Roma Urbs Mundi, trionfo Amaniel e Beltrame

21 Ottobre 2019

Nelle 21esima edizione conferme e novità in un percorso suggestivo. Spunta anche la staffetta e spazio a joelette e corsa per i bambini


 

Domenica 20 ottobre a Roma è stata una grande festa per i 3800 atleti che si sono presentati ai nastri di partenza della 21esima edizione della Roma Urbs Mundi, la 15 km organizzata dallo storico GSBRun “G.S. Bancari Romani” da affrontare correndo, camminando o dividendo la fatica con qualcuno per dar vita alla staffetta.

IL PERCORSO - La manifestazione ha colorato le vie del centro storico della Capitale, da viale delle Terme di Caracalla passando per il Colosseo, i Fori Imperiali, Piazza del Popolo e Piazza di Spagna per arrivare all’interno dello Stadio Nando Martellini. I 15 km sono stati affrontati dai tanti presenti correndo o anche in camminata sportiva alla quale hanno aderito centinaia di Fitwalkers. Il tempo per completare la loro prova era massimo di due ore. Una giornata di grande sport che ha riscosso unanimi consensi da parte di chi ha partecipato e del grande pubblico che ha accompagnato nelle strade le fatiche dei protagonisti all’ombra dei monumenti storici della Città Eterna. 

GARA MASCHILE - La gara maschile ha visto l’eritreo, romano di adozione, Freedom Amaniel della Forum Sport Center, bissare il successo dello scorso anno. Il vincitore ha concluso la sua fatica con il tempo di 46:59 migliorando di 1’39” il riscontro cronometrico della scorsa edizione. Alle spalle di Amaniel, insieme a lui per tutta la gara, Roman Prodius (LBM Sport Team).

L’atleta moldavo ha tentato di tenere il passo di testa prima di staccarsi intorno al quinto chilometro. Il suo riscontro cronometrico, 48:30, è comunque di buon valore a testimonianza delle capacità di questa vecchia conoscenza del podismo romano. Terzo posto con 50:51 per il catanese Luca Stagno (Etnatletica San Pietro Clarenz). 

GARA FEMMINILE - Altro duello fra due assolute protagoniste del running laziale quello che è andato in scena fra le donne. Elisabetta Beltrame, atleta della LBM Sport Team, è partita con la fiera intenzione di ripetere il successo della scorsa edizione. L’impresa le è riuscita nel tempo di 54:32, prestazione che migliora di 1’20” quella dell’anno precedente. Seconda piazza per Paola Salvatori (U.S. Roma 83) che, pur non tenendo il passo della Beltrame, ha fatto una gara eccellente chiudendo in 55:37. Terza piazza per Paola Patta (Podistica Solidarietà) giunta al traguardo in 56:55.

GARA A STAFFETTA - Per la prima volta sul percorso della Roma Urbs Mundi si è corso a coppie. Cinque chilometri per il primo frazionista, i restanti dieci per il compagno di squadra.

Fra le coppie femminili primo posto per Daniela Reali e Elisa Ferro Luzzi che hanno chiuso in 1h27:39; fra gli uomini successo per il tandem Mattia Marchese e Gianluca Bruni giunti in 1h05:09; tra le coppie miste (uomo/donna) successo per i coniugi Alessia Romano e Giovanni Danese che al traguardo hanno fatto segnare il tempo di 59:23. 

LE JOELETTE - Hanno fatto il loro esordio nella Roma Urbs Mundi anche i ragazzi in Joelette, spinti al traguardo da fantastici alfieri, amici della Sod Italia Onlus, gara competitiva anche per loro con la premiazione finale! Al via c’era anche Andrea Moccia, neo medaglia di bronzo ai Campionati Europei. Moccia è stato un atleta Master del G.S. Bancari Romani di alto livello fino al 2014, quando fu poi investito durante l’allenamento mattutino e costretto a stare sulla sedia a rotelle.

BABY SPRINTERS - Circa 500 bambini entusiasti hanno fatto da prologo sabato mattina alla Roma Urbs Mundi 2019. I più piccoli, da 0 a 14 anni, hanno dato vita a prove di velocità all’interno dello Stadio Nando Martellini cimentandosi in varie distanze seguiti e guidati dai tecnici del GSBR Run. 

LA SODDISFAZIONE DEGLI ORGANIZZATORI - Laura Duchi, a nome del GSBRun ha sottolineato la soddisfazione di tutto il comitato organizzatore: “La Roma Urbs Mundi cresce edizione dopo edizione. Quest’anno abbiamo sfiorato i quattromila iscritti: sotto il profilo organizzativo è stato un grande sforzo ma tutto è andato per il meglio e la soddisfazione più grande, oltre al riscontro tecnico dato dal tempo dei vincitori, sono i commenti positivi di tutti coloro che hanno preso il via, questo ci ripaga del tanto lavoro di queste ultime settimane”.

(ha collaborato Gianluca Montebelli dell’Ufficio Stampa GSBRun)

Moreno Saddi


La partenza della Roma Urbs Mundi


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate