagna Nadir mette la freccia e supera i due turchi Omer Ylmaz e Sirin Karabal.

Il settimo posto di Andrea Rota, il decimo di Alessandro Rossi e il 15° di Alderico Tonin portano l’Italia al secondo posto della classifica a squadre, seconda solo alla Turchia e davanti alla Gran Bretagna.

L'Italia realizza così una tripletta dorata, salendo sul podio in tutte e quattro le gare del programma. Un poker che corona un weekend di festa che ha trasformato il territorio del Salento, noto nel mondo come meta vacanziera marittima (ma già capace di ospitare la rassegna tricolore master di corsa campestre e quella cadetti di corsa in montagna) nel perfetto scenario per una rassegna iridata di corsa in montagna. Uno scenario molto apprezzato anche dalle 16 nazioni partecipanti, per la prima volta in azione fra antichi sentieri, muretti a secco, terrazzamenti, uliveti secolari e passaggi mozzafiato sul mare pugliese. 

RISULTATI/Results

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

 


(foto Coclite)


Condividi con
Seguici su: