Leonardo Dei Tos e Paolo Capponi sesti agli Italiani Assoluti



   Il marciatore dell'U.S. Aterno Pescara (nella foto) sesto sui 10.000 di marcia con il nuovo primato personale. Il pesista della Bruni Vomano sesto con il primato stagionale


 

Si è conclusa questa sera a Milano, sulla storica pista dell’Arena Civica Gianni Brera, l’edizione numero 108 dei Campionati Italiani Assoluti di atletica leggera. Tra i quasi mille iscritti figuravano dodici atleti di interesse abruzzese.

Nelle gare di marcia, maschile e femminile, si concentravano molti dei motivi di interesse della partecipazione abruzzese. Sulla distanza dei 10.000 metri, in una gara sulla quale ha inciso la pesante afa milanese nonostante l’orario serale, si è registrata la positiva sorpresa del sesto posto del 21enne Leonardo Dei Tos (U.S. Aterno Pescara), capace di ritoccare per la terza volta consecutiva in questa stagione il proprio primato personale e portarlo a 41’53”42, dopo una bella rimonta conclusa a un solo secondo dal quinto classificato, l’azzurro Federico Tontodonati (CUS Torino). 

Nella stessa gara, Riccardo Macchia è andato al di sotto delle speranze della vigilia. L’atleta teatino delle Fiamme Oro si è piazzato nono in 42’57”78, non gravato da alcuna proposta di squalifica. Da rilevare che vanta un primato personale assoluto e stagionale di 40’40”83, stabilito l’11 maggio scorso a Pescara. La gara è stata vinta dal Carabiniere Matteo Giupponi (per lui primo titolo italiano in carriera) in 40’40”42, davanti a Giorgio Rubino (Fiamme Gialle), 41’03”60, e Vito Di Bari (Fiamme Gialle). Al 22° posto si è classificato il 18enne Leonardo Baldacchini (Theate Walk Chieti) in 50’02”26. Nella gara femminile, vinta dalla numero uno azzurra Elisa Rigando (Fiamme Gialle) in 43’44”96, precedendo al secondo e terzo posto, rispettivamente, Eleonora Anna Giorgi (Fiamme Azzurre), 44’33”56, e Federica Ferraro (Aeronautica), 45’08”81, la lancianese Sibilla Di Vincenzo (Bracco Atletica Milano) è stata squalificata per sbloccaggio del ginocchio a metà gara.

Nel peso maschile, il veterano Paolo Capponi (Bruni Atletica Vomano) conferma il sesto posto nell’attuale graduatoria italiana stagionale, migliorando però il suo primato di sedici centimetri, con 16,29 metri. La misura è stata ottenuta al penultimo turno di lanci, dopo una serie al di sotto dei sedici metri, nella quale il migliore era stato di 15,90. Stefano Vetere (U.S. Aterno Pescara) si è classificato nono con 15,82 metri, a undici centimetri dall’ingresso in finale. Da ricordare che vanta un primato stagionale di 15,83 metri. Lo Junior Rocco Caruso (Gran Sasso Teramo) si è invece piazzato diciottesimo con la misura di 13,17 metri.

Nel salto con l’asta, Andrea Sinisi (Gran Sasso Teramo) si deve accontentare del dodicesimo posto con 4,80 metri,  la stessa misura dei classificati dall’undicesimo al nono,  ma con il difetto di averla superata al terzo tentativo. L’atleta teatino, che vanta un primato personale di 5,00 metri ma che è reduce da un infortunio, è entrato in gara a 4,60, superati al primo tentativo. La gara è stata vinta dal 22enne Claudio Michel Stecchi (Fiamme Gialle) con 5,50.  

Assente la marsicana Touria Samiri dai 3000 siepi, dove era data tra le favorite, da registrare la presenza della lanciatrice teatina Chiara Centofanti (Atletica Locorotondo) nel getto del peso, undicesima con la misura di 11,97 metri, e nel lancio del disco, dove ha reso molto meno dai suoi standard, con un 38,12 metri che gli ha fruttato solo il 19° posto.      



Condividi con
Seguici su: