La prima giornata dei Regionali Assoluti Indoor a Modena




 

Sono stati assegnati i primi 6 titoli regionali individuali fra i 20 in palio in questo week end (oltre agli 8 societari). Oggi a Modena, con organizzazione della Fratellanza 1874 Modena, prima giornata dei Campionati Regionali Assoluti Indoor Open, con la presenza anche di atleti top di fuori regione, che alla fine saranno vincitori assoluti in 3 gare su 6.

Tra i vincitori di oggi, 3° titolo regionale nel 2014 per Ayomide Folorunso (Cus Parma), vincitrice dei 60 hs assoluti, dopo avere vinto quelli juniores di 60 metri e 60 hs. Vincono anche il titolo assoluto dopo avere vinto quelli di categoria Simone Pettenati fra gli juniores e Federica Giannotti e Luca Ferretti nelle promesse.

Queste le gare di oggi.

Uomini 60 metri: si effettuano 19 batterie con 111 atleti, fra i quali spicca la presenza del nazionale Jacques Riparelli (Aeronautica), che ottiene il miglior tempo con 6.72, eguagliando il miglior tempo stagionale in Italia, almeno prima delle gare di questo fine settimana, del compagno di nazionale Fabio Cerutti (Fiamme Gialle). Per la finale migliore si qualificano 2 atleti della nostra regione, Simone Pettenati (Modena Atletica) con 6.93 e Alberto Rontini (Atl. 85 Faenza) con 6.98, insieme a Riparelli, Eseosa Desalu (Fiamme Gialle), Marco Rizzo (Virtus C.R. Lucca) e Alessandro Pino (Atl. Vicentina). Fra gli altri tempi delle batterie Maurizio Checcucci (Fiamme Oro) avvicina la migliore prestazione nazionale della classe di età 40-44 con 6.98 e per ora resiste quella di Mario Longo con 6.96 del 2007. Sotto i 7 secondi anche Tommaso Lazzarini (Fratellanza 1874 Modena) al debutto stagionale con 6.98, mentre Luca Valbonesi (Atl. Imola Sacmi Imola) incappa nella falsa partenza ed è out.

Nella finale A Riparelli è costretto al ritiro e la gara è vinta da Desalu con 6.81. 3° posto e titolo regionale per Simone Pettenati con 6.92 che precede Rontini con 6.95, che tra batteria e finale ha demolito il suo primato personale di 19/100. Nella finale B Checcucci con 6.94 sigla la m.p.n. della categoria 40-44, nella quale fra gli emiliani si era qualificato il solo Lazzarini (e nessuno nella finale C), che però rinuncia e rimane comunque il 3° della regione nella classifica finale.

60 hs: vince nettamente Luca Casadei (Atl. Imola) con 8.15, suo 3° tempo in carriera, che ritorna a vincere il titolo regionale in questa specialità dopo il 2009 e 2011. 2° posto per Cristian Castellotti (Lagarina Crus Team) con 8.36, mentre in finale si era qualificato anche Davide Malpighi (Fratellanza) che si piazza al 4° posto con 8.62, dopo avere corso in 8.55 in batteria. Nella finale B il migliore è Federico Cavina (Edera Forlì) con 8.69, atleta che è tuttora il primatista regionale juniores (h 1,00) con 8.08 e che lo rivediamo a gareggiare a distanza di 4 anni.

Alto: vince Luca Ferretti (Fratellanza) con 2,00, superata alla seconda prova, mentre il suo compagno di squadra Luca Morandi la supera alla terza. Al 3° posto l’allievo Alessandro Bellelli (Self Montanari Gruzza) con 1,88.

Donne 60 metri: anche nella gara femminile dei 60 metri il cast delle atlete in gara è di alto livello, con la nazionale Gloria Hooper (Forestale), Judy Udochi Ekeh (Esercito), Doris Tomasini (Quercia Trentingrana) e le migliori della regione con Federica Giannotti (Atl. Reggio) in testa. Fra le 14 batterie il miglior tempo è della Hooper con 7.51, poi la Giannotti con 7.59 (primato personale migliorato di 11/100) e la Ekeh con 7.60. Vanno forte anche le allieve emiliane con Paola Forghieri e Eleonora Iori (Mollificio Modenese) 7.78, Laura Fattori (Atl. Reggio) 7.81 e Giulia Storti (Interflumina E’ Più Pomì) 7.83, tutte al primato personale, a parte la Fattori che aveva corso l’11 gennaio in 7.79. Nella finale A la Hooper scende a 7.41, 2° miglior tempo stagionale in Italia dopo 8.36 di Audrey Alloh, e precede Ekeh con 7.55, Federica Giannotti che ripete il 7.59 e Doris Tomasini con 7.62. Nella finale B Paola Forghieri si migliora con 7.76, davanti a Eleonora Iori con 7.80 e Elisa Caviglia (Cus Parma) con 7.83. Tra batterie e finali, vanno sotto gli 8 secondi, fra le atlete emiliano romagnole, anche la junior Georgina Boateng (Interflumina E’ Più Pomì) con 7.99 in batteria e la sammarinese Martina Pretelli (Olimpus San Marino) con 7.77 nella finale C.

60 hs: ci sono 4 batterie con Giulia Tessaro (Fiamme Oro) che segna il miglior tempo con 8.46. La campionessa regionale juniores Ayomide Folorunso (Cus Parma) è il 2° tempo con 8.59, con cui migliora il personale di 8.73. In finale Tessaro ripete il tempo di 8.46, mentre Folorunso si migliora a 8.55 e vince così il suo 3° titolo regionale del 2014 e precede la compagna di club Alessandra Arienti con 8.65; 4° posto per Alessandra Feudatari (Atl. Brescia 1950) con 8.67, poi Carolina Bianchi e Maria Chiara Neri (Atl. Lugo) con 8.78 e 9.05, ma più veloci in batteria con 8.73 e 8.86.

Alto: solo 3 atlete in gara e il titolo regionale va a Francesca Finotelli, con la nuova maglia della Pontevecchio Bologna, con 1,55, che precede l’allieva Francesca Paglia (Interflumina E’ Più Pomì) con 1,50 e Rossella Zanni (Mollificio Modenese) che inizia subito a migliorare primati masters nella nuova categoria 50-54 anni, con 1,45 (precedente Chiara Maria Passigato con 1,42).

Giorgio Rizzoli

Foto di Gualtiero Marastoni



Condividi con
Seguici su: