Medaglia di bronzo per Paola Forghieri nei 60 metri allieve di Ancona




 

Prima giornata dei Campionati Italiani Indoor Allievi ad Ancona, con una prima medaglia per gli atleti della nostra regione. La vince Paola Forghieri (Mollificio Modenese), al 3° posto nei 60 metri con 7.82, stesso tempo della seconda classificata. Per la Forghieri è la seconda medaglia vinta ai Campionati Nazionali, dopo il 2° posto negli 80 metri cadette a Jesolo 2012. Oltre al podio dell’atleta di Modena, nella prima giornata ci sono stati altri piazzamenti di rilievo da parte di altri allievi e allieve della Emilia Romagna. Ma andiamo in ordine di cronaca in base ai piazzamenti.

60 metri allieve: in mattinata si corrono 5 batterie per 39 atlete che dovranno selezionare 24 semifinaliste. Nel primo turno 7.78 per Alessia Pavese (Atl. Bergamo 1959 Creberg), 1° anno nella categoria, con le atlete della nostra regione a ridosso: Paola Forghieri 7.82, Laura Fattori (Atl. Reggio) 7.84, Eleonora Iori (Mollificio Modenese) 7.87, Giulia Storti (Interflumina E’ Più Pomì) 7.89, tutte fra le prime 8 in base ai tempi. Il turno di semifinale vede nella seconda Laura Fattori primeggiare con 7.82, 3° tempo fra le 24 semifinaliste, preceduta ancora da Alessia Pavese con 7.71 e da Sofia Bonicalza (Pro Sesto) 7.78. Si qualificano per la finale anche la Forghieri e la Storti, con 7.85 e 7.87, rispettivamente al 2° e 3° posto nella semifinale vinta dalla Bonicalza. Appena fuori dalla finale la Iori con 7.90. E’ ora la finale: è la Bonicalza, anche lei al 1° anno di categoria e campionessa italiana cadette 2013 sui 300 metri, a prevalere con 7.80, mentre la Pavese, attardata in partenza, recupera solo il 2° posto con 7.82 e precede di un niente Paola Forghieri, accreditata dello stesso tempo. 5° posto per Giulia Storti con 7.90 e 7° per Laura Fattori con 7.96.

Lungo allievi: 4° posto per Francesco Lama (Atl. Imola Sacmi Avis), campione italiano allievi nel pentathlon indoor a fine gennaio, con 7,17, 10 cm oltre il personale precedente. Lama, dopo il 6,85 iniziale, si porta in testa con 7,01 dopo il secondo turno. Nel terzo passa al comando Andrea Federici (Atl. Bergamo 1959 Creberg) con 7,07. Nel quarto turno Lama con 7,10 migliora il personale e si conferma al 2° posto superando Federici ma cedendo al salto che risulterà vincente di Andrea Pianti (A.L. Porto Torres) con 7,34. Nel penultimo salto arrivano il 7,27 di Gianluca Santuz (Atl. Vicentina) e il 7,18 di Federici. Nell’ultimo salto Lama va a sfiorare il podio con 7,17 a 1 solo cm dalla misura del 3° classifica Federici. Si piazzano al 20° e 21° posto Federico Boschetti (Atl. Santamonica Misano) e Luca Gobbato (Modena Atletica) con 6,26 e 6,23.

Peso allieve: 4° posto con 13,59 per Marta Baruffini (Cus Parma), che aveva vinto i titoli outdoor nel 2012 come cadetta e nel 2013 da allieva, Questa volta trova più in forma Danielle Frederique Madam (Ilpra Atl. Vigevano Parco Acq.) a 14,10, Yohely Jimenez Luna (Athletic Club Firex Belluno) a 14,00 e Francesca Raffaello (Alteratletica Locorotondo) a 13,62, che nell’ultimo turno supera Marta per il 3° posto.

60 metri allievi: 5° posto in finale per Andrei Alexandru Zlatan (Atl. Reggio) con 7.13 e 7° posto per Simone Marani (Sintofarm). In precedenza Zlatan aveva vinto la sua batteria in 7.14 e la prima semifinale in 7.09, mentre anche Marani si era qualificato per la finale con 7.17. Le medaglie di questa gara vanno a Filippo Tortu (Atl. Riccardi Milano) 6.95, Gianluca Basso (Atl. Vicentina) 7.06 e Simone Matera (Gruppo Sportivi Chivassesi) 7.10.

Alto allieve: 6° posto per Maite Vanucci (Cus Bologna) con 1,64, che ha iniziato con 1,53 passati alla seconda prova, come pure 1,57, mentre 1,61 e 1,64 li ha superati alla prima. Il titolo va a Erica Marchetti (Cus Pisa Atletica Cascina) con 1,68, 1° anno di categoria. 16° posto per Francesca Paglia (Interflumina E’ Più Pomì) con 1,53.

Marcia 3000 metri allieve: 7° posto per Linda Terzi (Self Montanari Gruzza) con 15.30.98, nella gara vinta dalla favorita Noemi Stella (Atletica Don Milano) con 13.40.44. L’Emilia Romagna mette anche al 9° posto Virginia Orlandi (Interflumina E’ Più Pomì) con 15.39.40, al 12° Molly Jade Davej (Self Montanari Gruzza) con 15.55.98 e al 16° Asia Corghi (Corradini Rubiera) con 16.12.89.

Asta allievi: 14° posto per Daniele De Gennaro (Cus Parma) con 3,90, che migliora di 20 cm il personale e stessa misura di 3,90 anche per Simone Lazzari (Interflumina E’ Più Pomì) 15°.

Marcia 5000 metri allievi: il migliore degli atleti della nostra regione è Elia Maccari (Sintofarm), 17° in 25.17.65.

Per quanto riguarda i turni eliminatori, nei 400 metri allievi Alessandro Xilo (Virtus Emilsider Bologna) ottiene il miglior tempo con 50.81 e domani potrà puntare a un grande risultato, mentre nei 400 metri allieve Alice Branchi (Cus Parma), pur fuori dalla finale, migliora il personale con 59.20.

Giorgio Rizzoli



Condividi con
Seguici su: