Lutto, addio a Dario Corona

03 Agosto 2021

Tecnico e dirigente di lungo corso dell'atletica romana, 73 anni d'età, era attualmente il presidente dell'ACSI Campidoglio Palatino

 

È morto questa mattina nella sua casa di Roma, all’età di 73 anni, Dario Corona, tecnico tra i più noti e appassionati dell’atletica capitolina, in passato parte dello staff azzurro del settore velocità ed ostacoli e fiduciario tecnico del Comitato Regionale Lazio. Presidente dell’Acsi Campidoglio Palatino, Corona, ex insegnante di educazione fisica, ha cresciuto sulla pista dello stadio delle Aquile, oggi dedicato alla memoria di Paolo Rosi, diverse generazioni di sprinter ed ostacolisti. Tra loro il più noto è stato certamente Ashraf Saber, l’ostacolista dei 400 metri già campione del mondo Juniores a Seul 1992, e che sotto la sua guida crebbe fino a 49.08 e vinse (tra le altre cose) la medaglia d’argento dei 400 piani agli Europei indoor di Valencia 1998.

Ma al di là del fatto strettamente tecnico, vale la pena sottolineare la metodica, quotidiana applicazione di Dario Corona al compito di educatore sportivo, prima che di allenatore. Il pre e post allenamento erano per i suoi atleti sempre occasione di dialogo, confronto, su temi di ogni natura. Momenti nei quali la sua formazione di insegnante si affermava nel rapporto con i ragazzi. “A Tutti auguro di amare questa nostra attività sportiva per tramandarne a figli e ad amici la sua bellezza!”, aveva scritto in un messaggio che la famiglia ha scelto di rendere noto.  

Ai familiari di Corona, ed in particolare ai figli Michela e Daniele, vanno l’abbraccio e le più sentite condoglianze del presidente federale Stefano Mei, in rappresentanza del Consiglio federale e, idealmente, di tutta l’atletica italiana. I funerali saranno celebrati giovedì 5 agosto a Roma, alle 10, presso la chiesa di San Giovanni a Porta Latina.



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate