MARTELLATA TRICOLORE PER CLARISSA CLARETTI. D?ORO ANCHE IL PESISTA CAPPONI.




 

71,49 m e il sogno tricolore di Clarissa Claretti ? diventato realt?. Oggi, infatti, ai Campionati Italiani Assoluti la fermana, gi? finalista alle Olimpiadi di Atene, ? stata protagonista di una gara impeccabile. Concentrata e determinata, Clarissa, accreditata con un personale di 71,98 m, ? scesa sulla pedana dello Stadio ?Primo Nebiolo? di Torino, infilando una? serie di ?martellate?, grazie a cui ha letteralmente surclassato la rivale di sempre Ester Balassini delle Fiamme Gialle, costretta ad arrendersi ad appena 65,93 m. Impressionante, invece, la progressione di lanci della marchigiana, portacolori dell?Aereonautica, ma sportivamente cresciuta nello Sport Atletica Fermo. E pensare che oggi per vincere le sarebbe bastato anche solo il primo lancio da 66,57 m, ma Clarissa sentiva che il suo martello sarebbe potuto volare ancora molto pi? lontano. E cos? ? stato, in un continuo crescendo: 66,99? m il secondo lancio, 69,39 m il terzo e il quarto che supera di 71 centimetri il muro dei 70 metri. Il tempo di riprendere le forze con il quinto lancio (66,90) e, poi, il gran finale con una bordata da 71,49 m che fa volare la Claretti sul gradino pi? alto del podio della rassegna tricolore e, soprattutto, verso un ruolo da protagonista in maglia azzurra agli imminenti Europei di Goteborg.

?

Ma per le Marche dal settore lanci ? arrivato anche un altro titolo, grazie all?ascolano Paolo Capponi (Fiamme Oro) che metteva subito il sigillo tricolore alla gara, esordendo in pedana con l?imbattibile misura di 18,98 m. Questa la sua serie completa: 18,98-R-R-N-18,65,18,84. Grazie a questa ottimo risultato il pesista marchigiano ha conquistato anche il vertice delle graduatorie nazionali stagionali della specialit?, ?spodestando?, cos?,? l'avversario Marco Dodoni (Forestale), oggi al secondo posto con 18,89 m.

?

Da segnalare anche il buon sesto posto (16,84 m) della promessa Giovanni Faloci (Atl. AVis Macerata), che domani sar? di nuovo in gara, alle prese con la sua specialit? preferita, il disco, in cui vanta il quarto miglior accredito (60,38 m). Ma la rassegna tricolore di Torino vede in pista anche altri atleti marchigiani tutti approdati alla finale delle rispettive specialit?. A partire dallo sprinter sangiorgese delle Fiamme Oro, Luca Verdecchia, vincitore della seconda batteria dei 100 m in 10.59 e che, in finale, dovr? vedersela con Francesco Scuderi (Fiamme Azzurre ? 10.53) e Simone Collio (Fiamme Gialle ? 10.54). Nei 110 m/hs grande attesa per le prove per i due portacolori dell?Aeronautica, il recanatese Andrea Cocchi e il sangiorgese Giorgio Berdini, finalisti rispettivamente con i crono di 14.22 e 14.40. Ai blocchi di partenza dei 100 m/hs, invece, ci sar? la fermana Marta Tomassetti (Esercito ? 14.02). Nei 400 m la camerte Daniela Reina (Fiamme Azzurre), agevolmente in finale con 53.06 e detentrice della migliore prestazione stagionale nazionale (52.18), non dovrebbe avere troppi problemi a bissare il titolo conquistato lo scorso anno a Bressanone. Tra le prime quattro d?Italia anche l?anconetana Roberta Bugarini (CUS Parma) nel salto in alto. Infine, la junior Francesca Ramini (Sport Atletica Fermo) ha confermato, in batteria, il positivo trend stagionale, tagliando il traguardo dei 100 m in 12.09.

?



Condividi con
Seguici su: