Massaccisi e Cipolloni, cugine d'oro




 

Due splendide medaglie d’oro ai Campionati italiani juniores e promesse di prove multiple, conquistate a Grosseto da due cugine marchigiane, Enrica Cipolloni tra le juniores e Jennifer Massaccisi nella gara per promesse. Parenti di secondo grado (la madre di Jennifer è cugina del padre di Enrica), le due ragazze hanno molto in comune: la società di appartenenza (Tecno Adriatletica Marche), la città di residenza (San Benedetto del Tronto) e in più si allenano insieme sotto la guida di Francesco Butteri, che è anche il caposettore nazionale per le prove multiple. Sono però diverse nel temperamento: Jennifer è un’istintiva, Enrica più tranquilla.

La Cipolloni ha vinto il suo primo titolo italiano nelle prove multiple, ottenendo il record personale e sfiorando quota cinquemila: il punteggio finale è infatti 4992 (14”78/-2.3; 1.72; 10.77; 26”57/+1.3; 5.75/+0.1; 32.10; 2’35”64), migliorandosi in quasi tutte le discipline. Solo l’alto è stato inferiore alle aspettative, se si considera che due mesi fa è stata capace di 1.84. Proprio nell’alto si è aggiudicata il titolo italiano juniores all’aperto nel 2008 e al coperto quest’anno, quando è stata anche seconda nel pentathlon indoor. La settimana scorsa a Rieti ha vinto altre due medaglie nei Campionati italiani juniores (argento sui 100 ostacoli, bronzo nell’alto) e ha vestito la maglia azzurra al triangolare indoor di Metz. “Potevo far meglio, ma sono più che soddisfatta: ho vinto con il mio primato, difficile chiedere di più”, sorride Enrica, che ha 18 anni e sarà impegnata nei prossimi giorni con gli esami di maturità scientifica.

Primato personale anche per la Massaccisi, che aveva perso la leadership dopo il lungo ed era scivolata al terzo posto nel giavellotto con 57 punti da recuperare. Gli 800 finali consentivano la rimonta a Jennifer che staccava le avversarie di alcuni secondi, un margine sufficiente per la maglia tricolore con 5158 punti (14”72/-2.8; 1.63; 10.54; 25”00/+0.5; 5.57/-0.9; 30.71; 2’18”35). “Una vittoria insperata”, commenta Jennifer, ventenne che studia psicologia all’Università dell’Aquila. “Non credevo di farcela, invece ho migliorato me stessa nonostante le condizioni atmosferiche non ottimali. Ma sento di poter crescere ancora, sin dalle prossime gare”. Raggiante il loro tecnico Francesco Butteri, che raccoglie così il frutto del lavoro quotidiano con le due talentuose ragazze.

A Grosseto si sono comportati molto bene anche Leonardo Ottaviani (Atl. Avis Macerata), quinto nel decathlon juniores con un notevole progresso che lo porta a 6272 punti (11"73/-1.4; 6.62/+1.5; 10.28; 1.75; 52"01; 15"25/-0.9; 31.51; 4.30; 36.15; 4'48"45), e Riccardo Palmieri (Sport Atl. Fermo), pure lui a sbriciolare il personale con 7190 punti (11"42/-1.1; 7"21/+2.5; 10.64; 1.88; 51"31; 14"98/+0.4; 39.90; 4.60; 45.02; 4'27"34). Il risultato rappresenta anche il nuovo record regionale marchigiano (precedente: 6932 punti di Giuseppe Giorgini, 23/6/1991 a Lana, in Alto Adige) ed è stato ottenuto nella gara seniores valida per il Campionato di società, dove era presente anche l'eptatleta Michela Rossetti (Sport Atl. Fermo 4184).


Luca Cassai

Nella foto, il tecnico Francesco Butteri (al centro) con le sue ragazze d'oro, Jennifer Massaccisi (a sinistra) e Enrica Cipolloni (a destra), allo stadio di Grosseto

TUTTI I RISULTATI



Condividi con
Seguici su: