Internazionale: Cantwell, spallata da 22.35




 

In una fine settimana concentrato sul campionato europeo a squadre, spostiamo l'attenzione sul resto dell'attività internazionale, dove il miglior risultato è stato ottenuto da Christian Cantwell, all'ultimo test prima dei campionati nazionali USA, cha a Columbia ha migliorato il mondiale stagionale della specialità con un lancio di 22.35.

Russia, Klishina verso i 7 metri

Sorprendenti progressi dello junior Vladimir Krasnov, un quattrocentista non ancora ventenne, che a Yerino ha migliorato il primato naizonale under 23 abbassandolo a 45.12. Nella stessa manifestazione si sono messi in luce altri giovani atleti, come il triplista (di colore) Adams, portatosi a 17.17 (17.21 ventoso) ed il 24enne pesista Sidorov (20.50). Nel salto in alto 2.30 di Eduard Malchenko. Nelle gare femminili il miglior risultato è venuto dalla junior Klishina, già avvezza a pedane importanti nei migliori meetings europei fin dalla scorsa stagione, che ha portato il record nazionale junior a 6.94. Sotto i 51 secondi nei 400 piani la Ustalova (50.67) e la Zadorina (50.98).

Campionato europeo, le altre sedi

A Budapest buoni risultati e netta vittoria per la Repubblica Ceka sulla squadra svedese e sui portoghesi. Tra i risultati, 44.99 nei 400 piani di Jonathan Borlée (45.29 per Gillick), 20.46 dell'irlandese Paul Hession, 13.31 del magiaro Kiss nei 110 ostacoli, e primo scontro stagionale tra Olsson ed Oprea, rientrato da poco dopo una lunga serie di infortuni. Vittoria all'ex-campione olimpico con 17.29 (16.73 per il romeno). Kanter 68.76, nella norma del suo standard. Nelle gare femminili solitario 15:09.31 della turca Abeylegesse, 54.51 della ceka Hejnová sugli ostacoli bassi e 67.63 di Barbora Špotáková nel lancio del giavellotto.

A Belgrado ottimi risultati dalle pedane, a cominciare dall'eccezionale progresso del pesista lettone Maris Urtans, capace di una parabola misurata a 21.63. Ancora: la serba Ivana Španovic a 6.78 nel lungo, 1.94 della Vlasic e 17.18 dello slovacco Dmitrij Valukevic. A Marsa (Malta) 2.22 del cipriota Ioannou nell'alto e 8.16 (troppo vento) per il lunghista danese Jensen.

Cuba export

In Spagna (Bilbao) diverse vittorie firmate Cuba nei concorsi: triplo a Alexis Copello con 17.15, disco donne alla solita Yarelis Barrios col miglior lancio di stagione a 65.84, tris con la Moreno, avviata verso il totale recupero della forma, che si è imposta nel martello con 71.86. Negli ultimi meetings a Cuba Yunior Lastre ha portato il personale nel disco a 64.58, ed il giovane lunghista Oslay Vilches ha saltato 8.11.

Europa

Campionati greci a Patrasso nel segno del ritorno di Tsatoumas, autore di 7.94 nel salto in lungo. Titoli anche all'ostacolista nero Konstadínos Douvalídis in 13.52 e lancio over-70 per la martellista Stilianí Papadopoúlou (70.80). In Francia, allo straordinario 17.98 di Tamgho a New York ha (parzialmente) replicato Benjamin Compaoré, che ad Amiens siè migliorato con 17.21  in assenza di vento.

USA

Esauritasi l'attività universitaria, con i big a scaldare i motori per i campionati nazionali, l'attività aveva in caldendario diverse manifestazioni giovanili. Sempre più veloce la 18enne Octavious Freeman (nonostante il nome si tratta di una ragazza). A Clermont, dove il cronometro segna sempre riscontri particolarmente felici, ha corso con vento regolare in 11.16

Medio Oriente e Giappone

Hadadi lancia lontano: il discobolo iraniano ha lanciato a 68.46 a Teheran. Ancora in evidenza il 19enne del Qatar Mutaz Essa Barshim, un altista che vive in Svezia e di cui abbiamo già parlato in questa rubrica. A Vellinge ha innalzato il record nazionale assoluto a 2.27. Mezzofondo in evidenza a Shibetsu (28:07.80 dell'etiope Nahom Mesfin) e due giorni prima a Fukagawa, con due kenyani sotto i 28 minuti: Micah Njeru primo in 27:57.91, Alex Mwangi secondo in 27:59.59. Pochi giorni prima a Sapporo 15:15.27 della giovane kenyana Felista Wanjugu.

Prove multiple

Due appuntamenti per gli specialisti e specialiste di decathlon e eptathlon. A Ratingen facile uno-due dei cubani Garcia (8288 punti) e Suarez (8243), e vittoria con più difficoltà del previsto per Jennifer Oeser (6427) sulla connazionale Lilli Schwarzkopf (6386). A metà settimana, a Kladno (Repubblica ceka) 8381 punti per l'ucraino Oleksiy Kasyanov sull'altro ucraino
Drozdov (8246) e sorprendente terza piazza del canadese Jamie Adjetey-Nelson (al personale con 8239). Ritirati Sebrle, Clay, Krasnov (i migliori in gara). Nell'eptathlon vittoria a sorpresa della ceka Klucinová (6268, primato nazionale), che ha superato russe, polacche ed ucraine (in gara la Melnychenk).

Marce russe

Senza i migliori, già selezionati per Barcellona, ai campionati nazionali di Cheboksary titoli a Yemelyanov (20 anni) in 1:20:49, al quasi 40enne Yuriy Andronov in 3:56:26 e ad Anisya Kirdyapkina in 1:26:32.

Marco Buccellato




Condividi con
Seguici su: