Jacobs versione sprinter: a Castiglione nei 100

22 Maggio 2019

Nel meeting toscano, domenica 26 maggio, tanti azzurri in gara: debutto di Fabbri nel peso, primo test per Chesani nell’alto, sfide interessanti nei lanci e nel mezzofondo. DIRETTA STREAMING su atletica.tv

 


 

Esordi azzurri, domenica 26 maggio, al Meeting internazionale Città di Castiglione della Pescaia. Nei 100 metri è atteso Marcell Jacobs (Fiamme Oro) per la prima uscita dell’anno sul rettilineo dello sprint, dopo l’ottima impressione con la 4x100 che ha conquistato il pass mondiale alle World Relays di Yokohama. Apre la stagione outdoor anche il pesista Leonardo Fabbri (Aeronautica), che nelle gare in sala si è migliorato fino a 20,69 con il lancio più lungo degli ultimi diciassette anni per un italiano. Tra le donne al via nei 100 un’altra protagonista dell’en plein azzurro con le staffette, Irene Siragusa (Esercito). Da seguire i lanci che nel martello vedranno in pedana il finalista iridato Marco Lingua (asd Marco Lingua 4ever) e Sara Fantini (Carabinieri), arrivata alla migliore prestazione nazionale under 23 in Coppa Europa con 69,25. Poi il mezzofondo: 800 metri per il ventenne Simone Barontini (Sef Stamura Ancona), tricolore al coperto che proverà stare nella scia del bosniaco Amel Tuka, e al femminile per Elena Bellò (Fiamme Azzurre). Nell’alto rientra in azione Silvano Chesani (Fiamme Oro), argento europeo indoor del 2015, a quasi un anno dall’infortunio della scorsa estate. Diverse le novità nell’appuntamento della località costiera in provincia di Grosseto, alla sua nona edizione: per la prima volta si gareggia anche in notturna, con il programma che andrà avanti fino alle ore 22.00, e quest’anno la riunione è targata European Athletics Permit Meeting, entrando quindi nel circuito continentale.

JACOBS ALLA PRIMA NEI 100 - Test di velocità per Marcell Jacobs. Il 24enne delle Fiamme Oro ha scelto il meeting di Castiglione della Pescaia per l’esordio stagionale nei 100 metri, dopo essersi dedicato al salto in lungo durante la stagione indoor (8,05 sulla pedana di Madrid, a due centimetri dal personale, prima dei tre nulli in qualificazione agli Europei di Glasgow). Sulla distanza è il campione italiano in carica e il quarto azzurro di sempre con 10.08, ma anche cinque tempi regolari sotto i 10.20 ottenuti l’anno scorso, oltre al 10.04 ventoso di Savona. Nel secondo weekend di maggio, a Yokohama, ha già messo in mostra un notevole stato di forma correndo la seconda frazione nella 4x100 azzurra. se la vedrà con lo statunitense Remontay McClain (10.07 di personale nel 2015 e 10.13 nella passata stagione), annunciato anche nei 200 in cui parte da favorito il canadese Brendon Rodney, medaglia di bronzo nella 4x400 alle Olimpiadi di Rio 2016 e anche ai Mondiali della stagione precedente, ma è iscritto anche il quattrocentista azzurro Giuseppe Leonardi (Carabinieri). Il nome di riferimento al femminile è invece quello di Irene Siragusa (Esercito), seconda italiana alltime sui 100 con 11.21, che si è piazzata quinta con la 4x100 alle recenti World Relays. Nei 400 metri al via la cipriota Eleni Artymata, vincitrice dei Giochi del Mediterraneo.

ALTO SHOW - Ci sarà anche un sottofondo musicale per la gara di alto che saluta il ritorno di Silvano Chesani (Fiamme Oro), vicecampione europeo indoor nel 2015. L’ex primatista italiano (2,33 in sala) ha recuperato dall’infortunio al piede sinistro, rimediato all’inizio di luglio, e salterà con rincorsa ridotta per rompere il ghiaccio dopo il periodo di stop. Al rientro anche Stefano Sottile (Fiamme Azzurre), oro mondiale under 18 nel 2015 e tricolore indoor nella scorsa stagione con 2,24. Attesi anche due protagonisti a livello internazionale come il cinese Zhang Guowei, argento iridato quattro anni fa a Pechino, e il cipriota Kyriakos Ioannou, tre volte sul podio mondiale. Tra gli iscritti anche Eugenio Meloni (Carabinieri) e lo junior Stefano Ramus (Atl.

Valli di Non e Sole), campione italiano di categoria al coperto.

IN RAMPA DI LANCIO - In cerca delle prime risposte Leonardo Fabbri (Aeronautica) sulla pedana del getto del peso. Nella prima parte dell’anno il colosso fiorentino ha già superato i 20 metri in tre occasioni (portando a 20,69 la migliore prestazione italiana under 23), compresa la gara outdoor in Coppa Europa a Samorin (20,02). Intanto ha ritoccato il personale nel disco con 53,02 nei Societari assoluti. Folta la schiera degli avversari: Sebastiano Bianchetti (Fiamme Oro) e lo spagnolo Carlos Tobalina, ma anche Lorenzo Del Gatto (Carabinieri) e Vincenzo D’Agostino (Futurathletic Team Apulia), 18,09 a Matera nel weekend. Il giamaicano Traves Smikle, ottavo agli ultimi Mondiali, è la vedette del disco e con lui proveranno a misurarsi il tricolore Giovanni Faloci (Fiamme Gialle), Nazzareno Di Marco (Fiamme Oro) e il giovane Alessio Mannucci (Atl. Livorno), senza dimenticare l’azzurrino Enrico Saccomano (Atl. Malignani Libertas Udine) con l’attrezzo juniores. Il campione italiano del martello Marco Lingua (asd Marco Lingua 4ever) troverà la concorrenza del moldavo Serghei Marghiev, finalista olimpico e all’ultima rassegna iridata, ma cerca spazio la promessa Giacomo Proserpio (Atl. Lecco Colombo Costruzioni). Tra le donne per Sara Fantini (Carabinieri), che ha realizzato il lancio più lungo di un’azzurra nelle ultime quattro stagioni con 69,25 in marzo, ci sarà invece da affrontare la ceca Katerina Safrankova, tra le prime otto Mondiali di Londra, in una gara che attende anche Lucia Prinetti (Fiamme Gialle). Nel disco la tricolore invernale Giada Andreutti (Atl. Libertas Malignani Udine) dovrà respingere l’assalto di Stefania Strumillo (Atletica 2005) e Natalina Capoferri (Atl. Brescia 1950 Ispa Group).

LE SFIDE DEL MEZZOFONDO - Sull’anello di Casa Mora, fari puntati soprattutto sugli 800 metri con il bosniaco Amel Tuka, bronzo mondiale nel 2015, e il connazionale Abedin Mujezinovic, ma attenzione al keniano Edwin Kiplagat Melly. In chiave azzurra proveranno a seguire il treno Simone Barontini (Sef Stamura Ancona), vincitore degli ultimi due titoli assoluti indoor, e il campione all’aperto Enrico Brazzale (Atl. Vicentina), con il possibile inserimento di Enrico Riccobon (Atl. Brugnera Friulintagli). Anche tra le donne in pista la tricolore in sala Elena Bellò (Fiamme Azzurre), insieme a Joyce Mattagliano (Esercito), in una gara che potrebbe essere impostata su ritmi veloci dalla marocchina Siham Hilali e dalla spagnola Zoya Naumov. Al via sui 3000 metri Giuseppe Gerratana (Aeronautica) con gli ugandesi Oscar Chelimo (Assindustria Sport Padova), bronzo mondiale under 20 di cross, e Hosea Kiplangat, che proprio nella rassegna iridata di campestre ha vinto l’oro a squadre, mentre al femminile un test sulla distanza piana per Martina Merlo e Francesca Bertoni, entrambe dell’Aeronautica. Nei 3000 siepi sono invece annunciati gli etiopi Kidanemariam Dessie e Amsalu Belay.

DIRETTA STREAMING - Il Meeting internazionale Città di Castiglione della Pescaia sarà trasmesso domenica 26 maggio in diretta video streaming su www.atletica.tv.

Luca Cassai

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- ISCRITTI/Entries


Condividi con
Seguici su: