Inizia il 2017: un anno di atletica

01 Gennaio 2017

Al via la nuova stagione con tanti eventi che, come sempre, spazieranno tra pista, indoor, cross, strada e corsa in montagna. Appuntamento clou i Mondiali di Londra in agosto.


 

di Giorgio Cimbrico

Ticket to ride, un biglietto per cavalcare: un vecchio successo dei Beatles da riesumare per il 2017, l’anno dell’addio di Usain Bolt, in sella sul mondo dal 2008, ma anche di una carica da portare, a zoccoli rombanti, su tutti i terreni per ridare fiato, credibilità, etica, squarci di serenità a un mondo che ha attraversato cicloni e turbini, sotto un tetto di nubi nere.

In questo scenario Londra assume la fisionomia della città simbolo: il 23 aprile la maratona da Greenwich a Buckingham Palace, raduno di massa e appuntamento per un’elite che in questi anni ha disseminato i piani alti di prestazioni importanti e di nomi che appartengono già alla storia della distanza; il 9 luglio gli Anniversary Games, etichetta che ha finito per prendere il sopravvento su vecchie denominazioni, nel ricordo di Giochi che quanto a pubblico dell’atletica corsero fianco a fianco con Sydney 2000, fornendo alla fine cifre da capogiro, per presenze e per incassi; dal 4 al 13 agosto, stesso stadio di Stratford, nel Parco Olimpico intitolato a Elisabetta II, i primi Mondiali su suolo britannico, l’ennesima tappa di una Golden Decade che ha portato nella capitale e in gran parte del territorio, Mondiali di calcio a parte, tutti gli appuntamenti più prestigiosi: la Coppa del Mondo di rugby, con due milioni e mezzo di spettatori, e i Giochi del Commonwealth a Glasgow sono stati i lunghi momenti a più alta intensità.

La marcia sul Mall, il viale alberato che porta dall’Arco dell’Ammiragliato al Buckingham Palace; la maratona con partenza e arrivo al Tower Bridge e un serie di puntate nella Londra storica, le gare nello stadio dell’East End, la caccia ai biglietti sempre più spasmodica; i tutto esaurito già raggiunti per le serate che avranno protagonisti Bolt e Mohamed Farah, alle ultime gare in pista prima di dedicare alla strada l’ultima parte di carriera, con attenzione e ambizione rivolte alla maratona di Tokyo 2020: se Londra è la moderna Roma, questi sono i suoi ennesimi Giochi. E chi li mette in scena sa di non rischiare: su palcoscenici dove un music-hall può tenere anche vent’anni, lo sport riscuote successi e folle strabocchevoli dal tempo di Victoria, regina e imperatrice.

Il 2017 mette a disposizione altri biglietti per cavalcare: chi ha voglia di impugnare un nastro azzurro, può afferrarlo l’8 giugno, sera del Golden Gala all’Olimpico di Roma (inutile sottolineare la dimensione della “classica”), seguirlo di lì a due settimane per quella che i vecchi, noi compresi, continuano a chiamare Coppa Europa che dopo molti anni torna a Villeneuve d’Ascq, moderno sobborgo di Lille, non mollarlo e legarlo stretto alle mura medicee di Grosseto che ospita ancora gli Europei under 20 dopo esser stata tappa nel 2004 di indimenticabili Mondiali. La capitale della Maremma e la polacca Bydgoszcz (che ha voluto gli Europei under 23) continuano in una marca che è anche una missione: accogliere le grandi rassegne giovanili su una linea di confine in cui è difficile distinguere il dovere dal piacere.

Per chi è esperto nella ricerca di voli a buon mercato, indirizzarsi sulla rotta che porta a Nairobi: un Mondiale under 18 nel paese che ha dato alla storia tanti magnifici germogli, può essere un’occasione imperdibile e fonte di racconti da tramandare a figli e nipoti, come capita quando si assiste ad albe portentose.

Per chi, invece, privilegia l’ultima arrivata nella grande famiglia, la destinazione è molto più vicina: l’antica Kamnik, Slovenia centrale, a 30 km da Lubiana, rinnova il suo amore per la corsa in montagna e dopo la rassegna iridata del 2010 si appresta a ricevere gli Europei. Poi, per la prima volta, due Mondiali nell’arco di una settimana: entrambi in Italia, a Premana (Lecco), tra la fine di luglio (salita e discesa) e l’inizio di agosto (lunghe distanze), preceduti nel mese di giugno dall’International Youth Cup a Gagliano del Capo, in Puglia. Chi sta pianificando i viaggi, non dimentichi il tricolore. Di solito, quando in scena vanno i camosci azzurri, le occasioni per sventolarlo non mancano.

2017: GLI APPUNTAMENTI
6 gennaio: Campaccio Cross, IAAF Cross Country Permit Meeting, San Giorgio su Legnano
15 gennaio: Cross della Vallagarina, EA Cross Country Permit Race, Villa Lagarina
22 gennaio: Cinque Mulini, IAAF Cross Country Permit Meeting, San Vittore Olona
3-5 marzo: Campionati Europei indoor, Belgrado (Serbia)
11-12 marzo: Coppa Europa di lanci, Las Palmas (Spagna)
12 marzo: RomaOstia Half Marathon
26 marzo: Campionati Mondiali di corsa campestre, Kampala (Uganda)
2 aprile: Maratona di Roma
2 aprile: Milano Marathon
22-23 aprile: IAAF World Relays, Nassau (Bahamas)
28-29 aprile: Multistars, IAAF World Combined Events Challenge, Firenze
5 maggio: IAAF Diamond League, Doha (Qatar)
13 maggio: IAAF Diamond League, Shanghai (Cina)
21 maggio: Coppa Europa di marcia, Podebrady (Rep. Ceca)
27 maggio: Prefontaine Classic, IAAF Diamond League, Eugene (Stati Uniti)
8 giugno: Golden Gala Pietro Mennea, IAAF Diamond League, Roma
10 giugno: Campionati Mondiali di trail, Badia Prataglia
10 giugno: Coppa Europa 10.000 metri, Minsk (Bielorussia)
15 giugno: Bislett Games, IAAF Diamond League, Oslo (Norvegia)
18 giugno: IAAF Diamond League, Stoccolma (Svezia)
23-25 giugno: Campionati Europei a squadre, Lilla (Francia)
24 giugno: WMRA International Youth Cup, Gagliano del Capo
26-27 giugno: Campionati Mondiali Studenteschi, Nancy (Francia)
1° luglio: IAAF Diamond League, Parigi Saint-Denis (Francia)
1-2 luglio: Campionati Europei a squadre di prove multiple
1-2 luglio: Campionati Mondiali 24 ore, Belfast (Gran Bretagna)
6 luglio: Athletissima, IAAF Diamond League, Losanna (Svizzera)
8 luglio: Campionati Europei di corsa in montagna, Kamnik (Slovenia)
9 luglio: Anniversary Games, IAAF Diamond League, Londra (Gran Bretagna)
12 luglio: Meeting Sport Solidarietà, EA Permit Meeting, Lignano
12-16 luglio: Campionati Mondiali U18, Nairobi (Kenya)
13-16 luglio: Campionati Europei U23, Bygdoszcz (Polonia)
16 luglio: IAAF Diamond League, Rabat (Marocco)
16 luglio: Meeting Città di Padova, EA Classic Meeting, Padova
20-23 luglio: Campionati Europei U20, Grosseto
21 luglio: Herculis, IAAF Diamond League, Montecarlo (Monaco)
24-28 luglio: Festival olimpico della gioventù europea (EYOF), Gyor (Ungheria)
30 luglio: Campionati Mondiali di corsa in montagna, Premana
4-13 agosto: Campionati Mondiali, Londra (Gran Bretagna)
6 agosto: Campionati Mondiali di lunghe distanze di corsa in montagna, Premana
20 agosto: IAAF Diamond League, Birmingham (Gran Bretagna)
23-28 agosto: Universiade, Taipei
24 agosto: Weltklasse Zurich, IAAF Diamond League, Zurigo (Svizzera)
29 agosto: Palio Città della Quercia, EA Premium Meeting, Rovereto
1° settembre: Memorial Van Damme, IAAF Diamond League, Bruxelles (Belgio)
3 settembre: Rieti Meeting, IAAF World Challenge
22 ottobre: Venicemarathon, Venezia
10 dicembre: Campionati Europei di corsa campestre, Samorin (Slovacchia)

IL CALENDARIO 2017

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: