Mondiali, out anche Vizzoni e Donato




 
Eliminazione al primo turno per due big azzurri come Nicola Vizzoni e Fabrizio Donato. Ma mentre l\'esclusione del martellista era piu\' o meno prevedibile, quella del triplista laziale giunge inattesa. Nicola Vizzoni ha chiuso al nono posto - quindicesimo complessivo - il suo turno di qualificazione, con una miglior misura di 75,26 (serie: 74,25; 73,86; 75,76). Del resto, per l\'argento di Sydeny, il Mondiale era stato a lungo un miraggio, a causa degli infortuni che ne avevano minato la preparazione. \"Non si può improvvisare un Mondiale in un mese e mezzo - dice Vizzoni - purtroppo è già finita: in pedana ero rigido, ho mancato di agilità. Non sono contento, figuriamoci, ma da qui riparto: da settembre mi rimetterò in mano ai medici, e da ottobre via con la preparazione per Atene. Ai Giochi devo difendere il mio titolo di vicecampione olimpico\". Fabrizio Donato, al contrario, si e\' presentato al Mondiale in buone condizioni. E la sua eliminazione (13esimo nel ranking complessivo con 16,63) e\' anche il frutto di una giornata davvero sfortunata: la misura non e\' nulla di straordinario, certo, ma la qualificazione resta a soli otto centimetri dal suo risultato. \"Ho sbagliato io, inutile nascondersi - dice Donato - poi ci si è messa anche la sfortuna, con il greco che ha azzeccato il salto della vita. Io, però, avrei dovuto saltare di più. Continuo a portarmi dietro un errore da diverso tempo, arrivo troppo sotto allo stacco, e questo condiziona tutto il salto\". Devastante lo svedese Ollson: il suo 17,56 al primo salto, nelle qualificazioni del mattino, non lascia molto spazio alla fantasia in materia di pronostici per l\'oro. In mattinata ha preso il via anche l\'eptathlon, con la sfida gia\' vivissima, tra la svedese Carolina Kluft e la francese Eunice Barber. Gertrud Bacher, dopo due prove, e\' al sedicesimo posto in classifica, con 1.905 punti (14.01 nei 100hs, 978 punti; 1,76 nell\'alto, 928 ). L\'azzurra e\' in linea con la tabella di marcia del nuovo record italiano. Nel pomeriggio sono giunti a Parigi altri quindici atleti azzurri: tra loro, Ester Balassini, il gruppo della 4x100 e Andrea Longo.
Nella foto piccola, Nicola Vizzoni, in basso, Simona La Mantia, portabandiera per l\'Italia, nel corso della cerimonia d\'apertura (Omega/FIDAL)




Condividi con
Seguici su: