La 50 km apre un venerdì di grandi attese

05 Agosto 2021

Titolo olimpico al polacco Tomala (3h50:08), Agrusti 23esimo (4h01:10), ritirati Caporaso e De Luca. Oggi Palmisano e Giorgi nella 20 km di marcia, la finale della 4x100, la batteria della 4x400

 

Ottava giornata dell’atletica alle Olimpiadi di Tokyo, al via con un’altra prova di marcia a Sapporo. Dopo il magnifico successo nella 20 km di Massimo Stano, vincitore della terza medaglia d’oro per l’Italia in questa indimenticabile edizione dei Giochi, è il momento della 50 chilometri. La sfida più lunga del programma a cinque cerchi (start alle 5.30 del Giappone), vede come vincitore il polacco Dawid Tomala con il tempo di 3h50:08, autore dell’azione decisiva poco prima del passaggio al trentesimo chilometro, capace di raggiungere vantaggi superiori ai tre minuti e poi di resistere nonostante il vistoso calo degli ultimi cinque chilometri. Sul podio salgono anche il tedesco Jonathan Hilbert (3h50:44, argento) e il canadese Evan Dunfee (3h50:59) che nei metri finali beffa per il bronzo lo spagnolo Marc Tur (3h51:08). Dei tre azzurri in gara, riesce a completare la prova soltanto Andrea Agrusti, 23esimo con 4h01:10, ritirati invece Teodorico Caporaso, a poche centinaia di metri dal traguardo, e Marco De Luca, al ventisettesimo chilometro. 

Alle 9.30 (ora italiana) toccherà alla marcia femminile nei 20 km in cui sono attese Antonella Palmisano, Eleonora Giorgi e Valentina Trapletti, sempre all’Odori Park nell’isola di Hokkaido. Sulla pista dello stadio Olimpico, la sessione di competizioni si aprirà alle 13.25 con le batterie della 4x400 maschile: il quartetto azzurro sarà formato da Vladimir Aceti, Davide Re, Edoardo Scotti e Alessandro Sibilio (ordine da definire nelle ore precedenti la gara). L’ultima finale della serata giapponese è la 4x100 uomini con Lorenzo Patta, il campione olimpico dei 100 metri Marcell Jacobs, Fausto Desalu e Filippo Tortu, che in batteria hanno portato il record italiano a 37.95 (quarto tempo di ammissione) e prenderanno il via dall’ottava corsia. In tutto saranno impegnati quindi 14 azzurri.

40 km - Il polacco Tomala scava un gap ancora più ampio sugli inseguitori, mentre lo slovacco campione olimpico in carica Matej Toth perde contatto con il gruppo dei più quotati. A dieci chilometri dal termine, nella “cinquanta” olimpica si consolida l’iniziativa del leader polacco (passaggio a 3h03:45) che può contare su un vantaggio di 2:50 su sei uomini: il tedesco Hilbert, il finlandese Partanen, lo spagnolo Tur, il giapponese Kawano, il portoghese Vieira, il canadese Dunfee (3h06:35). Agrusti in 19esima posizione (3h09:02), Caporaso 22esimo (3h09:44).

30 km - Dopo una serie di tira e molla, torna nel gruppo dei migliori Diniz che al ventesimo chilometro era indietro di 27 secondi e che però sceglie nuovamente di fermarsi per qualche attimo al rifornimento. Quando si avvicina metà gara, Tomala si mette a dettare il suo ritmo (1h58:16 al giro di boa). La temperatura cresce (28 gradi), i primi due azzurri scivolano a poco più di un minuto: Caporaso 27° a 1:05, Agrusti 31° a 1:06, De Luca sempre più distante (a cinque minuti e mezzo) frenato da problemi di stomaco. Intanto si arrende Diniz, dopo 28 chilometri. Al trentesimo prova l’allungo Tomala (2h21:21) con nove secondi di margine sul gruppo che conta 18 atleti. Così gli azzurri: 22° Agrusti (1:31 il ritardo), 25° Caporaso (a 1:40), De Luca è costretto al ritiro.

20 km - Prende l’iniziativa il giapponese Satoshi Maruo che prova a imprimere un’accelerazione nella caccia a Luo, ma tra i più attivi c’è anche il polacco Dawid Tomala, oltre a Toth. Al 15° km il loro svantaggio è ancora di 22 secondi, una quarantina per Caporaso (25°) e Agrusti (29°), invece è in difficoltà De Luca (a 2:37). C’è il ricongiungimento al comando, dopo venti chilometri (1h35:04). Immutato il distacco dei primi due marciatori azzurri, rispettivamente al 27° e 28° posto, con De Luca (alla sua quarta Olimpiade) a tre minuti e mezzo.

10 km - Subito in fuga il cinese Luo Yadong tallonato dal francese Diniz che al quinto chilometro lo supera (23:58 il parziale). A circa mezzo minuto il gruppo che comprende i tre italiani. Poco dopo il transalpino è costretto a fermarsi una ventina di secondi per problemi intestinali, poi continua ad alternare stop e ripartenze sul percorso. Il cinese Luo si ritrova così da solo davanti (47:57 al decimo chilometro), alle sue spalle il plotone si fraziona: i primi inseguitori guidati da Toth a 26 secondi, Caporaso e Agrusti a 35 secondi (intorno alla 25esima posizione), De Luca 53esimo a un minuto.

Partenza - Si leva il sole a Sapporo alle 5.30 del mattino (ora locale) per accogliere i 59 atleti della 50 km di marcia sull’anello di due chilometri. Il termometro segna 25 gradi, mentre l’umidità è decisamente elevata, all’86 per cento. Assente come noto il campione iridato di Doha, il giapponese Yusuke Suzuki, ma sono in gara lo slovacco Matej Toth, oro a Rio, il francese primatista mondiale Yohann Diniz e tra gli altri anche il 51enne spagnolo Jesus Angel Garcia, all’ottava partecipazione olimpica (un record per l’atletica).


START LIST E RISULTATI - FOTO - ISCRITTI - ORARIO E AZZURRI IN GARA - LA SQUADRA ITALIANA - TV E STREAMING - STATISTICS HANDBOOK - TUTTE LE NOTIZIE - LE PAGINE WORLD ATHLETICS - IL SITO DI TOKYO 2020

TEAM GUIDE CON SCHEDE DEGLI AZZURRI (PDF)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 GIOCHI OLIMPICI