Jacobs comincia da 10.21 sui 100 di Rieti

11 Luglio 2020

Buono il debutto dello sprinter azzurro, ok anche in batteria (10.22): “Ma mi aspettavo meglio. Ora Savona con Tortu”. Hooper 11.45, Bogliolo scende a 11.74. Lambrughi 400hs in 49.99

 

La stagione di Marcell Jacobs nei 100 metri scatta dal crono di 10.21 (+1.1) ottenuto in finale dopo il 10.22 (+1.7) della batteria al Trofeo Città di Rieti. Sulla pista dello stadio Guidobaldi, in un pomeriggio decisamente caldo (32 gradi) lo sprinter azzurro delle Fiamme Oro firma un esordio incoraggiante. Il velocista che vanta un primato personale di 10.03 centrato nella scorsa stagione rompe il ghiaccio in batteria, con una partenza ancora da aggiustare, migliorata invece in finale, dove si lascia alle spalle il campione italiano dei 200 metri Antonio Infantino (Athletic Club 96 Alperia) con 10.58 dopo il 10.51 della batteria, e lo junior ostacolista Lorenzo Simonelli (Esercito) in decisa crescita, 10.68 in finale dopo il 10.63 della batteria con cui migliora di quasi due decimi il primato personale.

“Mi aspettavo qualcosa di più - commenta Jacobs - ma sicuramente è stato importante ricominciare a gareggiare, mi mancava tanto l’effetto dello stadio. Sinceramente speravo qualcosa di meglio, perché in batteria non sono praticamente partito, il tempo di reazione è stato altissimo. In finale mi sembra di essere partito meglio. Sulla fase lanciata invece mi sto sentendo bene e ricominciare a gareggiare mi porterà a crescere. Ora penso alla prossima gara che sarà giovedì a Savona e sicuramente sarà di stimolo il confronto con Filippo Tortu”. Con la prestazione odierna, Jacobs si issa momentaneamente al secondo posto delle freschissime liste europee stagionali, superato soltanto dall’elvetico Silvan Wicki, 10.11 a Bulle, nella gara del 10.22 di Luca Lai. Il 25enne velocista di Desenzano del Garda, campione italiano in carica, toglie un decimo rispetto all’esordio della scorsa stagione, quando era scattato da 10.31 a Castiglione della Pescaia, pur in una prova condizionata dalla pioggia. Il suo 2020, dopo lo sprint di Savona di giovedì, proseguirà con Trieste il 1° agosto, quindi l’11 agosto a Turku, in Finlandia, poi Padova per gli Assoluti di fine agosto e per il meeting del 12 settembre, e poi il Golden Gala Pietro Mennea del 17 settembre.

VIDEO | JACOBS 10.21 IN FINALE A RIETI 

VIDEO | JACOBS 10.22 IN BATTERIA A RIETI NEI 100

VIDEO | LE PAROLE DI MARCELL JACOBS A RIETI

IN PISTA - Interessante anche il doppio turno dei 100 metri femminili: Gloria Hooper (Carabinieri) apre il 2020 con 11.45 (+0.1) dopo l’11.50 (-0.4) della batteria e si presenterà domani sui blocchi dei 200 di nuovo a Rieti. Ma c’è da segnalare anche l’ulteriore doppio progresso dell’ostacolista Luminosa Bogliolo (Fiamme Oro) sulla distanza piana, con 20 centesimi complessivi di primato personale: prima firma 11.80 in batteria, poi 11.74 in finale. Pomeriggio positivo anche per Giulia Latini (Carabinieri), 11.84 in batteria e 11.85 in finale. Cresce Alice Mangione (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) fino a 11.92. Successi azzurri nei 300 metri: Matteo Galvan (Fiamme Gialle) inizia da 33.39, Raphaela Lukudo (Esercito) dopo la batteria dei 100 - insolita per lei - corsa in 11.93 (-0.4) si propone in 38.86 nei 300.

VIDEO | HOOPER 11.45 IN FINALE, BOGLIOLO 11.74

VIDEO | HOOPER 11.50 IN BATTERIA, BOGLIOLO 11.80

OSTACOLI - Torna in pista dopo quasi dieci mesi Mario Lambrughi (Atl. Riccardi Milano 1946). Nei 400hs il 28enne lombardo scende subito sotto i cinquanta secondi, timbrando un esordio incoraggiante con 49.99, sulla pista dove corse in un secondo esatto in meno, due anni fa. Nella “prima” stagionale sulla distanza, Mattia Contini (Aeronautica) comincia da 51.81, mentre non può essere soddisfatto del tentativo sui 400hs il quattrocentista Lorenzo Benati (Atl. Roma Acquacetosa), 53.81.

VIDEO | IL 49.99 DI MARIO LAMBRUGHI A RIETI

IN PEDANA - Avanza Carolina Visca (Fiamme Gialle). La giavellottista campionessa europea under 20 lo scorso anno a Boras aggiunge oltre un metro alla misura della scorsa settimana e porta lo stagionale a 56,78, quinta prestazione in carriera, ottenuta al primo ingresso in pedana. Un passo in avanti anche per Nazzareno Di Marco (Fiamme Oro) nel disco con la misura di 56,50. Il bronzo europeo under 20 del martello Giorgio Olivieri (Carabinieri) debutta con 64,46. La prova di Tobia Bocchi (Carabinieri) nel triplo termina con la misura di 16,02 (-0.7) al secondo turno.

LEGGI ANCHE - FURLANI DAY: ERIKA VOLA A 1,94 NELL'ALTO, MATTIA PRIMATO CADETTI

naz.orl.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate