Macerata: vola il disco dell’allievo Balloni

18 Aprile 2015

L’ascolano con 58.83 migliora il primato regionale under 18

 

Allo stadio Helvia Recina di Macerata, in un meeting interamente dedicato ai concorsi, i migliori risultati arrivano dai lanci. Si mette in grande evidenza l’allievo Marco Balloni, che al primo anno di categoria fa atterrare a 58.83 il disco da un chilogrammo e mezzo. Con questo risultato il 16enne portacolori dell’Asa Ascoli Piceno, allenato da Armando De Vincentis, diventa terzo nelle liste italiane all-time di categoria realizzando il primato regionale under 18: superato quindi il 58.51 ottenuto nel 2008 dal concittadino Eduardo Albertazzi. Oltre alla miglior prestazione italiana del ravennate Martin Pilato (59.63 nel 2011), davanti c’è solamente il 59.11 del veneto Andrea Caiaffa. Questa la serie completa di Balloni, che nella scorsa stagione si è laureato campione italiano cadetti: due nulli iniziali, poi 56.79, 58.83, 56.72, 57.81 in una giornata umida, con cielo coperto e qualche goccia di pioggia, poi aumentata di intensità nella seconda parte della manifestazione organizzata dall’Atletica Avis Macerata, dopo la fine della gara di disco.

Il giovane marchigiano si inserisce anche al quarto posto della graduatoria mondiale U18 per questa stagione, ma è il primo fra i nati nel 1999.

Solo tre lanci sotto l’acqua per l’allievo Simone Comini (Ascoli Piceno) nel giavellotto, con il tentativo più lungo a 64.75, due metri in meno del personale, mentre nel disco si migliora con 46.01 Alessandro Cavalieri (Atl. Avis Macerata), bronzo tricolore promesse indoor del peso. Sulla pedana del martello allieve, 48.29 di Jessica Mazzola (Riccione Sessantadue) e netto progresso a 47.91 di Benedetta Dell’Osso (Atl. Fabriano) con la junior Alessia Conti (Atl. Avis Macerata) che lancia 42.06, tra le cadette 32.40 di Sara Zuccaro (Atl. Fabriano). Vittoria nel giavellotto femminile per Celeste Sfirro (N.Atl. Fanfulla Lodigiana) con 39.85 sulla sangiorgese Ilaria Del Moro (Team Atletica Marche), seconda con 38.00 nei confronti di Giulia Miraglia (Atl. Recanati), al personal best grazie a un lancio di 37.96, quarta Veronica Seimonte (Cus Parma) con 35.93. Nei salti, 1.90 dell’osimano Manuel Nemo (Tam) nell’alto e 12.82 per l’allievo Jacopo Tasso (Atl. Avis Macerata) nel triplo, mentre nel lungo 6.56 della promessa Yari Meschini (Atl. Recanati) e 6.40 dell’allievo sangiorgese Fabio Santarelli (Tam). Nel peso allievi, 13.90 di Mirco Capponi (Asa Ascoli Piceno) e 12.95 per Lorenzo Quintabà (Tam), di Corridonia. Al femminile, nel disco allieve si impone Linda Lattanzi (Atl. Fabriano) con 31.55 su Lucia Pettinari (Atl. Recanati) che lancia 30.50, tra le cadette 33.41 di Irene Rinaldi (Atl. Fabriano). Nel giavellotto allieve, 29.25 per Francesca Bray (Atl. Avis Macerata) sul  28.80 di Linda Lattanzi (Atl. Fabriano).



Condividi con
Seguici su: