Master tra record e campioni senza età

08 Ottobre 2020

Ad Arezzo il weekend tricolore degli “over 35”. Quante storie: il recordman mondiale Aramis Diaz, i primatisti europei Forcellini e Ghi. E nel triplo c’è Fabrizio Schembri. DIRETTA STREAMING su www.atletica.tv

 

di Luca Cassai

Tutto pronto ad Arezzo che nel weekend torna a ospitare i Campionati Italiani Master, per la terza volta negli ultimi cinque anni. Sarà il rientro tricolore per gli “over 35” dell’atletica con grandi cifre di partecipazione: più di 1500 iscritti e circa 3000 presenze-gara nelle tre giornate di competizioni allo stadio Enzo Tenti, da venerdì 9 a domenica 11 ottobre. Molto ricco il programma, che comprende anche le prove multiple oltre alle staffette, e tanti motivi di interesse nell’edizione numero 40 della rassegna.

IMPRESE DA RECORD - Anche se meno intensa rispetto al passato, la stagione ha visto cadere diversi record e sono annunciati ad Arezzo i protagonisti dei recenti acuti. Non uno, ma due primati del mondo sui 400 ostacoli M45 per Aramis Diaz (Atl. Biotekna Marcon): di origine cubana e italiano per matrimonio, si è impadronito del limite con 53.90 nella batteria degli Assoluti di Padova e poi a Roma è sceso a 53.57 nel mese scorso. Sulla pedana dell’asta è arrivata al record europeo W60 una delle pioniere della specialità, la cardiologa romana Carla Forcellini (Atletica dei Gelsi) con 2,86 nella manifestazione di fine settembre a Reggiolo dedicata a “Papo” Bolondi, scomparso un anno e mezzo fa, dopo averlo eguagliato tre settimane prima con 2,85. E al maschile c’è riuscito il modenese Arrigo Ghi (Atl. Santamonica Misano), titolare di un celebre studio fotografico e maestro stampatore, pareggiando il primato continentale dell’asta M75 a quota 2,85, in luglio a Ponzano Veneto, anche se durante l’inverno era già salito a 3,00 indoor poco prima di compiere gli anni e cambiare quindi categoria a livello internazionale. Per entrambi potrebbe esserci nel mirino un nuovo progresso.

NUOVI PRIMATISTI - Tra gli atleti che nel 2020 hanno già firmato migliori prestazioni italiane spicca il nome di Barbara Martinelli (Us San Vittore Olona 1906), a segno sui 400 in 1:04.09 e anche negli 800 con 2:28.88 nella fascia di età SF55, ai campionati regionali di Chiuro. Proprio ad Arezzo, nell’edizione di due anni fa, ha rimediato un infortunio che l’aveva costretta a un periodo di stop ma ora l’ex azzurra è tornata per riscrivere altri primati. Sempre negli 800 metri due siciliani hanno festeggiato un record nazionale di categoria, Lucia Pollina (La Fratellanza 1874 Modena, SF45) con 2:15.81 e Giovanni Finielli (Gs Tortellini Voltan Martellago, SM70) in 2:29.72. Nei salti applausi invece per la torinese Chiara Ansaldi (Atl. Sandro Calvesi, SF50) che ha superato 1,55 nell’alto e per Loredana Turreni (Romatletica Footworks) con 8,84 nel triplo SF60.

SCHEMBRI NEL TRIPLO - A dare prestigio alla manifestazione, la presenza di un azzurro. Nel triplo al via Fabrizio Schembri: nove volte tricolore assoluto, finalista mondiale ed europeo nelle scorse stagioni, il 39enne comasco dei Carabinieri per la prima volta si mette alla prova in una rassegna tricolore master, con la gara M35 che è prevista alle ore 14.00 di sabato. È iscritto nel martello, però molto probabilmente non sarà tra i partecipanti il campione italiano Marco Lingua (asd Marco Lingua 4ever).

CAMPIONI SENZA ETÀ - Tanti big del movimento sono attesi all’evento, per ricominciare a confrontarsi nelle sfide con un titolo in palio. L’eterno Carmelo Rado (Olimpia Amatori Rimini), atleta master mondiale dell’anno nel 2019 per il settore lanci, potrebbe cimentarsi in tre gare SM85: peso, disco e martello con maniglia corta. E il compagno di club Lamberto Boranga, ex portiere di serie A, torna in pedana nell’alto e nel lungo SM75. Due impegni previsti (1500 e 5000 SM85) anche per l’intramontabile mezzofondista trentino Bruno Baggia (Atl. Valli di Non e Sole), vincitore di quattro medaglie d’oro nella scorsa stagione agli Europei master in provincia di Venezia. Nello sprint SM70 da seguire il calabrese Vincenzo Felicetti (Road Runners Club Milano), che nel 2019 a Jesolo ha conquistato il suo sesto titolo continentale sui 400 metri. Il menù del decatleta Hubert Indra (Südtirol Team Club), due anni dopo il record mondiale M60 realizzato ad Arezzo nella kermesse dedicata alle prove multiple, prevede invece sei competizioni: 100hs, 300hs, alto, asta, triplo e disco. Attenzione quindi al primatista iridato dell’alto M55 Marco Segatel (Olimpia Amatori Rimini) e nella stessa categoria al velocista Alfonso De Feo (Liberatletica Roma).

LE PIÙ ATTESE - Non finisce di stupire Emma Mazzenga (Expandia Atl. Insieme Verona). La padovana classe 1933, ex insegnante di scienze e chimica, a fine settembre ha inaugurato la lista dei primati italiani SF85 nei 400 a Mestre con 1:51.58 ed è iscritta anche sui 200 metri. Tre gare per l’oro europeo del pentathlon lanci Maria Luisa Fancello (Assi Giglio Rosso Firenze), alle prese con peso, disco e martello SF75. Nel mezzofondo in azione la due volte campionessa continentale Rosanna Barbi Lanziner (Südtirol Team Club, SF60) e fa il suo ingresso nella categoria SF50 Simona Prunea (Gs Orecchiella Garfagnana), ex iridata indoor, mentre nella marcia SF45 tra le altre ci sarà Valeria Pedetti (Atl. Arcs Cus Perugia), premiata nel 2018 come migliore europea del settore. Nei 200 SF45 è iscritta con il terzo accredito l’atleta transgender Valentina Petrillo (Pontevecchio Bologna) alle spalle di due pluricampionesse dello sprint, la milanese Denise Neumann (Atl. Ambrosiana) e Cristina Sanulli (Atl. Endas Cesena).

GLI ISCRITTI DI AREZZO 2020 - L’ORARIO DELLE GARE

DIRETTA STREAMING - I Campionati italiani master 2020 di Arezzo saranno trasmessi in diretta video streaming su www.atletica.tv.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: