Mezza di Verona protagonisti azzurri

13 Febbraio 2014

Straneo, Incerti, Quaglia, Ejjafini e Meucci saranno in gara, domenica 16 febbraio, nella città scaligera per i Tricolore dei 21,097km

 

Domenica 16 febbraio le strade di Verona si tingono di tricolore con i Campionati Italiani di mezza maratona. Quest'anno la rassegna nazionale dei 21,097km si svolge, infatti, nel contesto della Giulietta&Romeo Half Marathon, edizione numero 7, caratterizzata dal suggestivo passaggio all’interno dell’Arena. Le iscrizioni parlano di 8200 runners: 7200 nella mezza competitiva e 500 team da due persone per la Duo Half Marathon a staffetta. Attesi diversi nomi di punta del panorama azzurro a partire dalla vicecampionessa mondiale di maratona, Valeria Straneo. La piemontese del Runner Team 99 ha già fatto il suo esordio stagionale il 2 febbraio alle Mezza delle Due Perle, vinta in 1h12:14. “Sono in forma - dichiara l’azzurra nel 2012 ha corso la distanza in 1h07:46 alla RomaOstia e poi in 1h08:48 alla Stramilano quando vinse anche il tricolore -  anche se ancora non penso di avere ritmi troppo veloci nelle gambe. Domenica a Verona mi attende una bella concorrenza. So che non sarà facile, ma io punto a bissare il titolo di due anni fa. Martedì prossimo, invece, partirò per uno stage a Piombino dove mi allenerò in vista di due ulteriori impegni sui 21,097km: a Lisbona (Portogallo, 16 marzo, ndr) e poi a Copenaghen (Danimarca, 29 marzo, ndr) per i Mondiali”.  

Nel cast della rassegna tricolore la campionessa europea di maratona Anna Incerti, nove mesi dopo la nascita della figlia Martina: “E’ da due anni - spiega la palermitana delle Fiamme Azzurre -  che non mi cimento su questa distanza. Vengo da un bel periodo di preparazione in Sudafrica dove, insieme a mio marito Stefano (Scaini, anche lui in gara a Verona, ndr), mi sono potuta allenare nel migliore dei modi. Questa prima uscita servirà per rompere il ghiaccio, anche se chiaramente non vado a Verona per farmi una passeggiata. Speriamo solo che la piccola Martina - aggiunge scherzando - ci lasci dormire un po’ perché è da quando siamo rientrati da Potchefstroom che non ci concede più di quattro ore di sonno a notte”. La Incerti vanta già due maglie di campionessa italiana di maratonina (2007 e 2008), mentre a livello cronometrico i suoi migliori risultati risalgono al 2012: 1h08:18 alla RomaOstia (che correrà anche il prossimo 2 marzo) e 1h10:36 alla Stramilano. Altra protagonista annunciata sulla linea di partenza è Nadia Ejjafini che della mezza maratona è anche la primatista d’Italia in virtù dell’1h08:27 realizzato nel 2011 a Cremona dove fece suo anche il titolo nazionale. L’atleta che ha da poco condotto la squadra dell'Esercito all'argento in Coppa Campioni di cross è al lavoro per la maratona di Londra del 13 aprile. In questo senso ha già trascorso un mese in Kenya a Kaptagat (40km ad est di Eldoret) dove tornerà in raduno federale da lunedì prossimo. Con lei, a Verona e poi in Kenya, ci sarà anche Emma Quaglia, sesta ai Mondiali di Mosca.

La dottoressa-maratoneta del CUS Genova sulla mezza ha un personale di 1h12:37 (2013). Della sfida tricolore dovrebbero, quindi, far parte la campionessa uscente Claudia Pinna (CUS Cagliari/PB 1h12:44 nel 2007), l’iridata di corsa in montagna Alice Gaggi (Runner Team 99/PB 1h16:01 nel 2013), Elena Romagnolo (Esercito/PB 1h13:13 nel 2013) e Veronica Inglese (Esercito), all’esordio sulla distanza. 

Al maschile occhi puntati su Daniele Meucci. Il vicecampione europeo dei 10.000 metri a marzo del 2013 a ha corso i  21,097km in 1h01:06, sesto italiano di sempre a 46 secondi dal record nazionale di Rachid Berradi (1h00:20 nel 2002). Sempre nella Grande Mela, a novembre, l’ingegnere pisano dell’Esercito ha fatto la sua seconda esperienza in maratona, chiudendo decimo in 2h12:03. Lo affiancano nella start-list di Verona il tricolore in carica Giammarco Buttazzo (Atl. Casone Noceto), il 22enne Michele Palamini (G.Alpinistico Vertovese), Simone Gariboldi (Fiamme Oro) e Domenico Ricatti (Aeronautica), senza dimenticare l’esperienza di due interpreti della maratona azzurra come Daniele Caimmi (CUS Camerino) e Danilo Goffi (Monza Marathon Team). In gara nella città scaligera anche Juniores e Promesse, a caccia dei titoli di categoria.    

a.g.   

TERNI E NAPOLI - Tutto pronto a Terni che domenica ospita la quarta edizione della Maratona di San Valentino. Annunciati duemila runners al via. Il percorso, come sempre, attraversa la Valnerina fino alla cascata delle Marmore per raggiungere Terni e dintorni. La manifestazione sarà valida anche per l'assegnazione dei titoli FISPES di mezza maratona. Lo stesso giorno torna anche la maratona internazionale di Napoli - trofeo Banca del Sud. Novità per il percorso che per la prima volta vede la partenza non coincidere con l’arrivo. Il tracciato scelto dagli organizzatori avrà infatti uno sviluppo in linea e non più in circuito come nel passato: la partenza sarà data da Pozzuoli, nella zona del lago di Lucrino, poi saranno attraversati i quartieri di Bagnoli (con il giro attorno a Città della Scienza per gli iscritti alla 42,195 km) e Fuorigrotta, prima del passaggio sul lungomare e la fase finale nella zona del centro (a ridosso della stazione di piazza Garibaldi) con l’arrivo in piazza del Plebiscito. Oltre alla gara lunga, sono previste la mezza maratona e la sfida a squadre, compagini composte da tre atleti che si sfideranno sui 21,097 km. In tutto gli atleti al via saranno circa duemila, divisi tra maratona, mezza, gara a squadre e prove collaterali legati a momenti di solidarietà.

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: