Indoor: sabato e domenica all'Oval di Torino gli Assoluti




 

Torino (TO) 18 febbraio. Fine settimana spettacolare all’Oval per gli Italiani Assoluti Indoor, due gli obiettivi dei migliori atleti italiani, il titolo tricolore e l’ammissione agli Europei dal 6 all’8 marzo sempre a Torino.

Molti piemontesi tra i protagonisti, a cominciare da Fabio Cerutti, oggi il più forte velocista azzurro col 6”58 stabilito a Karlsruhe  domenica scorsa, sulla sua strada, ben decisi a batterlo, Simone Collio e Emanuele Di Gregorio con 6”60. In gara anche i cuneesi Koura Kaba Fantoni, con la nuova maglia dello Sport Club Catania, e Stefano Dacastello, Aeronautica,  i torinesi Paolo Pistono, Atletica  Riccardi  e Davide Manenti, Aeronuatica, che sarà presente anche nei 400 con Fabio Squillace, Stefano Fornara  e Fabrizio De Leo del Cus Torino ed Andrea Gallina, Cento Torri Pavia; in questa gara tre pretendenti al titolo Matteo Galvan e Claudio Ricciardello delle Fiamme Gialle e Domenico Fontana di Bassano.

Possibilità di podio nei 60 hs per Paolo Dal Molin, neo campione Promesse, in lotta coi finanzieri Andrea Alterio e Stefano Tedesco; con lui i compagni dell’Atletica Alessandria Luca Zecchin e Roberto Abrate. Molto incerti gli 800 con Lukas Rifeser  dell’Esercito opposto ai finanzieri Giordano Benedetti e Maurizio Angius e  al carabiniere Maurizio Bobbato. Un favorito sui 1500 e 3000,  il carabiniere Christian Obrist; nei 1500 i più temibili avversari sono Marco Najibe Salami dell’Esercito e Christian Neunhauserer della Forestale, mentre nei 3000 dovrà guardarsi dal finanziere Yuri Florian e da Daniele Meucci dell’Esercito, senza trascurare il torinese della Pro Patria Luca Leone, presente anche nei 1500.

Nella marcia da seguire il beneventano Gian Piero Palumbo, Alessandro Gandellini delle Fiamme Oro e Ivano Brugnetti delle Fiamme Gialle; in gara anche Federico Tontodonati del Cus Torino.

Nel salto in lungo lotta serrata tra il finanziere Fabrizio Donato e l’aviere Stefano Tremigliozzi, ma vicino al podio troviamo anche Kevin Ojiaku della Canavesana, neo campione Promesse, e Federico Chiusano del Mizuno Piemonte. Nell’alto tre pretendenti per il titolo, i carabinieri Alessandro Talotti e Nicola Ciotti e Filippo Campioli dell’Esercito; in gara anche Marco Fassinotti del Mizuno.

Coppia di favoriti nell’asta Matteo Rubbiani dell’Aeronautica e il carabiniere Giorgio Piantella, mentre nel triplo se la vedranno il carabiniere Fabrizio Schembri e il finanziere Fabrizio Donato. Nel peso ancora una volta l’intramontabile carabiniere Paolo Dal Soglio contro il finanziere Paolo Capponi e Marco Dodoni della Forestale. Presente nelle staffette la formazione  del Cus Torino.

Nel panorama femminile in primo piano la marcia col bronzo di Pechino, la cuneese delle Fiamme Gialle Elisa Rigaudo super favorita; da segnalare anche la presenza di Francesca Grange della Canavesana, della biellese della Forestale Elisabetta Perrone e  della cuneese dell’Asi Veneto Elodie Crespo. Occhi puntati anche sul mezzofondo con la neoprimatista italiana degli 800 Elisa Cusma Piccione netta favorita, sue avversarie la genovese Antonella Riva, Lorenza Canali e Daniela Reina delle Fiamme Azzurre, ma anche Cristina Grange della Canavesana, Valentina Costanza dell’Esercito e Ombretta Bongiovanni del Runner Team, queste due anche nei 1500,  con maggiori prospettive, sempre contro Cusma Piccione e Chiara Nichetti dell’Italgest e Agnes Tscurtschenthaler della Forestale.

Nei 3000 da seguire Elena Romagnolo opposta a Silvia Weissteiner  della Forestale  e Ilaria Di Santo; presente anche Gloria Barale del Cus Torino.  Nei 400 lotta a tre tra Daniela Reina, Marta Milani dell’Esercito e Maria Enrica Spacca della Forestale. Nei 60 testa a testa tra Anita Pistone e Vincenza Calì dell’Esercito, Martina Giovannetti della Forestale e Maria Aurora Salvagno  dell’Aeronautica; in gara anche Martina Amidei e Chiara Mancino del Cus Torino.

Nei 60 hs quattro atlete in evidenza, Giulia Pennella della Fondiaria Sai, la finanziera Veronica Borsi, Sara Balduchelli dell’Italgest e Marta Tomassetti dell’Esercito. Personaggi di spicco nell’alto, Antonietta Di Martino e nel triplo, Magdelin Martinez. Nell’alto presente la tortonese dell’Atletica Brescia Tatiana Vitaliano, nel triplo molto attesa la neocampionessa Promesse Eleonora D’ Elicio delle Fiamme Azzurre, ma in buona posizione per il podio anche le intramontabili Maria Costanza Moroni del Fanfulla e Barbara Lah dell’Italgest. Speranze di podio anche nel salto in lungo con la torinese Valeria Canella delle Fiamme Azzurre  opposta a Serena Amato  della Pro Patria e Tania Vicenzino dell’Esercito, in gara anche Chiara Mancino del Cus. Una torinese anche nell’asta Sarah Semeraro del Cus Torino, per il podio dovrà vedersela con Anna Giordano Bruno delle Fiamme Oro, Elena Scarpellini dell’Aeronautica e Sara Bruzzese dell’Esercito.

Nel peso infine la  favorita Assunta Legnante dell’Italgest dovrà guardarsi dalla coriacea Chiara Rosa delle Fiamme Azzurre, ma sul podio potrebbe salire anche la poliziotta  Mara Rosolen, classe 1965.

(Fonte: Fidal Piemonte - Sebastiano Scuderi) 



Condividi con
Seguici su: