La medaglia dei vent'anni

23 Settembre 2014

La storia di Kevan Gosper, ex vicepresidente CIO, recentemente derubato della medaglia d'oro vinta nelle 440 yards ai Giochi del Commonwealth nel 1954

 

di Giorgio Cimbrico

“Vale 100 dollari australiani (70euro) ma per me non ha prezzo: è la medaglia che vinsi quando avevo 20 anni”. Ora Kevan Gosper, australiano, a lungo vicepresidente del Cio e membro onorario del comitato olimpico, ne ha 80, è reduce da un’operazione alla spina dorsale e, mettendo in ordine i memorabilia raccolti in una vita dedicata allo sport, si è accorto che manca l’oro delle 440 yards che conquistò nel ’54, ai Giochi del Commonwealth di Vancouver, quelli del’epica sfida sul miglio tra Roger Bannister e John Landy. Kevan andò forte: 47”2 su quello che gli anglosassoni chiamato il “quarto”, record dei campionati del vecchio Impero, davanti al neozelandese Jowett e al canadese Tobacco.

Con la 4x400 mise al collo anche il bronzo. Quello non l’hanno rubato. Jarrod Dwyer, ispettore della polizia criminale dello Stato di Victoria, sta indagando e pensa che la medaglia sia stata sottratta durane i lavori di ristrutturazione della casa di Gosper, a South Yarra, Melbourne. “Chi sa qualcosa, ci tenga informati”. “Io vorrei solo – aggiunge Gosper, desolato - che chi l’ha presa, me la faccia avere. Lo ripeto: è la medaglia dei miei vent’anni”. Se il cuore non è solo un muscolo, se il cervello non è solo un gomitolo di tessuti, anche il più incallito dei ladri dovrebbe sentire un fremito.

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: