Mezza di Udine: Straneo terza al rientro

22 Settembre 2019

La piemontese corre in 1h12:21 per cogliere il primato stagionale sui 21,097 chilometri: “Meglio del previsto, ora si tifa per le azzurre ai Mondiali”. A Vinovo (Torino) sesta Stefani con 1h13:52.


 

Si rimette in moto Valeria Straneo. L’azzurra chiude al terzo posto nella Maratonina Internazionale Città di Udine con 1h12:21 e ritocca il primato stagionale sui 21,097 chilometri, migliorando il crono di 1h12:33 che aveva ottenuto sulle strade di Verona a metà febbraio. Due settimane fa era tornata in gara, dopo sei mesi di stop, nella rassegna nazionale dei 10 km a Canelli dove è salita sul terzo gradino del podio. Stavolta invece il suo rientro nella mezza maratona, la distanza della quale è campionessa tricolore in carica grazie al titolo vinto nella passata stagione a Foligno e che non disputava dalla RomaOstia dello scorso marzo. La 43enne alessandrina del Laguna Running, primatista italiana di maratona e due volte d’argento in azzurro (ai Mondiali 2013 e poi anche agli Europei 2014), firma anche la seconda prestazione dell’anno a livello nazionale, alle spalle di Sara Dossena che ha siglato il tempo di 1h10:20 a Lugano. Nella ventesima edizione della classica friulana, successo alla keniana Winfridah Moraa Moseti in 1h09:07 davanti alla connazionale Risper Chebet (1h09:37), quarta Teresa Montrone (Alteratletica Locorotondo) con 1h16:32 che precede la croata Nikolina Sustic (1h17:34), campionessa mondiale dei 100 chilometri. Al maschile il ruandese Noel Hitimana conquista il successo in 1h00:37 per avere la meglio nei confronti dei keniani Moses Kemei (1h00:48) e John Kipkoech (1h01:54). Due atleti italiani nella top ten: ottavo Francesco Bona (Aeronautica, 1h05:45), nono Abdoullah Bamoussa (Atl. Brugnera Friulintagli, 1h06:05).

STRANEO: “BUONA PROGRESSIONE” - “Una bella sorpresa - commenta Valeria Straneo - per un crono che alla fine è migliore rispetto al previsto di almeno un minuto. Sono davvero contenta anche per aver corso bene in progressione, con i primi dieci chilometri in 34:41 e i successivi in 33:59. Durante le prossime settimane spero di avere la continuità che mi è un po’ mancata di recente, a causa di un’infiammazione alla borsa del tendine d’Achille sinistro, per cercare di fare una maratona entro la fine dell’anno. Ho cambiato il mio modo di allenarmi con l’olimpionico Stefano Baldini, che da questa stagione mi segue come tecnico, con meno chilometri e maggiore qualità. Nel mese di luglio ho trascorso un periodo di raduno a Livigno insieme alle azzurre Sara Dossena e Giovanna Epis, che ormai tra pochissimi giorni saranno in gara ai Mondiali di Doha, venerdì sera, in una prova sicuramente difficile per l’orario e per il caldo. Non vedo l’ora di fare il tifo per loro!”. [RISULTATI/Results]

VINOVO - Podio tutto africano alla Hipporun Mezza Maratona di Vinovo (Torino). Nella gara femminile l’etiope Gedamnesh Mekuanent Yayeh si impone con 1h12:08 tallonata dalle keniane Mary Wangari Wanjohi (1h12:19) e Lenah Jerotich (Atletica 2005), terza in 1h12:24. Record personale sfiorato dall’alessandrina Elisa Stefani (Brancaleone Asti), sesta al traguardo. La 33enne di Valenza con 1h13:52 arriva ad appena due secondi dal suo primato di 1h13:50, corso a Lugano nel mese di maggio dopo essere scesa a 2h33:36 nella maratona di Praga. Nono posto invece per la romagnola Beatrice Boccalini (Gs Gabbi) in 1h16:52. Tra gli uomini solo Kenya nelle prime posizioni con Paul Tiongik (Gp Parco Alpi Apuane, 1h01:17) che mette in fila Dickson Nyakundi (1h01:36) e Roncer Kipkorir Konga (1h02:25). Quinto il piemontese Francesco Carrera (Atl. Casone Noceto), autore di un progresso personale in 1h05:39, settimo Hicham Kabir (Cs San Rocchino, 1h05:47 PB) e ottavo il valdostano René Cunéaz (Cus Pro Patria Milano, 1h05:49). Nella 10 km competitiva Hippoten, affermazioni della promessa Riccardo Mugnosso (Dk Runners Milano, 29:45) e di Valeria Roffino (Fiamme Azzurre, 34:12). [RISULTATI/Results]

IN LOMBARDIA - Brillante vittoria per Luca Magri nella sesta edizione della io21zero97 da Breno a Darfo Boario Terme (Brescia). Sulle strade della Valle Camonica, il 28enne alfiere della Recastello Radici Group ha corso in 1h04:06 per battere nettamente Michele Palamini (Ga Vertovese, 1h05:17) e Francesco Agostini (Atl. Casone Noceto, 1h05:26). La prova femminile è andata per distacco a Federica Zenoni (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) con 1h17:21, mentre hanno completato il podio Sara Bazzoli (Atl. Gavardo ’90 Libertas, 1h20:27) e Luisa Gelmi (Ga Vertovese, 1h20:49). [RISULTATI/Results]

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: