Livigno: ecco la nuova pista a 1800 metri

14 Settembre 2019

Taglio del nastro per l’impianto di atletica in provincia di Sondrio: il manto blu è già attivo da poco più di un mese


 

Anche Livigno ha la sua pista di atletica. È stato inaugurato oggi il nuovo manto blu della località in provincia di Sondrio, a 1800 metri di quota, attivo da circa un mese e ora aperto ufficialmente con il taglio del nastro. Un elemento che finora mancava, tra le strutture dedicate all’allenamento, e che ha già accolto questa estate alcuni stage dedicati ai maratoneti e ai marciatori. Alla conferenza stampa di presentazione è intervenuto il consigliere FIDAL Oscar Campari: “L’obiettivo della federazione è quello di portare qui gli atleti in raduno. Già oggi abbiamo una rappresentanza importante delle prove multiple”. Quattro azzurre dell’eptathlon hanno svolto una dimostrazione delle diverse specialità: la campionessa italiana assoluta Sveva Gerevini, altre due atlete che hanno gareggiato in questa stagione con la Nazionale in Coppa Europa come Federica Palumbo ed Enrica Cipolloni, insieme alla tricolore promesse Sofia Montagna e al primatista italiano juniores Dario Dester, quinto nel decathlon agli Europei under 20, ma anche al martellista Marco Lingua.

Al Centro Aquagranda Active You, il presidente di APT Luca Moretti ha evidenziato come questo non sia un punto di arrivo ma un punto di partenza, verso le Olimpiadi 2026: “I nostri Giochi Olimpici - ha affermato - cominciano da eventi come questi. La pista è stata aperta il 29 luglio e molti atleti l’hanno già testata. Dal prossimo anno avremo un sistema di cronometraggio fisso sui 100 metri, così come i giri di pista verranno calcolati con un sistema a bracciale. Abbiamo inoltre concluso con la FIDAL un accordo pluriennale per portare qui gli atleti ad allenarsi e, grazie a questo progetto, Livigno sarà presente a fine mese a Casa Atletica Italiana durante i Mondiali di Doha (27 settembre-6 ottobre)”. Damiano Bormolini, sindaco di Livigno, ha sottolineato: “Per Livigno la pista rappresenta un obiettivo nato molti anni fa, quando abbiamo iniziato a investire sul turismo sportivo. Siamo partiti dalla piscina e siamo arrivati alla pista d’atletica, ma continueremo a investire in questo senso”.

Parole di apprezzamento sono arrivate dagli atleti del Livigno Team, a cominciare all’oro a cinque cerchi dello snowboard Michela Moioli che nel 2026 sarà in prima linea: “Qui sono a casa, riesco sempre ad allenarmi al top ed ho tutto ciò che serve. Assieme a Livigno stiamo costruendo un bel percorso in vista delle prossime Olimpiadi, mi vedrete sicuramente qui”. La conferenza è stata moderata da Pierangelo Molinaro, penna storica della Gazzetta dello Sport: “Vivo nello sport da parecchi anni, vedere un centro come Livigno che riesce a creare una struttura di questo tipo mi ha aperto il cuore. Questo è un risultato importante per tutto lo sport italiano, nessuna località a questa altitudine ha mai avuto strutture simili”. In conclusione, quattro gare aperte a tutti: salto in lungo, 60 piani, lancio del vortex e 800 metri.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it




Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate