Mollificio Modenese sul podio nelle juniores ai C.d.S. Nazionali di cross




 

Christine Santi vince la gara allieve dei C.d.S. Nazionali di cross a San Giorgio su Legnano, mentre per quanto riguarda le classifiche di società, il Mollificio Modenese piazza le junior al 3° posto e le allieve al 4°. Buon 4° posto anche per la Fratellanza 1874 Modena negli juniores uomini. Si piazzano nelle prime 10 anche il Mollificio Modenese nella combinata donne, i Carabinieri al 6° posto nel cross corto uomini, la Corradini al 6° posto nel cross lungo donne, l’Atl. Imola al 7° posto nella combinata uomini e il Cus Parma all'(° posto nel cross lungo donne.

Le gare erano iniziate con la prova per le allieve. Christine Santi (Mollificio Modenese), campionessa italiana di cross negli ultimi 3 anni (2 da cadetta e 1 da allieva) era logicamente la favorita della gara e fin dal primo metro di gara, ha preso la testa, aumentando via via il vantaggio sulle altre concorrenti. Alla fine sono stati 14 secondi di vantaggio sulla laziale Isabella Papa, mentre la terza classificata. La piemontese Visaggi, terminava a 37 secondi. La vittoria della pavullese non è stata sufficiente al Mollificio Modenese per salire sul podio, nonostante le positive prove delle altre sue compagne di squadra, con Chiara Covili, molto prudente all’inizio, al 27° posto, mentre la velocista Raphaela Lukudo, chiamata per l'occasione a dare man forte alle mezzofondiste, si difendeva bene piazzandosi al 48° posto. Nella classifica individuale, sempre in buona evidenza Giulia Mattioli (Rcm Casinalbo), che si è piazzata al 5° posto a 44 secondi dalla Santi. Nelle prime 50, per l'Emilia Romagna, si sono piazzate anche Claudia Sgarbanti (Atl. Estense) al 38° posto e Eleonora Lomi (Acquadela Bologna) al 40°, entrambe classe 1995 come la Santi. La classifica di società vede il Mollificio Modenese, che aveva vinto il titolo allieve lo scorso anno, al 4° posto, preceduta da Camelot (con le 3 atlete al 6°, 7° e 18° posto), Stamura Ancona (10°, 15°, 16°) e Studentesca Ca.Ri.RI (4°, 23°, 24°); le altre formazioni emiliane si sono piazzate al 23° posto l’Atl. Estense, al 26° posto l’Atl. Lugo e al 28° l’Acquadela Bologna. Non è in classifica invece la Rcm Casinalbo, che si era piazzata al 2° posto di C.d.S. regionali dopo il Mollificio, che oggi non è riuscita a piazzare la terza atleta.

Negli allievi è un assolo dei gemelli livornesi Lorenzo e Samuele Dini, che vengono classificati in questo ordine. Oltre 30 secondi è il vantaggio accumulato sul trentino/macedone Veton Hasani. Fra gli emiliani Damiano Guerrieri (Corradini Rubiera) prova a resistere nel drappello dei primi inseguitori dei fratelli Dini, poi cede qualche posizione e si piazza all’11° posto a 51 secondi.  Seguono poi Fabio Ciati (Cus Parma) che con un bel recupero finale si piazza al 16° posto, Tommaso Merighi (Francesco Francia) al 22° posto e Vadym Shtypula (Atl. Imola Sacmi Avis) al 32° posto. Per quanto riguarda le società, la pugliese Club Atl. San Nicandro vince nettamente piazzando i suoi primi 3 atleti al 7°, 8° e 20° posto, seguita dalla trentina Cermis e dalla S.S. Lazio; la migliore fra le emiliano romagnole è l'Atl. Imola Sacmi Avis che si è piazzata al 19° posto, seguita da Corradini Rubiera al 25° posto, Cus Parma al 27°, Francesco Francia al 39°, Modena Atletica al 42° e Atl. Castenaso Celtic Druid al 50°.

Nelle juniores donne 3 delle 5 componenti del Mollificio Modenese avevano vinto il titolo 2010 nella categoria allieve. Era logico quindi attendersi un altro importante piazzamento e infatti le modenesi arrivano sul podio, piazzandosi al 3° posto, dietro le laziali Audacia Record e Studentesca Ca.Ri.RI. La vittoria oggi va alla piemontese Alessandra Giraudo, sulla lombarda Maria Virginia Abate e sulla laziale Camille Marchese. La migliore delle modenesi è stata Chiara Casolari, che si è piazzata all'8° posto, 3 posizioni più indietro rispetto ai Campionati Individuali di Varese. Non lontane dalla Casolari, le compagne Francesca Bertoni, 13° posto e Laura Squarzina, in grande progresso, 16° posto, seguite poi da Francesca Giacobazzi, 20° posto (13° a Varese) e Laura Bertoni, 47° posto. Fra le atlete della Emilia Romagna anche le atlete del Cus Parma Gloria Robuschi al 21° posto, Francesca Pastorelli al 27° e Arianna Tebaldi al 65°, che si classificano al 12° nella classifica di società.

Negli juniores, assente il campione italiano Andrea Sanguinetti (Edera Forlì) che figurava fra gli iscritti anche se la sua società non partecipava al Campionato, la vittoria individuale è andata al somalo Abdikadar Sheik in volata su Yassine Rachik. Buona la prova di Marco Zanni (Fratellanza 1874 Modena), campione italiano indoor juniores 2011 di 800 e 1500, che anche sulla distanza degli 8 km ha fornito un buon rendimento, piazzandosi al 7° posto e contribuendo al 4° posto della Fratellanza nella classifica di società. Poco dietro Zanni l’imolese Abdelghafour Rakib, 10°, seguito da Renato Guerrieri (Corradini Rubiera) al 14° posto. Nei primi 50 fra gli emiliani arrivano anche Andrea Bettati (Corradini Rubiera) al 23° posto, Daniele Zanasi (Fratellanza) al 28°, Dario Chitti (Cus Parma) al 29°, Riccardo Tamassia (Fratellanza) al 45° e Luca Paterlini (Self Montanari Gruzza) al 50°. Nella classifica di società 1° posto per la Studentesca Ca.Ri.RI (con i suoi 3 atleti al 1°, 13° e 19°), poi Montemiletto Team Runners e Atl. Mogliano, solo 1 punto davanti alla Fratellanza (Zanni 7°, Zanasi 28°, Tamassia 45°); l’Atl. Imola si piazza al 19° posto, il Cus Parma al 22°, Self Montanari Gruzza al 31°, Acquadela Bologna al 35°, mentre non entra in classifica la Corradini Rubiera che aveva piazzato i 2 suoi primi atleti al 14° e 23° posto, ma ha avuto Fabio Borghi fra i ritirati.

La gara di cross corto donne ha visto il successo di Silvia Weissteiner (Forestale) davanti alla ruandese Mukasakindi e alla maratoneta Rosaria Console. Fra le atlete della Emilia Romagna la prima al traguardo è stata Barbara Bressi (Self Montanari Gruzza) che si è piazzata al 21° posto, a circa 1 minuto dalla vincitrice. Seguono poi, fra le prime 100, Michela Guizzardi (Atl. Lugo) al 50° posto, Lara Mustat (Corradini Rubiera) al 65°, Elena Borghesi (Atl. Lugo) al 67°, Alessandra Avanzi (Atl. Estense) al 72°, Fiorenza Pierli (Corradini Rubiera) al 77°, Diletta Casadei (Atl. Estense) all’81° e Claudia Petri (Atl. Estense) al 94°. Nella classifica di società la fanno da padrone le società militari: 1° posto per la Forestale, seguita da Esercito e Fiamme Gialle. Le nostre squadre si piazzano al 20° posto con Atl. Lugo, 23° con Atl. Estense, 24° con Corradini Rubiera, 35° con Self Montanari Gruzza, 40° con Acquadela Bologna, 42° con Atl. Faenza, 45° con Mollificio Modenese.

Nel cross corto uomini, la prova più affollata con 278 partenti, bella vittoria di Andrea Lalli (Fiamme Gialle) davanti a 5 atleti stranieri. I Carabinieri, al 2° posto lo scorso anno nella classifica di società, piazzano il 1° atleta, Matteo Villani, al 14° posto, poi Denis Curzi al 25°, Christian Obrist al 32° e Danilo Goffi al 39°. Il marocchino Mohamed Laqouahi (Reggio Event’s) è 33°, poi nei primi 100, fra gli emiliani, Liberato Pellecchia 44°, Antonio Santi 55°, Mohamed Moro 76° e Abebe Gasparini 90° (Fratellanza 1874 Modena), Yassine El Houdni (Pol. Arceto) 71° e Karim Abdeddine (Virtus Emilsider Bologna) 84°. Nella classifica di società titolo alle Fiamme Gialle davanti a Esercito e Aeronautica; 6° posto per i Carabinieri Bologna, poi Fratellanza 1874 Modena al 14°, Virtus Emilsider Bologna al 33°, Reggio Event’s al 38°, Atl. Imola Sacmi Avis al 41°, Pol. Arceto al 42°, Corradini Rubiera al 44°.

Nel cross lungo donne successo per Elena Romagnolo (Esercito), con 14 secondi sulla compagna di squadra Fatna Maraoui e sulla campionessa italiana Nadia Ejjafini. Fra le atlete della Emilia Romagna, il miglior piazzamento è di Ivana Iozzia (Corradini Rubiera) che si piazza all’11° posto; seguono nelle prime 50 la sua compagna di club Daniela Paterlini al 19° posto, Veronica Paterlini (Cus Parma) al 20°, Celestina Malugani (Cus Parma) al 23°, Daniela Ricci (Corradini Rubiera) al 27° e Elena Neri (Atl. 85 Faenza) al 49°. Nella classifica di società successo per l’Esercito, davanti a Runner Team 99 Sbv e Running Club Futura. Nelle prime 10 si classificano la Corradini Rubiera con il 6° posto, grazie ai piazzamenti di Ivana Iozzia, Daniela Paterlini e Laura Ricci e il Cus Parma all’8°, che dopo Veronica Paterlini e Celestina Malugani piazza anche Lisa Ferrari al 52°. Seguono in classifica l’Atl. 85 Faenza al 18° posto e il Mollificio Modenese al 22°.

Nel cross lungo uomini 1° posto per il keniano Abraham Kipkemei Talam della Atletica Futura davanti a Ahmed El Mazoury (Fiamme Gialle) e all’altro keniano Peter Bii, tutti con lo stesso tempo di 30’22”. Per l’Emilia Romagna 25° posto per Omar Choukri (Pod. Madonna di Sotto), quindi nei primi 100 anche Gianluca Borghesi (Atl. Imola Sacmi Avis) al 38°, Fabio Caldiroli ( Corradini Rubiera) al 59°, Rudy Magagnoli e Emanuele Ghiraldini (Atl. Imola Sacmi Avis) al 74° e 85°, Vehid Gutic (Corradini Rubiera) al 90°, Tommaso Manfredini (Pod. Madonna di Sotto) al 92°, Gianluca Pasetto (Corradini Rubiera) al 93° e Luca Benini (Romagna Running) al 94°. Nella classifica di società il titolo è per le Fiamme Gialle davanti alla Aeronautica e Violetta Club. L’Atl. Imola Sacmi Avis si piazza al 18° posto, Corradini Rubiera al 23°, Pod. Madonna di Sotto al 31°, Romagna Running al 40°, Gabbi Bologna al 58° e Fratellanza 1874 Modena al 60°.

Infine le classifiche complessive che includono i piazzamenti in 3 prove. Nelle donne il titolo di combinata è stato vinto da Runner Team 99 Sbv, davanti a Cus Torino e Camelot, con il Mollificio Modenese al 5° posto (3° nelle junior, 4° nelle allieve e 22° nel cross lungo). Negli uomini titolo per il Cus Pro Patria Milano davanti a Running Club Futura e Atl. Bergamo 1959 Creberg. L’Atl. Imola si è piazzato al 7° posto (18° posto nel cross lungo e 19° negli allievi e negli junior); Fratellanza 1874 Modena all’11° (4° negli junior, 14° nel cross corto e 60° nel cross lungo) e Corradini Rubiera al 16° posto (23° cross lungo, 25° negli allievi e 44° nel cross corto).

Giorgio Rizzoli

 

La foto è di Giancarlo Colombo/Fidal

 



Condividi con
Seguici su: