Linz: altri quattro ori azzurri




 
Quattro medaglie d’oro, 7 d’argento e 6 di bronzo:è questo l’esaltante bottino della nazionale italiana nella terza giornata dei Mondiali Master Indoor di Linz. Una buona parte di questa messe di medaglie è arrivata dalle prove di cross country, che hanno regalato all’Italia i successi di Mnfred Premstaller (Lf Sarntal) fra gli M40 e Luciano Acquarone (Cus Torino) già primo sui 3000, fra gli M75. La campestre ha visto conquistare l’argento da Bruno Baggia (Atl.Valli di Non e Sole) negli M70, e dalle squadre W35 (Lorella Pagliacci-Francesca Ragnetti e Ira Capri), M35 (Alessandro Eccheli, Alessandro Di Priamo e Enico Crisostomi) e M40 (Premstaller-Giuseppe Pagana e Claudio Ubaldi). Bronzo per la stessa Pagliacci (Tirreno Atl.) fra le W35, per Eccheli (Quercia Rovereto) fra gli M35 e Giorgio Bianchi (Quercia Rovereto) fra gli M60. Anche le gare in pista hanno però offerto emozioni alla rappresentativa azzurra, innanzitutto con la seconda medaglia d’oro di Waltraud Egger (Sc Merano) che dopo i 3000 si è dimostrata la migliore anche negli 800 W55 vincendo in 2:35.63. Secondo oro anche per Bruno Sobrero (Cus Torino Sai) che dopo il titolo nei 200 e l’argento nel lungo si è aggiudicato anche il pentathlon con 3.673 punti. Veniamo agli argenti, merito di Emma Mazzenga (Sef Macerata) negli 800 W70 in 3:24.13; di Rosario Petrungaro (Atl.Oristano) nei 3000 metri di marcia M45 in 13:45.86; di Giorgio Federici (Atl.Evergreen) nel triplo M40 con 13,85. Ecco invece le medaglie di bronzo, con Brunella Del Giudice (N.Atl.Friuli) nel pentathlon con 2.168 punti; Ivano Pellegrini (Atl.Valle di Cembra) negli 800 M40 in 2:03.11; Konrad Geiser (Sc Merano) negli 800 M55 in 2:15.79. Quando siamo a metà manifestazione, articolata si sue giornate, il bilancio complessivo dell'Italia contiene 9 ori, 11 argenti e 11 bronzi. Nella foto: Bruno Sobrero, già due ori e un argento per lui (archivio Fidal) File allegati:
- IL SITO DELLA MANIFESTAZIONE



Condividi con
Seguici su: