Miguel: assoli di El Otmani e Soufyane

20 Gennaio 2019

A Roma, sul traguardo dello stadio Olimpico, la 20esima edizione della 10 km premia i due atleti dell'Esercito


 

Doppietta dell’Esercito nella 20esima edizione de La Corsa di Miguel. Said El Otmani e Laila Soufyane sono i vincitori della 10 km organizzata a Roma dal Club Atletico Centrale per ricordare il poeta-maratoneta argentino Miguel Benancio Sanchez, uno degli oltre 30.000 desaparecidos scomparso nel 1978. Sul traguardo dello Stadio Olimpico, nella prova competitiva che ha visto all’arrivo 5451 runner (4155 uomini e 1296 donne), El Otmani ha chiuso in 30:11, precedendo sul rettilineo finale Michele Fontana dell’Aeronautica (30:17) e Luca Parisi dell'Acsi Campidoglio Palatino (30:20): "È stata una bella gara combattuta - ha detto El Otmani – e già al sesto chilometro, quando ho iniziato a imporre il mio ritmo, ho capito che poteva farcela a vincere. Certo me la sono sudata fino in fondo e sono molto felice di aver vinto questa gara così importante".

In campo femminile, invece, la vittoria è andata a Laila Soufyane, tornata alla Corsa di Miguel dopo l'ultima partecipazione di due anni fa. L'atleta dell'Esercito ha vinto in 33:44, staccando di oltre un minuto Costanza Arpinelli della Lbm (34:47), mentre al terzo posto si è piazzata l'altra atleta della Lbm Beatrice Mallozzi (35:11). "Sono davvero felice di aver vinto la Corsa di Miguel – ha detto Soufyane -.

È stato un ottimo test per me e ringrazio mio marito e i miei accompagnatori in gara che mi hanno fatto correre sul ritmo che avevo impostato". [RISULTATI/Results]

TESTIMONIAL - In gara anche tanti amici-testimonial della Corsa di Miguel: il Presidente del Coni Giovanni Malagò èpartito per la 10 chilometri e poi si è fermato sul Ponte della Musica per accompagnare i tanti giovani della Strantirazzismo, chiudendo con loro la prova all'Olimpico. Come lo scorso anno, hanno partecipato anche i due olimpionici Massimiliano Rosolino, che ha chiuso in 44:19 e Alessandra Sensini che si è migliorata di quasi due minuti rispetto al 2018 (55:53). Presente anche Giorgio Calcaterra che ha terminato la prova in 34:52. Martin Sharples, l'atleta paralimpico argentino amico di Miguel Sanchez, ha portato al termine la gara correndo con una protesi in 1:18.32.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

 



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 SOUFYANE LAILA
 EL OTMANI SAID