Master: Cosenza incorona i campioni 2011




 

Pioggia di titoli e medaglie nella tre giorni dei Campionati Italiani Master 2011 che si sono conclusi domenica 2 ottobre allo Stadio Comunale San Vito di Cosenza con oltre 1200 atleti iscritti. A fare gli onori di casa è stato con due titoli, l'ex azzurro Maurizio Leone, oggi tesserato per il Cosenza K42. Il 38enne calabrese, nel 2004 argento a squadre agli Europei di cross Heringsdorf (Germania), si è imposto su 10000 (32:03.63) e 5000 (15:19.39), specialità quest'ultima in cui nel 1995 vinse il bronzo all'Universiade di Fukuoka (Giappone). Come lui nella categoria MM35 hanno fatto doppietta Andrea Benatti (Pol. Capriolese), 100 (11.15/+0.1) e 200 (22.68/-0.3), Manuel Dalla Brida (Clarina Trentino), 800 (2:01.41) e 1500 (4:21.59), e Luca Tonello (GS Tortellini Voltan), alto (1,81) e triplo (12,57). Tre lanci d'oro per Francesco Longo (Atl. Villafranca): martello (39,05), peso (13,20) e martellone (12,31). Uno in meno, tra gli MM40, per Riccardo D'Angelo (SG Amsicora), peso (11,96) e disco (42,62), e Francesco De Santis (GS Amleto Monti), martello (49,34) e martellone (13,75). Senza rivali nella velocità MM45 Mario Longo (Atl. Marano), leader di 100 (11.01/+0.8) e 200 (22.83/-0.4), imitato da Adriano Pinamonti (Valli di Non e Sole) su 5000 (16:03.40) e 10000 (32:32.00) e Gaetano Marchese (Libertas Catania), campione di martello (42,70) e martello a maniglia corta (12,78). Doppio tricolore MM50, quindi, per Maurizio Vagnoli (Avis Perugia), 5000 (36:27.65) e 10000 (16:43.37), Hubert Indra (Sudtitol Team Club), 100hs (15.00/+4.2) e asta (3,90), Antonio Iacocca (SS Vittorio Alfieri Asti), peso (14,10) e disco (45,72), e Lucio Serrani (GS Amleto Monti), martello (45,89) e martellone (15,72). E se Michelangelo Bellantoni (Atl. Sandro Calvesi) ha collezionato due vittorie MM55 nel peso (12,83) e nel disco (39,85), altrettanto hanno fatto, a livello MM60, il velocista Antonio Rossi (Athlon Bastia), 100 (12.60/-0.4) e 200 (26.21/-0.3), il mezzofondista Giovanni Finielli (Castello Città di Modica), 800 (2:26.60) e 1500 (4:49.03), il saltatore Piercarlo Molinaris (SS Vittorio Alfieri Asti), lungo (5,21) e alto (1,48), e il lanciatore Francesco Bettucci (SEF Macerata), martello (37,64) e martellone (14,06). Per due volte in cima al podio degli MM65 sono saliti Enzo Rover (Brugnera Friulintagli), 1500 (5:19.32) e 5000 (19:39.14), Giovanni Lambri (Atl.Ambrosiana), triplo (8,06) e lungo (4,52), e Giorgio Schiavoni (Acquadela Bologna), martello (34,64) e martellone (12,62). Plurimedagliati MM70 sono stati, invece, Alfonso Scippacercola (Atl. Virgiliano), 400 (1:13.23) e 800 (3:11.33), Alberto Sofia (CUS Bari), 80hs (15.49/+3.3) e alto (1,30), Giorgio Bortolozzi (Vecio GAT Treviso), lungo (4,34) e triplo (9,41), e Franco Bechi (Assi Giglio Rosso Firenze), martello (43,10) e martellone (18,06). Il già titolatissimo Bruno Baggia (Valli di Non e Sole) si mette al collo la bellezza di tre ori MM75: 800 (3:09.34), 1500 (6:17.29) e 5000 (22:24.44). Bi-campioni si laureano, invece, Raffaello Piermattei (Atl. Fabriano), lungo (3,70) e triplo (8,04), Mario Ancillotti (Borgo a Buggiano), peso (8,00) e martello (24,00), e Carmelo Rado (Atl. San Marco Venezia), disco (39,76) e martellone (14,99). Passando agli MM80 fanno il bis Rodolfo Marchisio (Road Runners Club Milano), 17.17 (100) e 36.65 (200), e Giammario Pignataro (SEF Macerata), disco (24,92) e martello (22,68). Spazio, quindi, ai senatori del movimento master italiano con la categoria MM90 in cui brillano i nomi di Ugo Sansonetti (Romatletica), leader di 100 (20.05) e 200 (42.43), dello stilista Ottavio Missoni (Amatori Masters Novara), primo nel peso (6,31) e giavellotto (11,15), e del lanciatore Giuseppe Rovelli (Daini Carate Brianza) protagonista di una tripletta a base di martello (19,53), disco (15,66) e martellone (6,36). Applausi, infine, per il più "esperto" della manifestazione, Giuseppe Ottaviani (Effebi Fossombrone), classe 1916 (MM95), campione di lungo (2,14), triplo (4,46) e disco (16,27).

In campo femminile fa scorta del metallo più prezioso Paola Tiselli (CUS Tirreno Atl.) che torna a casa con gli ori MF35 di 400 (1:01.70), 800 (2:21.67) e 1500 (4:54.53). Nella sua stessa categoria doppia vittoria anche per l'iridata Flavia Borgonovo (Atl. Rovellasca), lungo (5,60/+0.4) e triplo (11,36/-0.6), per la velocista Cristina Sanulli (SELF Montanari Gruzza), 100 (13.05/-0.8) e 200 (26.46/+1.6), e per la lanciatrice Antonella Cicchinelli (USA S.Club Avezzano), peso (7,52) e disco (21,47). Tra le MF40 pareggia il già suo primato nazionale Denise Caroline Neumann, 12.73 (+0.5) sui 100 metri. La portacolori dell'Atletica Ambrosiana ha poi vinto anche i 200 in 26.25 (+1.0). In tre, invece, conquistano due titoli MF45 a testa. si tratta di Donatella Vinci (Road Runners Club Milano), 1500 (5:13.45) e 5000 (18:39.95), Susanna Tellini (Atl. Ambrosiana), lungo (4,79) e triplo (10,25), e Marzia Zanoboni (Liberatletica), martello (30,37) e martellone (9,47). Non mancano le doppiette nemmeno tra le MF50 ad opera di Susanna Giannoni (Assi Giglio Rosso Firenze), 100 (14.13/+0.1) e 200 (28.78/-0.7), Anna Pagnotta (Liberatletica), 400 (1:05.94) e 800 (2:31.78), Erika Niedermayr Indra (Sudtirol Team Club), 80hs (12.93) e 300hs (50.99), Waltraud Mattedi (Sudtirol Team Club), giavellotto (33,99) e disco (33,80), e Paola Melotti (CUS Lecce), martello (34,08) e martellone (10,53). Bottini multipli anche tra le MF55 con il tris dorato di Rosanna Grufi (SEF Macerata): disco (25,55), martello (28,61) anche a maniglia corta (9,63). Doppiette, invece, per Anna Micheletti (Romatletica), 100 (15.19/-1.2) e 200 (31.31/-0.6), Danila Moras (Brugnera Friulintagli), 1500 (5:38.64) e 5000 (19:58.86), e Marirosa Auteri (Vittorio Alfieri Asti), peso (8,26) e giavellotto (22,06). Tre tris nella categoria MF60. Ne sono protagoniste la mezzofondista Waltraud Egger (Meran Memc Volksbank) - 800 (2:54.03), 1500 (5:45.67) e 5000 (20:25.05) - , la sua compagna di club Ingeborg Zorzi - alto (1,23), lungo (3,35) e giavellotto (22,49) - e Rossella Bardi (Borgo a Buggiano), disco (22,91), martello (30,97) e martellone (10,30). Non sono da meno le MF65 Fiorella Fretta (Romatletica), vincitrice di 800 (3:32.70), 1500 (7:07.30) e 5000 (23:57.05), e Brunella Del Giudice (Nuova Atl. Dal Friuli), giavellotto (19,85), martello (32,43) e martellone (11,52). Due successi per Maria Giuseppina Sangermano (Penta Sport Trieste), 100 (15.89/-1.0) e 200 (32.50/+0.2), come per Maria Lategana (CUS Lecce) nel martello (17,35) e martellone MF70 (6,48). Idem Emma Mazzenga, sprinter MF75 dell'Atletica Città di Padova, in questa occasione al titolo sia nei 100 (18.37/-1.0) che nei 200 (38.22/+0.2). Una medaglia in più per Germana Poggiolini (Borgo a Buggiano) che si aggiudica disco (12,64), martello (16,58) e martellone (6,53). Nelle stesse tre specialità, ma tra le MF80, non ha rivali Anna Flaibani (Nuova Atl. Dal Friuli/11,63-19,16-7,46). Per chiudere, una campionessa di sempre, la regina dei lanci Gabre Gabric (Atl. Sandro Calvesi): suoi i titoli MF95 di peso (5,00), disco (10,84) e giavellotto (6,51).

I RECORD DI COSENZA - Diversi i primati - alcuni anche internazionali - stabiliti nel corso della recente rassegna nazionale over 35. Di seguito l'elenco delle nuove migliori prestazioni italiane master: UOMINI - 300hs MM70: Ugo Vogliotti (SS Vittorio Alfieri Asti), 55.42 - peso MM70: Giuseppe Franco (GS Tortellini Voltan) 13,90 - Lungo MM95: Giuseppe Ottaviani (Atl. Effebi Fossombrone) 2,14 (-0.4/record europeo e mondiale) - Triplo MM95: Giuseppe Ottaviani 4,46 (+1.2/record europeo e mondiale); DONNE - 100 MF40: Denise Caroline Newmann (Atl. Ambrosiana), 12.73 (+0.5/primato eguagliato) - 200 MF65: Giuseppina Sangermano (Penta Sport Trieste), 32.50 (+0.2) - 300hs MF50: Erica Niedermayr Indra (Sudtirol Team Club), 50.99 - Triplo MF70: Maria Lategana (CUS Lecce), 5,76 (+0.6)
 
VILLAGGIO ITALIA - Grande successo per Casa Italia Atletica nella tre giorni tricolore di Cosenza. Il Villaggio Italia è stato allestito nella centrale Piazza della Billotta con l’intento di promuovere le eccellenze italiane ed i corretti stili di vita. Al centro del programma vi sono stati, infatti, una serie di partecipatissimi appuntamenti su temi importanti come  quelli dell'attività fisica e della dieta mediterranea. Nell'occasione è stato presentato ufficialmente anche il progetto delle fattorie sportive.

a.g.

Nella foto in basso (a cura del Comitato Organizzatore), Maurizio Leone al centro del podio MM35 dei 5000 metri 

File allegati:
- RISULTATI/Results



Condividi con
Seguici su: