Modena vince il Trofeo delle Province e per Sara Corradin nuovo primato regionale nel vortex




 

La rappresentativa provinciale di Modena si aggiudica la 5ª edizione del Trofeo delle Province dell’Emilia Romagna che si è svolta oggi a Castelfranco Emilia e iscrive il suo nome nell’albo d’oro dopo i successi di Bologna (2005, 2006 e 2008) e Reggio Emilia (2007). Modena supera di 13,5 punti Reggio Emilia, che a sua volta precede Bologna di 1 punto e a seguire si piazzano Ravenna, Rimini, Piacenza, Parma e Ferrara. Assente, come lo scorso anno, la rappresentativa provinciale di Forlì-Cesena.

Nelle gare di oggi, con 6 gare per le categorie ragazzi/e e 7 per le categorie cadetti/e, il risultato più interessante è stato ottenuto ancora una volta dalla dodicenne Sara Corradin (Corradini Rubiera) che per la terza volta in questa stagione ha migliorato il primato regionale nel vortex ragazze. Questa volta ha lanciato a 58,28, ottenuto al primo turno, con il quale ha migliorato il 57,58 ottenuto a Scandiano il 22 settembre. Gli altri 2 lanci di Sara sono poi stati “normali”, a 48,95 e 46,51. Non ci piace enfatizzare i risultati dei giovanissimi, però in questo caso non si può non sottolineare questo risultato che (dalle graduatorie on line della Fidal) è circa 7 metri superiore a quello ottenuto da alle altre atlete della categoria ragazze in Italia e che in campo regionale è superato da un solo atleta della categoria ragazzi.

Nelle altre gare ci sono stati in genere risultati di buon livello, nonostante le assenze di alcuni dei recenti campioni italiani cadetti (Giovanni Cellario, Giulia Mattioli, Christine Santi, Giulia Rossetti) che si sono concessi un meritato periodo di riposo.

Vediamo nel dettaglio le gare. Per la categoria ragazzi nei 60 metri il campione regionale Erik Nicola Panini Sousa (Reggio Emilia) lima altri 4/100 al suo personale e vince con 7.96; 2° posto per Francesco Cremonini (Modena) con 8.26. Pure nei 1000 si realizza un miglior risultato stagionale, grazie a Federico Mengozzi (Bologna) che si migliora con 2.55.28 rispetto ai 2.57.27 ottenuto in giungo alla finale regionale C.d.S.; sotto i 3 minuti va anche (per la prima volta) Alessandro Giacobazzi (Modena) con 2.59.68. Nei 60 hs successo di stretta misura per Davide Cellario (Reggio) con 9.69, che precede di 7/100 Gabriele Ceruti (Piacenza) al primato personale con 9.76. Nel lungo si impone a sorpresa Emanuele Verni (Rimini) che arriva a 4,73 nell’ultimo salto e supera il campione regionale Adrian Mutu (Bologna), regolarissimo nei 3 salti (4,68 - 4,68 – 4,69). Nel peso Paolo Grisanti (Reggio), campione regionale di peso e vortex, con 14,78 realizza il miglior risultato stagionale in Emilia Romagna e precede di oltre 2 metri Diego Santini (Bologna) con 12,74, 24 cm di progresso sul precedente limite personale. Nel vortex Andrea Bonandin (Reggio) supera per la prima volta, e non di poco, i 60 metri, lanciando a 63,84; anche il 2° classificato Nabil Afyff (Ravenna) supera i 60 metri, con 60,01 e anche per lui si tratta nettamente del primato personale.

Nelle ragazze i 60 metri sono vinti di stretta misura da Ilaria Mazzetti (Bologna) con 8.56, davanti a Paola Forghieri (Modena) con 8.58. Nei 1000 1° posto per Lucia Quaglieri (Bologna) che eguaglia in pratica il suo personale, correndo in 3.16.80; 2° posto per Greta Dalla Libera (Ferrara) che con 3.20.46 si migliora di oltre 7 secondi. Nei 60 hs vince Alessandra Ferrari (Reggio) con 9.69, in progresso di 43/100; personale di 3/100 invece per Chiara Frati (Parma) con 10.9. Nel lungo conferma della campionessa regionale Jasmin Abdullahi Mukasi (Ravenna) con 4,71, nettamente al 1° posto davanti a Camilla Barbieri (Modena) con 4,25. Nel peso miglior risultato dell’anno per Giorgia Zanella (Reggio) con 11,09 (in progresso rispetto al 10,29 suo limite precedente) che vince superando la campionessa regionale Veronica Bianchi (Bologna) a 10,75. Nel vortex abbiamo già segnalato il notevole primato regionale ottenuto da Sara Corradin (Reggio) con 58,28, ma si migliora, sia pure di 7 cm, anche la seconda classificata, Laura Reggi (Ravenna) che arriva a 43,48.

Nei cadetti successo negli 80 metri per Paolo Loconsole (Bologna) con 9.40, primato personale (con tempo elettrico) migliorato di 3/100; 2° posto per Matteo Valmori (Ravenna) con 9.90, anche lui al primato personale con tempo elettrico migliorato di 3/100. Nei 300 metri si impone Luca Bartolotti (Ravenna) con 37.22, primato personale, che precede Livio Franceschini (Modena) con 37.75, pure lui al personale. Nei 1000 galoppata solitaria del campione italiano dei 2000 metri Damiano Guerrieri (Reggio) che vince in 2.42.36; 2° posto con oltre 4 secondi di progresso per Patrick Onyedekwe (Modena) con 2.48.08. Nei 100 hs corrono in 2 serie diverse i 2 favoriti, Alessandro Faragona (Rimini) e Lorenzo Dallavalle (Piacenza): i tempi danno ragione a Faragona, campione regionale, che vince con 14.24, contro 14.33 del piacentino, specialista delle prove multiple. Nel lungo successo del campione italiano di salto triplo Stefano Braga (Piacenza) che vince con 6,39, primato personale eguagliato; 2° posto per Marco Finessi (Modena) con 5,91, in progresso di 1 cm. Nel peso si incontrano nuovamente, dopo la bellissima doppietta ottenuta a Desenzano nel lancio del disco, Martin Pilato (Ravenna) e Nicola Ferroni (Rimini), terminati nell’ordine: oggi nel peso, però non c’è storia, in quanto è Ferroni l’unico specialista di questa prova, che vince con 14,45, mentre Pilato è 2° con 12,75, a 4 cm dal personale. Nel giavellotto la gara si decide già al primo lancio con Gabriele Boga (Rimini) che arriva a 41,92, in progresso di quasi 1 metro e con Filippo Tassinari (Ravenna), vincitore dei campionati regionali, a 40,87.

Nelle cadette sugli 80 metri vince Giulia Galaverni (Reggio) con 10.66, davanti ad Annalisa Tamarri (Parma) con 10.73; Sabrina Pera (Bologna) accreditata del miglior tempo di iscrizione, è in gara nell’altra serie che vince con 10.79, che le vale il 3° posto.  Nei 300 metri 1° posto per Miriana Baldin (Ferrara) con 42.96, davanti a Elisabetta Magnaterra (Bologna) che vince l’altra serie con il personale a 43.75 e precede l’ostacolista Francesca Frignani (Reggio) a 44.35. Nei 1000 metri, assenti le campionesse italiane di 1000 e 2000 metri Giulia Mattioli e Christine Santi, la vittoria va a Barbara Burgazzi (Piacenza) con 3.17.32, davanti a Chiara Covili (Modena) a 3.17.92. Negli 80 hs grandi tempi con Ilaria Roveri (Reggio) a 12.13 (1/100 meglio del precedente primato personale) e Raffaella Lukudo (Modena) a 12.22 (30/100 di progresso). Nel lungo prima volta sopra i 5 metri per Federica Roberto (Piacenza), che azzecca proprio questa misura al 2° salto, dopo essersi già migliorata con 4,97 al 1°;  Greta Rigolli (Piacenza), fuori classifica, arriva a 4,70, che si migliora di  25 cm; 2° posto nel Trofeo delle Province per Laura Venturelli (Modena) con 4,61. Nel peso 10,21 per Virginia Braghieri (Piacenza) seconda domenica scorsa ai Campionati Italiani Cadette nel lancio del disco; 2° posto per Caterina Borella (Bologna) con 9,68. Nel giavellotto conferma della campionessa regionale Carlotta Camilli (Bologna) con  31,84; 2° posto per Alice Colombari (Modena) con 29,79.

 

Giorgio Rizzoli

 

La foto con Ilaria Roveri è tratta da www.sintofarmatletica.it



Condividi con
Seguici su: