La pioggia sposta il test di Howe




 
Il maltempo ha giocato un brutto scherzo ad Andrew Howe. La pioggia caduta battente su Rieti nel pomeriggio di oggi, ha indotto lo staff tecnico azzurro - presente anche il DT Nicola Silvaggi - a rinviare a domani (inizio ore 15) la prevista gara test che avrebbe dovuto vedere la partecipazione del campione d’Europa e di diversi altri azzurri della specialità, oltre al primatista italiano di triplo Fabrizio Donato. Un vero e proprio diluvio, quello abbattutosi sul Raul Guidobaldi, dopo che, come facevano notare diversi abitanti del posto, la pioggia si era fatta attendere per più di due mesi. “Non era proprio il caso di rischiare – il sereno commento del portacolori dell’Aeronautica -, mancano solo due giorni alla partenza per il Giappone, e con questa temperatura (14 gradi, ndr), le condizioni ambientali sarebbero state pericolose”. Domani, stesso teatro, si spera in una scena diversa. “Ma a me serve solo di ritrovare il ritmo gara – le parole di Howe – non cerco risultati a sensazione o primati: vorrei mettere a frutto con salti completi, misurati da giudici, il lavoro fatto finora. Sto bene, e so che il top stagionale verrà raggiunto al Mondiale: lavoriamo da un anno per questo”. Domenica mattina Howe volerà ad Osaka (via Milano Malpensa), poi si trasferirà all’Università di Kobe, dove sosterrà una settimana di lavoro prima di unirsi al resto della squadra nazionale (che lascerà l’Italia sabato 18, sempre via Milano Malpensa). m.s.


Condividi con
Seguici su: