Marcia Italia giovane a Podebrady

10 Aprile 2014

Sabato 12 aprile gli azzurri si presentano all'incontro internazionale con squadre di quasi interamente di under23: Minei e Stano, Clemente e Stella i più titolati

 

Mancano pochi giorni all’incontro internazionale di marcia di Podebrady (Repubblica Ceca), che sabato 12 aprile vedrà l’Italia affrontare la nazionale ospitante e quelle di Bielorussia, Francia, Gran Bretagna, Irlanda, Lituania, Polonia, Svezia, Slovacchia e Ucraina. Il team ufficializzato dal Direttore Tecnico Organizzativo Massimo Magnani d'intesa con il DT del settore giovanile Stefano Baldini è composta da 16 azzurri (8 uomini e 8 donne), fra cui otto Seniores, sei Juniores e due under 18. Con alcuni dei big del tacco e punta italiano già orientati alla Coppa del Mondo, in scena a Taicang fra tre settimane (3 e 4 maggio), sul percorso nella cittadina a 50km da Praga vedremo in azione soprattutto under23, le giovani leve della marcia italiana alla ricerca di una prestazione che possa convincere la direzione tecnica a staccare un biglietto per la Cina. I più quotati sembrano essere all’interno della squadra maschile, composta da diversi giovani di ottime prospettive e già capaci di affermarsi a livello internazionale, mentre fra le donne la strada sembra più in salita: ci vorrà un crono inferiore all’1h40 per essere presi in considerazione per Taicang, risultato ottenuto nel 2014 solo da Valentina Trapletti. 

Tra gli uomini con il ventinovenne Daniele Paris (Aeronautica Militare) nel ruolo di più esperto del lotto, la squadra è composta dal non ancora ventiduenne Leonardo Dei Tos (Bracco Atletica), dal quarto classificato agli EuroU23 del 2013 Massimo Stano (Fiamme Oro), di pochi mesi più grande e dal diciannovenne Vito Minei (Atletica Don Milani). Il pugliese, fra i tre il più medagliato, è vicecampione europeo Junior in carica e a maggio 2013, nella Coppa Europa di marcia di Dudince, fu terzo individuale trascinando l’Italia al secondo a squadre dietro alla Russia. La concorrenza è qualificata: la start list annuncia infatti il norvegese Erik Tysse, lo slovacco Matej Tóth, il 22 marzo a Dudince sceso a 1h19:48, e il russo .

Vicini all’ora e venti anche l’ucraino Andriy Kovenko (PB 1h20:20) e il francesce Kevin Campion (PB 1h21:02).

Discorso molto simile a quello fatto per la formazione della squadra maschile tra le donne, con la ventinovenne Valentina Trapletti (Esercito) a fare idealmente da guida alla diciannovenne Mariavittoria Becchetti (Studentesca CaRiRi), alla ventiduenne Federica Curiazzi (Atl. Bergamo 1959 Creberg) e alla ventenne Anna Clemente (Fiamme Gialle). Clemente, campionessa olimpica giovanile quattro anni fa, è anche una dei tre ori della spedizione di Podebrady 2013, quando dominò a tal punto i 5km delle under 18 da arrivare terzo assoluta al traguardo, dietro a solo due Allievi maschi. Nei 20km femminili il ruolo di favorita spetta di diritto alla ceca Anežka Drahotová, vincitrice degli Europei Junior di Rieti e settima nel mondiale Moscovita 2013, che sarà al via insieme alla gemella Eliška. Anežka quest'anno ha già marciato un sorprendente 1h28:13 in occasione del Memorial Albisetti di Lugano che ha visto Eleonora Giorgi diventare la terza italiana di sempre con 1h27:29. Tra i sei juniores che si cimenteranno nei 10km c’è anche l’Allieva Noemi Stella (Atl. Don Milani), bronzo dei Mondiali Allievi 2013 di Donetsk, che marcerà insieme a Eleonora Dominici (ACSI Italia Atletica) ed Erika Scolozzi (Atletica Don Milani). Gli Junior schierano invece Andrea Agrusti (I Guerrieri del Pavone), Stefano Mansutti (Intesatletica), Daniele Todisco (GEAS Atletica). Due gli atleti della categoria Allievi schierati nei 5km: Pietro Zabbeni della Libertas Atl. Villanuova '70 e Vanessa Tomei dell’Atletica Gran Sasso.

Difficile ma non impossibile ripetere i risultati dell’anno scorso quando gli azzurri festeggiarono tre vittorie individuali fra i giovani e altrettante di squadra: gli ori furono tutti provenienti dal vivaio dell'Atletica Don Milani del tecnico Tommaso Gentile, ovvero Anna Clemente e Vito Minei sui 10km juniores e Noemi Stella nei 5km delle under 18. A livello di squadra, oltre a entrambe le formazioni Junior, il terzo successo fu quello della formazione senior maschile, grazie anche al quarto posto in 1h21:07 di Giorgio Rubino, quest’anno assente in vista della Coppa del Mondo. Stesso discorso per le donne, seconde con una Palmisano nel 2013 terza nella 20km in 1h32:36, risultato che la pugliese quest’anno ha già superato all’esordio grazie all’1h32:24 degli Italiani di Locorotondo. 

a.c.s.

LA SQUADRA ITALIANA

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- Il sito della manifestazione


Condividi con
Seguici su: