Indoor: giovani record sul rettilineo

12 Gennaio 2019

Tre migliori prestazioni italiane under 18 su distanze spurie: Iapichino (7.31) e Tecchi (6.91) a Firenze nei 50hs, con 7.28 per la promessa Mosetti, e Ferrari 6.68 sui 50 a Parma


 

Subito in forma i giovani dell’atletica italiana, nel secondo weekend dell’anno. A Firenze la 16enne Larissa Iapichino firma la migliore prestazione nazionale under 18 sui 50 ostacoli con 7.31. La doppia figlia d’arte di Gianni, ex recordman tricolore dell’asta, e di Fiona May, due ori mondiali e due argenti olimpici nel lungo, supera il crono di riferimento per la categoria con le barriere assolute da 84 centimetri: 7.52 realizzato nel 1985 da Ilaria Ceccarelli, che adesso la segue dal punto di vista tecnico insieme a Gianni Cecconi. Nella scorsa stagione si era già messa in luce sulla pedana del lungo con 6,36 indoor (primato italiano under 20 in sala) e 6,38 all’aperto. Oggi in batteria la portacolori dell’Atletica Firenze Marathon ha preceduto Nicla Mosetti (Bracco Atletica), seconda in 7.33. Poi la 21enne triestina, che da questa stagione si è trasferita proprio a Firenze, ha conquistato la finale con il nuovo limite nazionale under 23 di 7.28 davanti al 7.36 dell’allieva toscana, compagna di allenamento. Sulla stessa distanza, spuria e poco frequentata, al maschile 6.99 nel turno eliminatorio e 6.91 in finale di Simone Tecchi (Alga Etruscatletica) per battere la MPI under 18 di Riccardo Meli che aveva corso in 7.06 nella scorsa stagione a Palermo. Notevole quindi il 5.91 dello junior Samuele Ceccarelli (Atl. Alta Toscana) sui 50 metri piani, a due centesimi dalla MPI under 20. [RISULTATI/Results]

VIDEO | LARISSA IAPICHINO 7.31 NEI 50HS INDOOR A FIRENZE

PARMA - Applausi sul rettilineo di Parma nei 50 metri a Sandra Milena Ferrari (La Fratellanza 1874 Modena). La reggiana, sedici anni appena compiuti, corre due volte in 6.68: lo stesso tempo nella batteria e in finale, per togliere un centesimo al limite nazionale under 18 stabilito da Daniela Molteni con 6.69 a Locarno, il 6 febbraio 1993. Il crono più rapido è invece della ventenne compagna di club Laura Fattori con 6.58 in batteria e 6.59 in finale. Nella gara maschile 5.87 vincente di Alex Zlatan (La Fratellanza 1874 Modena), vicino alla sua MPI under 23 di 5.85. Sui 60 ostacoli Federico Piazzalunga (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) si porta a 7.92 per diventare il settimo under 20 italiano di sempre. (ha collaborato Stefano Ruggeri) [RISULTATI/Results]

VIDEO | PARMA: 50 METRI INDOOR FEMMINILI

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: