La Borsi sbanca Osimo al Marche 9,14




 

Un’ottima gara sui 100 ostacoli femminili nobilita il Trofeo Marche 9,14 di Osimo (AN). La copertina di giornata va infatti a Veronica Borsi, seconda ai recenti Assoluti, che è riuscita a realizzare il primato personale sulla pista del campo scuola della Vescovara. In finale, 13”37 per la finanziera, con vento entro la norma (+0.7), precedendo Alessandra Arienti (Interflumina è più Pomì), 13”89. La Borsi migliora quindi il 13”40 da lei siglato un mese fa, al Silver Gala di Roma. Oggi, nella batteria, aveva corso in 13”53 ventoso (+2.7), sempre davanti alla Arienti (13”65). E’ questo il miglior risultato tecnico dell’ottava edizione di questo meeting nazionale, unico nel suo genere, dedicato alle corse ad ostacoli. La creatura del prof. Gino Falcetta, nata nel 1978 e poi ripresa nel 2006 grazie all’impegno del Comune e dell’Atletica Osimo del presidente Adriano Malatini, ha visto come d’abitudine una notevole partecipazione degli ostacolisti italiani di vertice.

Al maschile, sui 110hs, affermazione del marchigiano Mark Nalocca (Carabinieri/Collection Atl. Sambenedettese), campione italiano under 23, in 14”21 davanti all’aviere sangiorgese Giorgio Berdini, 14”54, con 1.7 di vento a favore. Buoni riscontri anche dal giro di pista con barriere: la primatista nazionale Benedetta Ceccarelli (Carabinieri) prevale nettamente in 57”37, mentre fra gli uomini Leonardo Capotosti si aggiudica il duello nei 400hs con Federico Rubeca, suo compagno di club delle Fiamme Gialle: 51”34 contro 51”48. A completare il ricco programma, le sfide della velocità pura: spettacolare quella femminile, dove si impone Giulia Arcioni, campionessa italiana nei 200, in cui vestirà la maglia azzurra agli Europei di Barcellona. La forestale si aggiudica la volata sui 100 metri in 11”63 (vento nullo) davanti a Maria Aurora Salvagno dell’Aeronautica, 11”77 (in batteria 11”71), terza Francesca Ramini della Sport Atletica Fermo in 11”96 (e 11”92 nel turno eliminatorio).

Sui 100 metri maschili, successo di Luca Zazzera (Cus Foggia) in 10”64 davanti alla promessa Julius Kyambadde (Civitanova Track Club), 10”72. A livello giovanile, 14”70 (+1.8) sui 110hs di Luca Trgovcevic (Studentesca Ca.Ri.Ri) e, tra gli allievi, 14”08 (+1.9) per Andrea Zambito (Fiamme Gialle Simoni), davanti all’atleta di casa Leonardo Malatini (Atl. Osimo), 14”76. L’allieva Daria Derkach (Atl. Vis Nova) corre la finale in 14”08 (+2.1) dopo un 13”85 in batteria. Infine l’allieva Jenny Mascia (Cus Urbino) fa 1’07”48 sui 400hs. In base alla classifica a punti per società, il "Trofeo Marche 9,14" maschile va all'Atletica Osimo, mentre la graduatoria femminile vede al comando i quattro club delle vincitrici individuali.


Nell'immagine, Veronica Borsi; in basso, Mark Nalocca (foto di Giancarlo Colombo/FIDAL); a fondo pagina, il servizio video  e la trasmissione integrale andata in onda su TVRS, entrambi a cura di Mario Giannini





Condividi con
Seguici su: