Marcia: 20 km tricolori per Fortunato e Dominici

24 Marzo 2019

A Cassino (Frosinone), il pugliese riconquista il titolo in 1h22:39 e al femminile la 23enne romana si migliora di quasi tre minuti con 1h30:35 nel Trofeo Sidoti


 

Nei Campionati italiani della 20 chilometri di marcia a Cassino (Frosinone), vincono il titolo assoluto Francesco Fortunato ed Eleonora Dominici. Per il 24enne pugliese delle Fiamme Gialle è il secondo successo sulla distanza, dopo quello di due anni fa, e il settimo in totale della carriera con 1h22:39. Alle sue spalle il cinquantista sardo Andrea Agrusti (Fiamme Gialle), che firma il record personale in 1h23:05, e il piemontese Federico Tontodonati (Aeronautica, 1h23:52). Tra le donne grande miglioramento della 23enne romana, con 1h30:35 per quasi tre minuti di progresso. La marciatrice dell’Acsi Italia Atletica festeggia il primo tricolore da senior, centrando un risultato in linea con lo standard di iscrizione per i Mondiali di Doha (27 settembre-6 ottobre) fissato a 1h31:00, e si aggiudica il Trofeo Anna Rita Sidoti dedicato all’indimenticabile azzurra. Adesso è la nona italiana di sempre. Sul podio assoluto anche la 21enne bergamasca Lidia Barcella (Bracco Atletica), al titolo promesse con un nuovo personal best in 1h37:44, e Ilaria Galli (Atl. Firenze Marathon, 1h44:03), invece al maschile Giacomo Brandi (Sport Atl. Fermo) prevale tra gli under 23 con 1h29:09.

DOMINICI, SALTO DI QUALITÀ - Il primo titolo assoluto della carriera, con il record personale demolito. Una doppia soddisfazione per Eleonora Dominici, protagonista annunciata, che non si accontenta del successo e conduce una caparbia prova sul ritmo, alla ricerca di un risultato cronometrico di valore. A metà gara la portacolori dell’Acsi Italia Atletica, 23 anni compiuti da un mese, passa in 45:57 e poi incrementa ancora, per una seconda parte (44:38) più veloce di oltre un minuto. Sul traguardo la giovane romana allenata da Alba Milana e Mario De Benedictis può sorridere per il tempo di 1h30:35 con cui toglie in un solo colpo quasi tre minuti al suo precedente limite (1h33:32 nel 2017) ed entra nella top ten italiana di sempre, al nono posto. “Sognavo questo risultato - racconta - ma non pensavo di farlo oggi. Magari più avanti, nella Coppa Europa di maggio. L’obiettivo era il personale e quindi 1h32, invece sono scesa addirittura sotto 1h31. Ho visto che stavo bene a metà gara, ci ho provato. Alla fine ho un po’ sofferto ma forse è la prima volta che mi riesce una seconda parte più rapida e sono contentissima. Un’emozione unica, indescrivibile. Poi ho sentito il tifo di tutti, anche delle avversarie quando le incrociavo sul percorso. C’era da riscattare la delusione di fine gennaio a San Giorgio di Gioiosa Marea, dove avevo chiuso con un tempo alto (1h36:47, ndr) per poi ricevere la squalifica. Ma durante l’inverno ho lavorato bene, tra gli allenamenti a casa e i raduni federali che mi hanno dato molta fiducia”. Cresce anche Lidia Barcella, per la seconda volta nell’arco di una settimana. Domenica scorsa a Lugano la bergamasca della Bracco Atletica, classe ’97, si era migliorata di un minuto (1h38:35) e a Cassino alleggerisce ancora il personale in 1h37:43 con il secondo tricolore under 23 dell’anno, che si aggiunge a quello indoor. Per il terzo posto, soltanto quattro secondi tra Ilaria Galli (Atl. Firenze Marathon, 1h44:02) e la ventenne campana Annalisa Russo (Gs Valsugana Trentino, 1h44:06), mentre Beatrice Foresti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) è quinta assoluta e terza tra le promesse con 1h45:34.

FORTUNATO-BIS - Due anni dopo, sulle strade di Cassino, è ancora Francesco Fortunato il padrone della 20 km di marcia. Per la seconda volta conquista il tricolore sulla distanza ma fa il bis anche in questa stagione, che era iniziata con la conferma del titolo in sala. Il 24enne allenato da Patrizio Parcesepe con 1h22:39 coglie il suo terzo risultato in carriera, non troppo distante dal personale di 1h22:01 datato 2017. Nella prima parte va in testa Federico Tontodonati (Aeronautica), che transita in 41:21 al giro di boa, ma rimedia due proposte di squalifica e intorno al 14° chilometro viene affiancato e superato dal pugliese delle Fiamme Gialle. “Oggi puntavo al successo - commenta Fortunato - e non c’erano particolari obiettivi cronometrici. Il sole si è fatto sentire sul percorso, ma gareggiare al caldo non è mai stato un problema per me. Ho fatto una gara in progressione, come previsto, con un intermedio di 41:49 accelerando dal 13° al 15° chilometro per andare al comando. Poi mi ha sempre portato bene Cassino, qui avevo già vinto due anni fa e nella stagione precedente ero stato secondo con il personale. Sono arrivato vicino al minimo richiesto per i Mondiali di 1h22:30, peccato non averlo fatto per nove secondi. Ma ci saranno altre occasioni, a cominciare dalla Coppa Europa, e so che posso crescere ancora”. Convincente anche la prova dell’altro finanziere Andrea Agrusti, specialista della 50 chilometri, che si migliora di 24 secondi con 1h23:04 davanti a Tontodonati, terzo in 1h23:51. Più dietro gli altri guidati da Giorgio Rubino (Fiamme Gialle, 1h24:44), poi il cinquantista Michele Antonelli (Aeronautica, 1h24:53) è quinto con una gara impostata in progressione, davanti a Gianluca Picchiottino (Fiamme Gialle, 1h25:49). Tra le promesse Giacomo Brandi (Sport Atl. Fermo) vince ancora, come nella rassegna indoor, e con 1h29:08 precede Ettore Grillo (Atl. Firenze Marathon, 1h29:56) e Matteo Gallo (Cus Torino, 1h30:26).

SOCIETARI - In una mattinata di sole, impegnati anche i giovani per la seconda tappa dei Societari di specialità, nella manifestazione organizzata dal Cus Cassino. La 15 km juniores vede la netta affermazione di Riccardo Orsoni (Cus Parma) in 1h04:50 nei confronti dell’argento europeo under 18 Aldo Andrei (Gs Valsugana Trentino, 1h06:38) e di Andrea Cosi (Atl. Firenze Marathon, 1h08:42). Dieci chilometri invece per le under 20 con il dominio di Andrada Lavinia Lacatus (Pbm Bovisio Masciago, 49:24) che precede Camilla Gatti (Atl. Fabriano, 50:29) e il bronzo continentale allieve Simona Bertini (Francesco Francia Bologna, 50:40). Nelle sfide degli under 18, sui 10 km, successo di Gabriele Gamba (Atl. Riccardi Milano 1946) in 45:43 e tra le donne per Martina Casiraghi (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), al traguardo con 50:26. Spazio quindi ai cadetti per il primo appuntamento del Trofeo nazionale under 16, in cui svettano Diego Giampaolo (Fiamme Gialle Simoni, 6 km in 30:12) e Giada Traina (Atl. Livorno, 20:38 sui 4 km).

Luca Cassai

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results

Eleonora Dominici (foto De Marco)


Condividi con
Seguici su: