Mondiali: ecco l'Italia dei salti




 

Ad Osaka nel 2007 per gli azzurri Andrew Howe e Antonietta Di Martino furono due salti d'argento. Assente Howe per i ben noti problemi fisici, a Berlino l'Italia dei salti punta di nuovo sulla primatista italiana dell'alto. "Antonietta - dichiara il responsabile tecnico dei salti, Angelo Zamperin - sta bene. Ha risolto il piccolo problema alla schiena di cui aveva sofferto nella settimana prima degli Assoluti. Andrà a Berlino al culmine di una stagione in cui con convizione si è ritrovata costante su misure di valore internazionale. Medaglie? Con sincero realismo oro e argento sulla carta sembrano un affare esclusivo tra la Friedrich e la Vlasic, ma la Di Martino può senz'altro lottare per il bronzo. Nell'alto maschile Giulio Ciotti, dopo gli Europei di Goteborg e un infortunio, ritorna sulla pedana di un evento internazionale. Può ripetersi all'altezza delle sue migliori prestazioni (2,30-31), anche se dovrà essere bravo a gestire al meglio nervi e concentrazione in fase di qualificazione dove anche un solo errore può essere decisivo per passare il turno."

A Berlino salta un'Italia con quattro triplisti.
"Sì, al maschile abbiamo il massimo dei convocati. Una buona notizia: Fabrizio Donato sta bene e stamattina, dopo l'ultimo test, ci ha confermato la sua partecipazione a Berlino. Schembri è in crescita e anche agli Assoluti di Milano ha dimostrato un ottimo stato di forma. Greco che ha preferito saltare l'appuntamento tricolore per recuperare dopo l'oro europeo di Kaunas, ha svolto un ulteriore ciclo di preparazione finalizzato al Mondiale. Per lui, a prescindere dal risultato, sarà una grossa esperienza di maturazione in campo internazionale. Per gli altri, invece, l'obiettivo è la finale a 8. Per quello che riguarda il triplo femminile, la Martinez è in buona condizione, deve solo ancora risolvere qualche problema di ritmica nella rincorsa. Ha nelle gambe almeno un 14,50-60 e deve puntare a superare la qualificazione."            

Gibilisco e la Giordano Bruno, quali ambizioni nell'asta?
"Ho avuto modo di seguire Gibilisco a Formia. Sta bene fisicamente e tecnicamente. Sono contento che sia in squadra. Può fare una buona gara. Vale almeno 5,70-5,80. E' un agonista e questo lo ha sempre dimostrato anche lo scorso anno in finale a Pechino. Lo aspettiamo. La Giordano Bruno è progredita molto quest'anno ritoccando più volte il suo primato nazionale fino al 4,60 di Milano. E' una ragazza seria e solida con la consapevolezza delle proprie risorse. Non è facile pronosticare una finale, ma nelle migliori condizioni può confermare il suo record e, forse, tirar fuori altri centimetri."

a.g.

MONDIALI BERLINO 2009 - PROGRAMMA GARE:
Giulio Ciotti (alto maschile)
qualificazione: mercoledì 19 agosto, ore 11.15
eventuale finale: venerdì 21 agosto, ore 19.15

Giuseppe Gibilisco (asta maschile)
qualificazione: giovedì 20 agosto, ore 10.10
eventuale finale: sabato 22 agosto, ore 18.15

Fabrizio Donato, Daniele Greco, Fabrizio Schembri (triplo maschile)
qualificazione: domenica 16 agosto, ore 19.00
eventuale finale: martedì 18 agosto, ore 18.05

Antonietta Di Martino (alto femminile)

qualificazione: martedì 18 agosto, ore 10.20
eventuale finale: giovedì 20 agosto, ore 19.10

Anna Giordano Bruno (asta femminile)
qualificazione: sabato 15 agosto, ore 19.00
eventuale finale: lunedì 17 agosto, ore 18.45

Magdelin Martinez (triplo femminile)
qualificazione: sabato 15 agosto, ore 11.00
eventuale finale: lunedì 17 agosto, ore 20.00

Nella foto, la vicecampionessa del mondo dell'alto Antonietta Di Martino (Giancarlo Colombo per Omega/Fidal)

File allegati:
- ISCRITTI / Entries



Condividi con
Seguici su: