La 2^ giornata dei Campionati Junior Promesse: titoli per Alessandra Feudatari e la 4x100 juniores A




 

Altri 2 titoli nazionali per l’Emilia Romagna nella seconda giornata dei Campionati Italiani Juniores e Promesse: e siamo quindi a 5 titoli complessivi, con i successi di oggi di Alessandra Feudatari nei 100 hs promesse e dalla staffetta 4x100 dell’Atl. Imola Sacmi Avis, che si aggiungono alle vittorie di ieri di Miriam Galli, Camillo Kaborè e Judi Ekeh. Podio anche Yassine El Houdni 2° negli 800 metri promesse, Nicolò Bolla 2° nel martello promesse e per Francesca Cocchi 3° posto nei 5000 metri juniores e per Luca Montoleone 3° nella marcia 10000 metri.

Alessandra Feudatari (Interflumina E’ Più Pomì) ha vinto i 100 hs promesse, gara in cui era la favorita, ottenendo con 13.65 in finale (+1,0) il suo nuovo primato personale, migliorandosi di 11/100 e stabilendo il 4° tempo assoluto all time in regione, dopo Micol Cattaneo 12.98 (2008), Giuliana Spada 13.60 (1996) e Alessandra Arienti 13.62 (2010), superando le 2 forti atlete che la precedevano in questa graduatoria, Claudia Legali 13.67 (1991) e Erica Barani 13.72 (1995). La Feudatari è al suo 5° titolo nazionale, il 2° del 2012 dopo quello indoor promesse sui 60 hs e il 4° come atleta della Emilia Romagna, in quanto nel 2008, in occasione del suo primo titolo sui 60 hs indoor allieve, la sua società di sempre, la Inferflumina di Castelmaggiore, era tesserata presso il Comitato Regionale della Lombardia. Nella gara di oggi, la finale si è rivelata più ostica di quanto si era lasciato intravedere nelle batterie mattutine, nelle quali Alessandra aveva ottenuto di gran lunga il migliore tempo con 13.77 (+1,2), a 1/100 quindi dal personale. La più vicina, nella stessa serie, aveva segnato 14.33, mentre la forte veneta Silvia Zuin aveva vinto la prima batteria in 14.35 (+0,5). In finale perà si migliorava ampiamente da 14.04 a 13.71 e terminava a 6/100 dalla Feudatari. Primato personale anche per la terza classificata, Ginevra Squassabia, con 14.00.

Il secondo titolo della giornata è arrivato dalla staffetta 4x100 juniores dell’Atl. Imola Sacmi Avis. Erano trascorsi appena 10 giorni, quando al Memorial Cavulli di Imola, Ossama Belaissoui, Lorenzo Bilotti, Luca Bartolotti, Luca Valbonesi, avevano migliorato il primato regionale di categoria con 41.93, ma oggi hanno fatto ancora meglio, portandolo a 41.52, uno dei migliori tempi di sempre a livello di club nella categoria juniores. Gli imolesi hanno corso in terza serie, con 42.75 il tempo da battere della Riccardi Milano ottenuto nella serie precedente e hanno nettamente fatto meglio, precedendo di oltre mezzo secondo la Studentesca Ca.Ri.Rieti a 42.17. L’Atl. Imola aveva vinto il titolo nella 4x100 allievi nel 2009 e 3 frazionisti su 4 di oggi già allora si fregiarono del titolo nazionale. La formazione che vinse il titolo a Rieti 2010 era composta da Paolo Monti, Lorenzo Bilotti, Luca Bartolotti e Luca Valbonesi, mentre oggi è cambiato solo il primo frazionista, con Ossama Belaissoui che ha preso il posto di Paolo Monti. Per Bilotti si tratta del 3° titolo nazionale (oltre ai 2 della 4x100, anche quello sui 100 metri allievi nel 2011), mentre è il 2° per Bartolotti e Valbonesi (che vanta però già diverse presenze in nazionale giovanile) e il 1° per Belaissoui.

Questi gli altri piazzamenti degli atleti della Emilia Romagna nei primi 8 e gli ammessi alle finali di domani. Negli juniores uomini oggi turno eliminatorio per i 200 metri, con 3 atleti della nostra regione fra i partenti. Tutti e 3 si qualificano per la finale, con Eseosa Desalu (Interflumina) migliore tempo con 21.13 (+3,7), Luca Valbonesi (Atl. Imola) 5° tempo con 21.81 (+1,6) e Ivan Nichik (Cus Parma) 7° tempo con 21.97 (+3,7).  Se nella finale di domani il vento sarà nei limiti consentiti, potrebbe essere a rischio il primato regionale di Stefano Anceschi di 21.32, che risale al 2003.Nei 400 hs juniores Alessandro Faragona (Fratellanza 1874 Modena) conquista la finale correndo in batteria in 55.76, 6° tempo fra gli ammessi.

Nelle juniores donne nei 200 metri Udochi Judy Ekeh (Reggio Event’s), per una frazione di vento superiore al consentito (+2,1) non batte il primato regionale di categoria e primato personale di 23.89, correndo in 23.70, 10/100 anche migliore di un’altra sua prestazione ventosa, ottenuta quest’anno a Gavardo. Si preannuncia per domani una grande finale, con l’altra azzurrina Irene Siragusa, che ha corso in 23.63 (+2,8), miglior tempo delle batterie e con l’altra emiliana in gara, Silvia Corbucci (Cus Bologna) 24.52 (+2,1) ritornata ai suo migliori livelli, 5° tempo di qualificazione e possibile outsider che potrà lottare per il podio.Nella finale dei 400 metri buon 4° posto per Ambra Gatti (Cus Parma) con 57.38, suo miglior tempo stagionale. Troppo forti oggi le prime 3, con la laziale Flavia Battaglia vincitrice con 55.02.Nei 5000 metri bellissimo 3° posto per Francesca Cocchi (Corradini Rubiera) con 17.40.95 e primato personale migliorato di oltre 40 secondi. Il 2° posto con 17.38.87 della triestina Elisabetta Giacomelli non era lontano, mentre maggiore era il vantaggio al traguardo della favorita Virginia Maria Abate, al 1° posto con 17.27.06.Nei 400 hs Raphaela Lukudo (Mollificio Modenese) conquista l’accesso alla finale con il 2° posto a 1.03.50. Il miglior tempo è della toscana Danielsen con 1.02.86.

Nelle promesse maschili 4° posto nella finale dei 400 metri per Kevin Menzani (Fratellanza) con 48.43. 1° posto per il reatino Lorenzo Valentini con 47.11.Negli 800 metri Yassine El Houdni (Fratellanza) si piazza al 2° posto con 1.50.48, preceduto dal lombardo Mattia Moretti con 1.50.37. Domani nei 1500 ci può essere la rivincita.Nei 400 hs conquista l’accesso alla finale Davide Piccolo (Virtus Emilsider Bologna) con 53.68 in batteria, 6° tempo fra i qualificati.Nell’asta 4,20 e 7° posto a pari merito per Tommaso Battisti (Edera Forlì). Nel peso 5° posto per Pietro Caselli (Fratellanza) con 13,89, che ieri si era piazzato al 3° posto nel disco.Nel martello 2° posto per Nicolò Bolla (Cus Parma) con 60,98, suo 2° miglior risultato di sempre, inferiore solo al recente 62,68 di Cremona 10 giugno. Troppo forte il vincitore Gianlorenzo Ferretti, con 64,96 e 5 lanci su 6 superiori al miglior lancio di Bolla.Un altro podio arriva con Luca Montoleone (Fratellanza) nei 10000 metri di marcia. Il bolognese si piazza al 3° posto con 45.26.51, personale stagionale e precede un altro atleta dell’Emilia Romagna, Giovanni Renò (Cus Parma) con 46.28.05 al 4° posto.

Nelle promesse donne, oltre al titolo vinto dalla Feudatari nei 100 hs, il miglior piazzamento della seconda giornata è di Margherita Rossi (Self Montanari Gruzza) al 6° posto nel triplo con 12,16. 

Giorgio Rizzoli

Le foto sono di Giancarlo Colombo/Fidal



Condividi con
Seguici su: