Mondiali, Bacher sesta in un Eptathlon da sogno




 
Si è chiusa con la terza prestazione di sempre, l\'Heptathlon più bello visto in una grande manifestazione da diversi anni a questa parte. Carolina Kluft, vincendo con 7.001 punti (terza prestazione di sempre) ha dimostrato di poter diventare, nel giro di poche stagioni, iun vero simbolo dell\'atletica mondiale. Oggi è stata perfetta, soprattutto nel lungo, quando, dopo due salti nulli, ha stampato un 6,68 staccando fuori dall\'asse di battuta. Fantascienza atletica, per una ragazzina di poco più di venti anni d\'età, nella stessa giornata in cui un altro bambino d\'oro, Darrel Brown (il più veloce nei quarti dei 100 metri, con 10.01) si affaccia prepotentemente alla ribalta. Kluft incontenibile: battute la Barber, la Prokhorova, la Lewis, ma la sorpresa più bella è trovare, subito alle spalle di queste straordinarie campionesse, il nome di Gertrud Bacher. L\'altoatesina (di Merano) ha chiuso al sesto posto, fallendo il rendez-vous con il record italiano di soli 19 punti (6.166 la quota finale, 6.185 il picco tricolore centrato a Desenzano quattro anni fa). \"E\' un piccolo sogno che diventa realtà - le parole dell\'azzurra - riuscire ad essere protagonista in una gara come questa era quello che desideravo. Il segreto di questa stagione così positiva? Essere riuscita ad allenarmi senza problemi fisici, con continuità. L\'Olimpiade diventa il prossimo obiettivo\".
Nella foto, Gertrud Bacher (Omega/FIDAL)




Condividi con
Seguici su: