La seconda giornata dei Campionati Regionali Cadetti e Ragazzi




 

La seconda giornata dei Campionati Regionali Cadetti e Ragazzi, organizzati dalla Virtus Emilsider  al Campo Baumann a Bologna, hanno visto cadere, come abbiamo già scritto in diretta, un altro primato regionale, oltre a quello di ieri nel salto con l’asta cadette.

Partiamo quindi dai risultati di questa gara, i 300 hs cadette, nella quale Ayomide Folorunso (Avis Fidenza), alla sua quarta gara sulla distanza, ha migliorato il primato regionale con tempo elettrico che apparteneva a Claudia Salvarani con 45.44, ottenuto nel 1989. La Folorunso aveva in precedenza un personale di 45.9 manuale, ottenuto a Busseto il 10 settembre, mentre l’unico suo tempo con crono elettrico era di 46.37, ottenuto a Saint Christophe il 17 luglio. Si è quindi migliorata, rispetto a questo tempo di esattamente un secondo, avendo corso oggi in 45.37; al 2° posto Camilla Papa (Atl. Piacenza) con 46.76, vicino al suo personale di 46.3 manuale e al 3° Sara Ziliani (Atl. Cinque Cerchi) con 47.05, rispetto al precedente personale di 47.9. Ottiene il minimo per Jesolo anche la 4ª classificata, Giulia Tizi (Cus Bologna) con 47.28, che si migliora di oltre 1 secondo. In questa specialità l’Emilia Romagna ha addirittura 5 atlete in possesso del minimo, considerato che oltre le prime 4 di oggi, c’è anche Lucia Quaglieri (Victoria S. Agata) con 46.1 manuale.

Le altre gare cadette della seconda giornata. 80 metri: il titolo è vinto da Robin Sara Stauder (Atl. Piacenza) con 10.51 e il podio si completa con Sara Grossi (Self Montanari Gruzza) a 10.67 e Paola Forghieri (Mollificio Modenese) a 10.80.

2000 metri: Sara Dall’Aglio (Avis Fidenza) fa il bis, dopo avere vinto ieri i 1000 metri e anche oggi sigla un altro primato personale, nonché miglior risultato del 2011 in Emilia Romagna, con 6.57.12. Perfettamente regolare la sua gara, con passaggio a metà gara in 3’29” e seconda metà in 3’28”. Con qualche secondo di distacco arrivano Agnese Cappelli (Mollificio Modenese) con 7.03.87, a 50/100 dal suo personale e Francesca Pedocchi (Pol. Arceto) con 7.05.29, che era accreditata del miglior tempo fra le iscritte con 7.00.06.

Lungo: si impone Federica Giovanardi (Athletic Rimini) con 5,08, che migliora il suo primato personale 4 volte: partiva da 4,87, peraltro ventoso ottenuto ad Ascoli Piceno il 30 luglio e oggi ha inanellato 4,90, 4,95 e 4,98 ai primi 3 salti, poi 4,82, il vittorioso 5,08 e 4,93 nel salto finale. Inizialmente aveva preso il comando della gara Agata Gremi (Atl. Piacenza), classe 1997, con 5,03 al primo salto e un po’ a sorpresa visto che la sua specialità favorita è il lancio del martello e 35 cm cm di miglioramento rispetto al precedente limite personale. Negli altri salti però non riusciva a replicare questa misura (il più lungo 4,82 al 6° turno) e quindi la piacentina otteneva un altro secondo posto ai Campionati Regionali, dopo quello ottenuto ieri nel martello. Al 3° posto nel lungo si è piazzata un’altra atleta al 1° anno della categoria, Martina Manzini (Atl. Cinque Cerchi) con 4,98.

Disco: quasi raddoppiare il proprio limite personale non è usuale, ma oggi l’impresa è riuscita a Eleonora Zama (Atl. 85 Faenza) nella gara del disco: aveva gareggiato quest’anno altre 2 volte in questa specialità (e 4 nel 2010), con una migliore misura di 18,76 realizzata il 7 maggio. Successivamente solo gare di 80 e 300 metri. Oggi ha iniziato subito con 21,37, poi 25,15 al secondo, nullo al terzo e 30,95 al quarto, oltre 12 metri rispetto alla misura del 7 maggio e miglior risultato 2011 in regione e fra i primi 10 in Italia quest’anno. Grande sorpresa, ma successo nettissimo, con la seconda a 25,26, Laura Savigni (Libertas Rimini), anche per lei primato personale migliorato di oltre 2 metri e la terza a 24,66, Sara Andreani (Olimpus San Marino) e fino a oggi sotto i 20 metri come migliore misura.

Cadetti. 80 metri: prevale nel finale Erick Panini Sousa (Atl. Reggio) con 9.47, davanti a Francesco Benetti (Sintofarm), 1° anno di categoria, 9.56 e Filippo Tambresoni (Atl. Cinque Cerchi) 9.74. Benetti aveva comunque già il minimo per Jesolo, avendo un personale di 9.44.

2000 metri: gara tattica come spesso avviene in una gara titolata, che siano i Campionati Mondiali o Campionati Regionali, ma il titolo va comunque all’atleta che vantava il miglior tempo stagionale, Alessandro Giacobazzi (Atl. Frignano Pol. Pavullese) con 6.14.44, che ha la meglio su Simone Bernardi (Atl. Imola Sacmi Avis) 6.14.63, Yassin Bouih (Atl. Reggio) 6.15.62, Omar Stefani, compagno di club di Giacobazzi, 6.16.00 e Federico Mengozzi (Atl. Imola), vincitore ieri dei 1000 metri, 6.16.04. Questi i passaggi al giro dell’atleta al comando della gara: 1.23.2 / 2.43.1 (1.19.9) / 3.56.0 (1.12.9) / 5.10.7 (1.14.7) / 6.14.44 (1.03.7).

300 hs: un’unica serie premia il miglior tempo stagionale, Davide Cellario (Atl. Reggio) con 42.17, che precede Luca Bocchialini (Azzurra Parma) 42.30 e Filippo Amaretti (Edera Forlì) 42.32. Per Bocchialini e Amaretti si tratta del primato personale, che sfugge invece a Cellario per 11/100.

Alto: Alessandro Bellelli (Self Montanari Gruzza), 1° anno nella categoria, si migliora di 2 cm salendo a 1,84. Sul podio vanno anche Christian Sacchetti (Francesco Francia) con 1,78 (11 cm di progresso) e Giacomo Tagliati (Atl. Castelnovo Monti) con 1,74.

Triplo: 2° titolo vinto da Hasnain Abbas (La Patria Carpi), ieri il lungo oggi il triplo. La sua misura è 12,85, 45 cm in più rispetto al suo personale. 2° posto per Tobia Bocchi (Fmi Parma Sprint), classe 1997, con 12,32, a 3 cm dal suo miglior risultato e 3° posto per Ilyass Messaadiyene (Fratellanza), specialista del salto con l’asta, con 12,07 e 75 cm di progresso.

Peso: la classifica di oggi rispecchia la graduatoria regionale per quanto riguarda i primi 2 classificati; per Paolo Grisanti (Atl. Castelnovo Monti) 13,64 e 6 lanci sempre più lunghi; per Marco Sarti (Atl. Castenaso Celtic Druid) 13,09, ottenuto al 5° turno in cui supera Gabriele Natali (Atl. Ravenna), che era sino a quel momento al 2° posto con 12,59, poi migliorato a 12,73, l’unico fra i 3 a realizzare oggi il proprio primato.

Ragazzi. 60 metri: 2° titolo per Giacomo Sgarbi (Sintofarm) che nella ultima serie con 8.03 sopravvanza i ragazzi della prima serie che avevano visto prevalere Leonardo Manelli (Pol. Arceto) con 8.12 su Luca Gobbato (Pol. Castelfranco) 8.13.

1000 metri: Giovanni Peveri (Atl. Piacenza), dominatore nelle campestri ma solo con fugaci apparizioni nelle gare su pista nel 2011, anche se sufficienti a detenere il miglior risultato del 2011 con 3.01.12, oggi in una gara di livello, trova il modo di migliorarsi decisamente e scende per la prima volta sotto i 3 minuti: il tempo è 2.58.11, con passaggi regolari che hanno la meglio su Davide Barbieri (Virtus Emilsider Bologna) 3.01.40 (precedente 3.10.9) e Yassir Kanzis (Lolliauto) 3.01.75, a 50/100 dal suo personale.

Alto: titolo per Damiano Lorenzini (Virtus Emilsider Bologna) con 1,54, a pari misura con Michele Brini (Atl. Lugo), che supera questa misura al secondo salto, mentre Lorenzini ci riesce al primo. 3° posto per Cristiano Tamarozzi (Francesco Francia) con 1,46.

Peso: Michele Brini (Atl. Lugo) vince però il titolo nel peso, dove lancia a 15,62, realizzato al terzo e ultimo turno, con cui supera Gabriele Valanzano (Atl. Castiglione) che aveva lanciato al secondo turno a 15,30; 3° posto per Giacomo Taddia (New Star) con 14,29.

Vortex: il titolo regionale è vinto da Nathan Lucas Sapigni (Atl. Rimini Nord Santarcangelo) con 56,05 e 3 lanci migliori di quelli di tutti gli altri atleti in gara. Sul podio vanno anche Enrico Randi (Atl. Lugo) con 52,80 e Samuele Saccani (Coop Consumatori Nord Est) con 50,95.

Ragazze. 60 metri: si corrono ben 11 serie per un totale di 81 atlete. I tempi migliori sono ottenuti nella prima serie, vinta da Sofia Rinaldi (Atl. Castelnovo Monti) con 8.33 (primato personale migliorato di 4/100), che precede di 1/100 Laura Fattori (Self Montanari Gruzza) e Eleonora Iori (Mollificio Modenese) a 8.58, che nel mese di giugno stabilì il primato regionale con 8.07.

1000 metri: vince Anna Boni (Atl. Reggio) con 3.13.30, miglior tempo 2011 in Emilia Romagna. Primati personali anche per la 2ª e la 3ª classificata, Sara Moretti (Libertas Rimini) 3.17.05 e Lucia Gambarelli (Pol. Arceto) 3.19.73.

Lungo: bei numeri anche nel lungo con 73 ragazze in classifica. Vince il titolo regionale Diana Pasquini (Pod. Lippo Calderara) con 4,54, ottenuto nell’ultimo turno di salti; al 2° e 3° posto 2 atlete della Coop Consumatori Nord Est, Alessia Orsatti, classe 1999, con 4,37 e Giulia Riccò con 4,21, entrambe al primato personale.

Vortex: 2° titolo conquistato da Maite Vanucci (Nuova Atl. Molinella) dopo il peso di ieri. Molto buona la misura di oggi, 54,18, miglior risultato dell’anno in Emilia Romagna. Sul podio vanno anche Laura Brivio (Azzurra Parma) con 45,68 e Anna Morisi (New Star) con 43,33 (5 metri circa oltre il suo precedente primato personale).

 

Giorgio Rizzoli

 



Condividi con
Seguici su: