Trofeo dei Falisci 2021, vincono Bouduma e Patta

14 Settembre 2021

Edizione numero 13 dell'evento di Civita Castellana organizzato da Alto Lazio. Gara decisa al sesto km di 9,8. In tutto, 105 gli atleti in gara. Il racconto

 

di Moreno Saddi

Domenica 12 settembre, a Civita Castellana, in provincia di Viterbo, si è svolta la manifestazione podistica del 13° Trofeo dei Falisci. Organizzata dalla società dell’ASD Alto Lazio con il Presidente Ermanno Tronti, il Vice Presidente Fabrizio Maiolati ed il responsabile del settore master Roberto Percossi.

Ecco alcuni brevi cenni della posizione della città dei Civitonici e del significato storico del Trofeo. 

CIVITA CASTELLANA - È costruita su di uno sperone tufaceo, sito tra le profonde gole di due affluenti del fiume Treja, ai piedi dei monti Cimini, lungo la via Flaminia. Essa si trova in una zona originata dalle eruzioni del vulcano Vicano che hanno generato il tufo rosso, che caratterizza il territorio. In seguito all'innalzamento dell'area, l'azione erosiva delle acque ha dato origine alle profonde gole che sono uno dei caratteri più suggestivi del paesaggio.

Il Forte Sangallo è uno dei più rinomati esempi di architettura militare del Rinascimento che sfrutta ancora l'apprestamento difensivo falisco.

CHI SONO I FALISCI? – I Falisci sono l’antico popolo di stirpe italica stanziato alle pendici dei monti Cimini, in un territorio confinante a nord con l'Etruria e a sud con il territorio latino; ovvero nell’agro falisco, area di stanziamento dei Falisci, in provincia di Viterbo. Proprio qui a Civita Castellana, sorgeva un tempo, fortificata dalla natura con alte rupi e scoscese, “Falerii” l'antica capitale dei Falisci a fianco di Veio nelle lotte contro Roma. Dopo varie vicende militari, con sconfitte, armistizi e trattati di alleanza nel corso del IV secolo, nel 241 a.C. a seguito di una ennesima rivolta, i Romani dopo averla conquistata e saccheggiata costrinsero gli abitanti a costruire un nuovo abitato in pianura dando origine a Falerii Novi. 

IL PERCORSO - Svolgimento della gara podistica su strada, completamente asfaltata e percorso ondulato: si è sviluppato per 9,8 km lungo il perimetro del paese con una variazione altimetrica di 40 metri.

La partenza è avvenuta nei giardini antistanti il Forte Sangallo con il passaggio nel centro storico di Civita Castellana. La giornata si è presentata molto calda, ma l'anticipo della partenza alle ore 9,30 rispetto alle passate edizioni delle 10,00, è stata ben programmata dagli organizzatori!

LA COMPETIZIONE: SVOLGIMENTO – I partecipanti totali erano 105: di cui 78 uomini e 27 donne. I vincitori del 13° Trofeo dei Falisci 2021, sono stati in campo maschile, Yaya Bouduma della Sabina Marathon Club con il tempo finale di 34:5; a livello femminile fa il bis con l’edizione del 2019 Paola Patta della Podistica Solidarietà, al traguardo in 39:09. In sintesi, la gara si è decisa alla fine della prima salita impegnativa, circa al sesto chilometro, con distanziamento tra i primi tre in lizza per la vittoria di circa 90 secondi; posizioni che sono rimaste invariate fino all'arrivo sia in ambito maschile che femminile!

SUL PALCO DELLE PREMIAZIONI - Presente alla partenza ed alle premiazioni il Sindaco di Civita Castellana Luca Giampieri, l’Assessore allo sport Carlo Angeletti, l’Assessore alla cultura Simonetta Coletta, il Comandante dei Vigili Urbani Alessandro Buttarelli. La squadra più numerosa, oltre ai 27 atleti dell’ASD Alto Lazio, è stata quella dei 17 atleti della Podistica Veio.

Oltre alle coppe per i primi uomini e donne, gli stessi hanno ricevuto dei cesti alimentari forniti dall'azienda Chiodetti Formaggi leader del settore nella Tuscia; la stessa ha realizzato anche le buste per i premi di categoria. Il pacco gara è stato garantito a tutti i partecipanti con magliette con logo gara e prodotti per il ristoro finale. Si fa presente che gli organizzatori inseriranno tutte le foto della manifestazione nella pagina Facebook dell’ASD Alto Lazio!

(Si ringraziano Roberto Percossi/responsabile del settore master dell’ASD Alto Lazio ed il fotografo Cesare Gregori)


La partenza | Foto Cesare Gregori


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate