Mondiali Mosca Mattinata grigia

12 Agosto 2013

Fuori in batteria Floriani, Nasti e Chatbi. Disco rosso anche per Faloci e Rockwell

 

Mattinata grigia per gli azzurri ai Mondiali di Mosca: i cinque azzurri in gara sono stati tutti eliminati. Due squalifiche per invasione di corsia nei 3000 siepi, a Floriani (anche frenato dal doloroso contatto con una barriera) e Chatbi; fuori Nasti con un mediocre 8:36.42. Prestazioni al di sotto delle attese per Giovanni Faloci nel disco (57,54) e Jennifer Rockwell (56.53). Nel pomeriggio, attesa per le prove di Matteo Galvan, che correrà la semifinale dei 400 metri (alle 18.05 italiane), e di Nicola Vizzoni (18.30), alla quinta finale in carriera nel lancio del martello.

LA CRONACA DELLE GARE

400hs donne
Niente da fare nemmeno per Jennifer Rockwell nelle batterie dei 400hs. L’italiana di Salt Lake City sceglie un percorso di rimonta per tentare l’accesso alla semifinale. Il piano sembra abbastanza alla portata – bisogna correre dalle parti dei 56 secondi netti – e la gran risalita nel finale sembra promettere bene. Purtroppo, una incertezza davanti alla nona barriera, in pieno rettilineo, spegne un po’ il ritmo dell’italiana, in un punto, peraltro, dove rimettersi in moto è tutto tranne che uno scherzo. Il 56.53 che ne viene fuori significa eliminazione (l’ultimo tempo di ripescaggio è il 55.96 della statunitense Spence).

La britannica Perri Shakes Drayton si piazza in cima alla lista delle qualificate con 54.42, ma la passeggiata della ceca Hejnova (55.25, quinto tempo) va letta come attestato di una condizione al limite dello straripante.

Disco uomini
Dispiace dover sottolineare la cattiva prova di questo gigante buono, ma la statistica è impietosa: il 57,54 colto a Mosca, è il peggior risultato dell’anno, qualificazioni comprese, per Giovanni Faloci. Il 2013 del discobolo umbro era stato molto positivo anche dal punto di vista della regolarità, con ben 8 gare su 13 oltre i 60 metri (cinque addirittura oltre i 62). A Mosca Faloci, privo in pedana della necessaria velocità di rotazione, finisce 28esimo (serie: 57,23; 55,66; 57,54), l'ultimo qualificato è il sudafricano Hogan 62,45. Solo in tre superano i 65 metri richiesti per la promozione diretta: il tedesco Robert Harting (66,62), il polacco Malachowski (66,00) e l’estone Kanter (65,54). Se non accadranno fatti nuovi, per le medaglie sarà ancora una volta una questione tutta loro.

3000m siepi
Tutti e tre eliminati, gli azzurri impegnati nei 3000 siepi. Ed in maniera (seppure con qualche attenuante per Yuri Floriani) che non lascia spazio a considerazioni di natura positiva. La prova di Floriani, finalista lo scorso anno ai Giochi Olimpici di Londra, dura sostanzialmente poco più di 1500 metri. Un sussulto dopo due giri, con l’azzurro alla caccia dell’ugandese Kiplagat, e poi il buio, un lento scivolare all’indietro, fino all’arrivo – per onor di firma – quasi al passo.

Il ginocchio sinistro gonfio e sanguinante, a causa di un urto con una barriera, spiega senza bisogno di altri dettagli, la resa del trentino. La squalifica (invasione di corsia) aggiunge però un dettaglio grottesco al suo Mondiale. Squalifica che arriva anche per Jamel Chatbi (!), che però non può contare sull’attenuante dell’urto con le barriere per giustificare la gara (valutabile appena al di sotto dell’8:40). Patrick Nasti fa tris di eliminazioni con il dodicesimo posto nella sua batteria, la terza, in 8:36.42 (trentatreesimo e terz’ultimo tempo complessivo). Il bilancio azzurro, nella specialità che fu di Francesco Panetta (campione del mondo a Roma 1987) è in rosso. L’ultimo tempo di passaggio è l’8:24.88 del venezuelano Jose Pena; In testa, si profila l’ennesima sfida tra l’Africa (il keniano Ezekiel Kemboi su tutti) ed il francese Mekhissi Benabbad.

Marco Sicari

IL COMMENTO DEGLI ATLETI ITALIANI

LO SPECIALE RAI SPORT - DIRETTA STREAMING

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia - hashtag: #Moscow2013 | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

ISCRITTI/Entries | RISULTATI/Results | TUTTE LE NOTIZIE SULLA SQUADRA AZZURRA A MOSCA | IL PROGRAMMA ORARIO CON GLI ITALIANI IN GARA

FOTO/Photos



Condividi con
Seguici su: