Master: Societari al giro di boa

16 Settembre 2017

Il vento spinge i velocisti nella giornata inaugurale della rassegna tricolore a Montecassiano, in gara il primatista italiano assoluto del giavellotto Sonego. Domani si assegnano gli scudetti.


 

Tante sfide combattute nella prima giornata dei Campionati italiani di società master su pista a Montecassiano, in provincia di Macerata. Protagonista la velocità con le gare sui 100 metri e risultati notevoli al femminile: Paola Pasini (Atl. Virtus Castenedolo/SF55) corre in 13.69 (+4.3) e Giusy Sangermano (Trieste Atletica/SF70) in 16.06 (+4.1). Per entrambe sfuma il nuovo primato italiano di categoria solo a causa del vento favorevole oltre la norma, che spazza via le nuvole e la minaccia di pioggia. Il tempo più rapido del pomeriggio comunque porta la firma di Denise Neumann (Atl. Ambrosiana/SF45) con 12.82 (+3.0), poi arriva il record nazionale della 4x100 SF60 per merito della Romatletica Footworks Salaria Village con Elvia Di Giulio, Anna Micheletti, Loredana Turreni e Lucilla Fiori in 1:00.13.

Al maschile l’ex azzurro Marco Torrieri (Romatletica Footworks Salaria Village), finalista nei 200 sia gli Europei 2002 che ai Mondiali indoor 2003, scende sotto gli undici secondi: 10.99 (+1.8) all’ultimo anno di categoria SM35. Sul podio dei 100 metri salgono invece Walter Comper (Atl. Virtus Castenedolo/SM50) in 11.56 (+1.8), Alfonso De Feo (Liberatletica Roma/SM50) 11.75 e Antonio Rossi (Athlon Bastia/SM65), tornato a buoni livelli dopo alcuni problemi fisici in 13.08 (+1.6), nelle classifiche in base alle tabelle di punteggio.

Un primatista italiano assoluto compie il suo ingresso nel mondo master: Carlo Sonego è il miglior giavellottista azzurro di sempre con 84,60 nel 1999 e in questa stagione ha deciso di rientrare in gara, più di quindici anni dopo l’ultima volta.

Oggi, per il 45enne friulano di Sacile, quattro lanci sopra i 50 metri con un picco a 53,84 dopo l’esordio di fine agosto (58,63 a Udine), con la maglia del Gs Tortellini Voltan Martellago nella categoria SM45. Da tre anni ha iniziato ad allenare alcuni giovani promettenti come il cadetto Michele Fina, che detiene la migliore prestazione italiana under 16 della specialità: “Frequentando il campo - racconta Sonego - è tornata la voglia di sentire l’emozione della gara. Mi sono detto che potevo provarci di nuovo, visto che si sono attenuati i fastidi alla spalla che mi avevano fatto smettere dopo due interventi. Nel frattempo sono anche diventato maestro di snowboard. Non sono soddisfatto della misura di oggi, ma è bello essere qui”.

Sulla pedana dell’alto basta 1,75 a Marco Segatel (Olimpia Amatori Rimini), primatista mondiale M55, per aggiudicarsi il successo mentre Aldo Zorzi (Sportclub Merano) pareggia di nuovo il record italiano SM80 con 1,05. Doppietta del Sudtirol Team Club nei 1500 femminili con Elisabeth Moser (SF55) 5:28.05 e Rosa Pattis (SF65) 6:22.06, nei lanci Maria Luisa Fancello (Assi Giglio Rosso Firenze/SF70) mette a segno due vittorie nel martello con 29,36 e nel peso con 7,71. Ricordati due atleti master scomparsi di recente: Simone “Didò” Brozzetti, dell’Athlon Bastia Umbra, e Carlo Vismara, bergamasco della Biotekna Marcon.

Nelle classifiche provvisorie della rassegna tricolore “over 35” per società, al comando gli uomini dell’Olimpia Amatori Rimini e le donne dell’Assi Giglio Rosso Firenze, in attesa della seconda e decisiva giornata che domani dalle 8.15 alle 16.00 circa assegnerà gli scudetti master.

Luca Cassai

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results

L'arrivo di Paola Pasini sui 100 femminili (FotoGP.it)


Condividi con
Seguici su: