Mennea Day in 39 città

12 Settembre 2014

Tanti campioni di oggi e di sempre corrono i 200 metri nel ricordo del record del mondo della "Freccia del Sud" e dei valori che legò al proprio nome

 

E' andato in scena in 39 città italiane il Mennea Day, organizzato da FIDAL con il patrocinio dell'Agenzia Nazionale per i Giovani. Oggi tutti, anche i non tesserati, hanno potuto correre i 200 metri in onore dell’italiano che 35 anni fa a Città del Messico diventava l’uomo più veloce al mondo sul mezzo giro di pista. Il 12 settembre del 1979 in 19 secondi e 72 centesimi Pietro Mennea impresse il suo nome nella storia dello sport, un nome che poi seppe legare in modo indissolubile ai valori di onestà, rispetto, dedizione e passione per l’atletica. Il record del mondo di Città del Messico trasformò il pugliese in un’icona della velocità, impresa coronata l'anno successivo, nel 1980, con la vittoria ai Giochi Olimpici di Mosca e lo fece entrare nei cuori e nella memoria di milioni di persone. Proprio per testimoniare questo affetto e l’adesione al suo modo di intendere la vita e lo sport, sono state tantissime le persone scese in pista per correre i 200 metri, per agonismo o per divertimento, dalle piste di atletica ai centri storici, tesserati e non, ognuno a suo modo e con il proprio passo. Simbolica la quota di iscrizione, fissata in due euro, e destinata alla Fondazione Pietro Mennea Onlus, organizzazione voluta dal campione azzurro ed impegnata in iniziative di solidarietà sociale. Le manifestazioni nelle varie sedi sono proseguite fino a serata inoltrata con alcuni eventi in calendario sabato 13 o domenica 14 settembre.

Roma, in diretta tv su RaiSport dallo Stadio dei Marmi intitolato proprio a Pietro Mennea, nel pomeriggio tanti campioni sono stati presenti alla manifestazione aperta con una sfilata lunga 200 metri (e animata da centinaia di giovani delle scuole di atletica della Capitale). A cominciare da tre duecentisti: Diego Marani (Fiamme Gialle) agli Europei di Zurigo capace di diventare il terzo italiano di sempre sulla distanza (20.36), Eseosa Fausto Desalu (Fiamme Gialle) sceso nella stessa occasione a 20.55 e il giovanissimo Filippo Tortu (Riccardi Milano) unico europeo a conquistare la finale ai Giochi Olimpici Giovanili di Nanchino. Con loro anche le tre medaglie azzurre della rassegna cinese ovvero l’argento del salto in lungo Beatrice Fiorese, quello del triplo Tobia  Bocchi (CUS Parma) e il bronzo della marcia Noemi Stella (Atl. Don Milani). In prima fila nella manifestazione romana c’era però Manuela Mennea, la moglie di Pietro, accompagnata dal presidente della FIDAL Alfio Giomi e dal segretario generale del CONI Roberto Fabbricini. Presenti anche il presidente di ANG, l’Agenzia Nazionale per i Giovani, Giacomo D'Arrigo e il giornalista (presente a Città del Messico nel giorno dell’indimenticabile 19.72) Gianni Minà. In pista intanto la più veloce è stata l'azzurra dei 400 metri Chiara Bazzoni (Esercito) vincitrice della prova femminile in 24.54 (-0.1) davanti all'eptathleta Flavia Nasella (Acsi Italia Atletica) che ha corso in 25.30. 

Tanti gli azzurri anche a Torino, con i quattrocentisti Davide Re (CUS Torino) e Michele Tricca (Fiamme Gialle/Atl. Susa), la sprinter Martina Amidei (Aeronautica/CUS Torino), i mezzofondisti Soufiane El Kabbouri (CUS Torino) e Marouan Razine (Esercito/CUS Torino) mentre a Milano è sceso in pista Roberto Severi (CUS Pro Patria Milano). Irene Siragusa (Atletica 2005) è stata la testimonial della manifestazione di Siena insieme all'azzurrino Yohanes Chiappinelli (UISP Atletica Siena). A Vicenza con Michael Tumi (Fiamme Oro) a bordo pista hanno gareggiato le stelline di casa Ottavia Cestonaro (Forestale) ed Elena Bellò (Atl. Vicentina). A Bologna hanno corso gli Azzurri dei Carabinieri Fabrizio Schembri, Stefano La Rosa, Hannes Kirchler e Matteo Giupponi.

SOCIAL NETWORK - Partecipate e raccontateci il vostro "Mennea Day" anche attraverso Facebook, Twitter e Instagram.Hashtag ufficiale: #MenneaDay 

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

ALCAMO - Ieri, ad Alcamo (Trapani) nei 200 del Mennea Day la più veloce è l’azzurrina dei 400 metri Alice Mangione che con 24.39 (+2.1) arriva davanti a Vincenza Calì (Fiamme Azzurre). In precedenza Mangione aveva vinto i 100 metri in 12.05 (+1.6). Nel corso della manifestazione è scesa in pedana anche Simona La Mantia (Fiamme Gialle) che salta 13,40 (+0.1) nel triplo. Fra gli uomini 10.38 di Federico Ragunì (CUS Palermo) e 10.65 per il lunghista junior Filippo Randazzo (Pro Sport 85 Valguarn), entrambi con vento oltre la norma (+2.4).

ARCO DI TRENTO - Il freddo e la pioggia di Arco (Trento) hanno forse ridotto la partecipazione, ma non di certo lenito l'entusiasmo per il secondo Mennea Day, culminato con i 200 metri per una settantina di impavidi che si sono presentati ai blocchi di partenza al termine della sesta prova del Grand Prix Giovanile provinciale. La serata organizzata dall'Atletica Alto Garda e Ledro ha consentito anche al Comitato Fidal Trentino di premiare e consegnare i diplomi ai 36 nuovi istruttori che nei mesi scorsi hanno completato il percorso di formazione. Poi tutti in pista per i 200 metri di Pietro Mennea, sotto lo sguardo del presidente del Comitato Giorgio Malfer. In queste occasioni il tempo non conta, ma il più veloce in pista è stato Alessio Gorla, velocista del Lagarina Crus Team: 22.16 per lui.

BOLOGNA – È stata una bella giornata di festa. La manifestazione che si è svolta oggi a Bologna, analogamente ad altre 38 città in Italia, era unica sede in Emilia Romagna ed è stata organizzata dalla Virtus Emilsider Bologna e dal Cus Bologna. C'è stata la presenza, anche simbolica, di tanti atleti di vertice, ma soprattutto di molti giovani, che si sono tutti cimentati a correre la distanza dei 200 metri. Gli atleti del G.S.

Carabinieri hanno le corso le prime 3 serie: tra loro 2 finalisti dei Campionati Europei come Fabrizio Schembri e Stefano La Rosa, ma anche i lanciatori Paolo Dal Soglio e Hannes Kirchler, il marciatore Matteo Giupponi e il responsabile della sezione di atletica del Gruppo Sportivo Ottaviano Iuliano. Nelle serie successive ci sono state prestazioni molto interessanti soprattutto nelle categorie giovanili, che difficilmente in altre occasioni hanno un riscontro ufficiale su questa distanza.

BOLZANO - Nella riunione di Bolzano il più veloce è stato lo Junior Alessandro Monte in 22,94 secondi. Lo sprinter dell'Athletic Club 96 Bolzano si è imposto davanti al meranese Michael Albrecht (23,01), che detiene la MPI Under 16 sui 300 metri. Nella gara femminile la vittoria è andata all´Under 18 di Settequerce Julia Calliari, alla sua prima esperienza in assoluto sui 200 m, chiusi in buoni 25,63 secondi. Calliari ha battuto l’azzurrina Valentina Cavalleri (25,76) e Valeria Mura (26,24).

CAGLIARI – Oltre trecento ragazzi delle categorie giovanili hanno animato il Mennea Day, andato in scena al “Santoru” di Cagliari e abbinato alla XIV e ultima prova del Superpremio regionale 2014. A sorpresa, la palma del migliore nei 200 metri maschili del settore assoluto è andata a Giuseppe Perra (Atl. Olbia) che ha corso la distanza in 22.59 (vento +1.8). Nella serie degli atleti che vantavano il miglior accredito di iscrizione arrivo al fotofinish tra Gigi Becca e Stefano Caneo, entrambi del Cus Sassari, che hanno tagliato il traguardo in 22.91 (+0.7). Terzo Giovanni Canu (Shardana), 22.95, e quarto il vicecampione sardo assoluto, allievo, Hilary Polanco (Amsicora), 23.05. Tra le donne successo scontato per Alessandra Marceddu (Cus Cagliari) su Nadia Neri (id) e Stefania Cruccas (Nuova Atl. Sardegna): rispettivamente 25.04, 25.50 e 26.02 (-0.4). In altra serie successo per la campionessa europea e mondiale master dei 400, Donatella Faedda (Cus Cagliari), 25.97 (+1.8). 

CAMPOBASSO – Giornata di sole senza nemmeno una goccia di pioggia al campo scuola "Nicola Palladino" di Campobasso, quasi a voler accompagnare con i suoi raggi benevoli ciascuno degli atleti tesserati e non che si sono confrontati con la distanza dei 200m del Mennea Day. Vivo nel cuore di chi ama e pratica l'atletica leggera il ricordo di Pietro Mennea. Alla presenza del presidente di FIDAL  Molise Matteo Iacovelli, che ha consegnato personalmente a ciascun atleta l'attestato ricordo dell'evento i migliori in pista sono stati Eleonora Russo, Atletica Isernia, che ha chiuso in 27.8 ed Andrea Di Giacomo,Polisportiva Molise al traguardo dopo 24.3. 

CASERTA - Sulla Pista dello Stadio Alberto Pinto di Caserta, intitolata al Grande sprinter Pietro Mennea, hanno gareggiato sulla distanza dei 200m tutte le categorie federali. Il trofeo sui 200m  Assoluti maschie è andato a Niccolò Stabile (Arca Atl. Aversa) con il crono di 23.32 (-0.1) e quello Assoluti femminile alla napoletana Martina  Mariniello (Enterprise Sport & Servìce) con il crono di 26.20 (-1,0). Nei 200m Cadetti sul gradino più alto del podio è salito Andrea Palma (Atl. Cercola) con 24.40 e tra le Cadette la sannita Francesca Festante (Lib. Am. Atl Leggera BN) con 29.49. Al primo posto nei 200m Ragazzi si è  classificato Giovanni Musto (Atl. Villa Literno) con 26.50 e tra le Ragazze Giada Gambardella(G.S. Fiamme Argento) con 32.64. Nel Programma delle manifestazione anche gli 800 Assoluti maschili vinti da Claudio Nacca (Enterprise Sport & Service) con il tempo di 1:51.97. 

GROSSETO - Nella pista immersa nel verde del campo Zauli a Grosseto, dentro ad una cornice di applausi calore ed emozioni, gli sportivi grossetani raccolti per onorare il ricordo di Pietro Mennea hanno corso insieme agli "atleti speciali" di Skeep, l’associazione dedita all'inclusione dei ragazzi disabili attraverso lo sport. L’evento è stato organizzato da Atletica Banca della Maremma ed ha avuto il sapore di un abbraccio nello sport fra atleti con disabilità e non.  Numerosi i volontari in affiancamento e tantissimi gli sportivi sugli spalti o lungo la pista ad incoraggiare. Alla fine diploma del Mennea Day per tutti. 

MILANO – C’è l’atletica di ieri e di oggi al Mennea Day di Milano. All’Arena meneghina c’è l’atletica di oggi con la gara per tesserati è arricchita da protagonisti di spessore nazionale. Tra gli uomini trionfano (premiati poi dal presidente del Comitato regionale Grazia Vanni e dal presidente del CP Milano Sabrina Fraccaroli) i quattrocentisti: vince lo junior Nicolò Ceriani (Atl. Rovellasca) con 21.88 davanti alla riserva azzurra a Zurigo Roberto Severi (CUS Pro Patria Milano) a 22.04; terzo Diego Zuodar (Biotekna Marcon) con 22.52 (vento -0.9). Al femminile successo per Michela D’Angelo (CUS Pisa Atl. Cascina) in 25.26 (-0.2) su Sabrina Galimberti (Atl. Rovellasca, 26.14) e la medagliata europea SF35 Maria Sgromo (Atl. Brescia 1950, 26.82), senza dimenticare la presenza di un’azzurra paralimpica come Arjola Dedaj. C’è l’atletica di ieri e dell’altro ieri, con gli ex azzurri Andrea Colombo (oggi psicologo) al traguardo con i due figli e Armando Sardi che si ributta tra le corsie e stampa 37.52 (tra il pubblico presenti Gianni Perricelli, Franco Sar e Gianfranco Baraldi, senza dimenticare la sciatrice Claudia Giordani). C’è soprattutto l’atletica di domani con tutti i giovanissimi (tesserati e non) che con le loro corse fanno da prologo alla manifestazione agonistica: durante le loro volate un segnale acustico ha permesso loro di rendersi conto dei 19 secondi e 32 centesimi dopo lo sparo che hanno segnato una pietra miliare per lo sprint azzurro. Un modo semplice ma significativo per capire quanto fosse grande Pietro. A pochi metri di distanza si celebra anche Adolfo Consolini, con un drappello di giovanissimi a metter per la prima volta le mani sul disco sotto la guida del tecnico Sergio Previtali.

PORTO SAN GIORGIO (FM) – Un giorno e duecento metri nel ricordo di Pietro Mennea. Le Marche, come le altre regioni italiane, hanno celebrato la seconda edizione del Mennea Day. Quest’anno l’evento è tornato al campo comunale di Porto San Giorgio (Fermo), per l’organizzazione dell’Atletica Sangiorgese “Renato Rocchetti” e il patrocinio del Comune di Porto San Giorgio. Tanti hanno voluto esserci nonostante la pioggia, che ha fatto disputare la manifestazione all’interno della palestra coperta anziché all’aperto.

Ognuno a modo suo e con la propria andatura sui 200 metri, per l’occasione con frazioni di 50 metri in andata e ritorno, ma uniti dalla stessa passione verso lo sport. In tutto 102 partecipanti, con in prima fila il sindaco Nicola Loira, il vicesindaco Francesco Gramegna e l’assessore allo sport Valerio Vesprini. Ma anche gli atleti che hanno corso insieme alla famiglia, come la sangiorgese Annalisa Torquati (quarta nelle ultime due edizioni dei Campionati italiani allievi proprio sui 200 metri) e il pesista Lorenzo Del Gatto, vicecampione italiano promesse. Presenti lo sprinter Riccardo Scendoni, azzurro alla Paralimpiade di Londra, e atleti provenienti da altre zone della regione: il duecentista Alessandro Berdini dell’Aeronautica, la mezzofondista elpidiense Elisa Copponi (due volte tricolore giovanile) e il lunghista maceratese Marco Vescovi. In apertura sono scesi in pista i marciatori, seguiti dai velocisti e dai mezzofondisti, per vivere l’evento in modo corale. A ognuno è stato consegnato il diploma personalizzato con il proprio nome, testimone dell’adesione al “Mennea Day” che si è svolto con il patrocinio di Ang, l’Agenzia Nazionale per i Giovani. 

SIENA - Il Mennea Day di Siena va in scena alla presenza della bicampionessa italiana di 100 e 200 metri Irene Siragusa (Atletica 2005). Clima di festa e temperatura fresca dopo una giornata piovosa, magicamente apertasi proprio poco prima dello start della prima serie. Tra i vari nomi al via nel ricordo del grande campione olimpico di Mosca 1980  anche l’azzurrino del mezzofondo Yohanes Chiappinelli. Il miglior tempo assoluto è quello dello junior Claudio Facchielli (Montepaschi Uisp Atletica Siena). 

TORINO - A Torino si è scelto di celebrare Pietro Mennea non sul suo amato tartan ma nel cuore della città: 200m corsi in Via Roma nel tratto compreso tra Piazza Castello e Piazza San Carlo. Il salotto buono della capitale sabauda dalle 20.00 alle 22.00 è quindi stato per questa sera completamente dedicato all'atletica. Tra i partecipanti all'evento spiccano alcuni nomi, in particolare quelli di coloro che hanno vissuto l'atletica insieme al barlettano. Cesare Bussi (ex velocista, campione Italiano sui 200 metri juniores, finalista con lo stesso Mennea ai campionati italiani assoluti ed ex bobbista italiano), Franco Ossola (figlio di Franco Ossola, azzurro e giocatore del Torino Calcio scomparso a Superga, partecipa alle Universiadi di Torino nel ’70, quindi alle Olimpiadi di Monaco nel ’72, alle Universiadi di Mosca nel ’73 ed agli Europei di Roma nel ’74; nel 1972 a Barletta coprendo la prima frazione, con Benedetti, Abeti e Mennea, conquista il record mondiale della 4x200 in 1’21”5), Alessandro Ussi (ex saltatore di triplo della Nazionale italiana), Giacomo Puosi (ex velocista italiano che ha gareggiato alle Olimpiadi di Monaco nel ’72), Edoardo Giacometti (ex atleta quattrocentista), Orfeo Ponzin (ex atleta specialista dei 400m e dei 400hs). Dal recente passato al presente dell'atletica con alcuni dei piemontesi che hanno vestito l'azzurro ai Campionati Europei di Zurigo: i quattrocentisti Davide Re (CUS Torino) e Michele Tricca (Fiamme Gialle/Atl. Susa), la sprinter Martina Amidei (Aeronautica/CUS Torino), i mezzofondisti Soufiane El Kabbouri (CUS Torino) e Marouan Razine (Esercito/CUS Torino).

VICENZA - Trentacinque dopo, il cielo in Veneto è grigio. Ma la passione scalda i cuori. Il Mennea Day, a Vicenza e Verona, sta portando in pista centinaia di sportivi: atleti, ex atleti, gente comune che, senza limiti d’età, intendono contribuire a mantenere accesa la fiammella del ricordo del grande campione barlettano nella giornata che rappresenta anche il trentacinquesimo anniversario del fantastico record mondiale sui 200 metri  (19”72 il 12 settembre del 1979 a Città del Messico). Al Campo Perraro di Vicenza, dov’è sceso in pista persino un bambino di tre anni che, giunto sul traguardo, voleva proseguire la corsa, l’Atletica Vicentina, insieme al CP FIDAL Vicenza e all’Associazione Amici dell’Atletica, ha coinvolto innanzitutto le società del territorio, che hanno risposto in forze. Atteso a bordo campo, per una festa che durerà sino a tarda sera, anche lo sprinter azzurro Michael Tumi. Mentre le volate, ufficialmente cronometrate, coinvolgeranno anche gran parte dei talenti vicentini dell’ultima generazione: da Ottavia Cestonaro a Elena Bellò, da Alessandro Pino (il più veloce, sulla pista vicentina, nell’edizione 2013 del Mennea Day) a Check Hamed Minougou.  

VERONA - Centinaia di persone in pista anche al Campo Consolini-Basso Acquar di Verona, dove il Comitato provinciale della Fidal, guidato da Stefano Stanzial, in queste ore, sta proponendo un evento destinato a bissare il successo dell’edizione 2013. Anche al Consolini, in pista atleti di oggi e di ieri (ieri, alla presentazione ufficiale del Mennea Day veronese, c’erano anche le velociste azzurre Gloria Hooper e Johanelis Herrera Abreu e il triplista Michele Boni, tre glorie dell’atletica scaligera), ma pure tanti semplici appassionati. Boni si è poi cimentato anche in pista, preceduto ad inizio pomeriggio dall’ex discobolo Luciano Zerbini. Oltre 50 le serie disputate, per un totale di circa 300 partecipanti. Per tutti, gli organizzatori hanno previsto un diploma di partecipazione con l’indicazione del tempo realizzato. Anche a Verona la festa proseguirà sino a tarda serata, accompagnata da musica e momenti conviviali. Nel segno di un campione che è stato un esempio in pista e fuori.  

a.c.s. 

(Hanno collaborato Cristiana Artuso, Andrea Bruschettini, Cinzia Calabrese, Luca Cassai, Mauro Ferraro, Alessandro Floris, Lorenzo Magrì, Vincenzo Miceli, Luca Perenzoni, Cesare Rizzi, Giorgio Rizzoli, Myriam Scamangas, Alex Tabarelli)

L’elenco delle città nelle quali si svolge il Mennea Day 2014:

ABRUZZO: Roseto degli Abruzzi (TE) e Notaresco (TE)
CAMPANIA: Caserta e Agropoli (SA)
EMILIA ROMAGNA: Bologna
FRIULI VENEZIA GIULIA: Casarsa delle Delizie (PN)
LAZIO: Roma, Viterbo e Cassino (FR)
LIGURIA: Genova
LOMBARDIA: Milano, Vigevano (PV), Cremona e Busto Arsizio (VA)
MARCHE: Porto San Giorgio (MC)
PIEMONTE: Torino
TRENTINO - ALTO ADIGE: Arco di Trento (TN) e Bolzano
PUGLIA: Barletta, Bari, Foggia, Lecce e Grottaglie (TA)
SARDEGNA: Cagliari.
SICILIA: Alcamo (TR), Misterbianco (CT) ed Enna (EN).
TOSCANA: Casette di Massa (MS), Grosseto, Livorno e Siena.
UMBRIA: Bastia Umbra (PG), Orvieto (TR) e Narni (TR).
VENETO: Vicenza e Verona
VALLE D'AOSTA: Donnas (AO)

Mennea Day



Condividi con
Seguici su: