Indoor: Folorunso cresce nei 200

20 Febbraio 2016

A Padova 23.86 per l’atleta delle Fiamme Oro, quinta U23 di sempre. Bianchetti 19,24 e Rosa 17,90 nel peso. La Mantia 13,46 nel debutto di Ancona. Sui 60 metri 7.43 di Audrey Alloh a Formia, nell’asta Cargnelli 4,25 a Saronno.


 

Pomeriggio ricco di ottimi risultati al Palaindoor di Padova. Iniziano i marciatori, con il tricolore 2015 Leonardo Dei Tos (Athletic Club 96 Ae) che al debutto stagionale si impone nei 5000 metri in 19:23.07, sua seconda prestazione di sempre, e con Nicole Colombi (Atl. Brescia 1950) che prevale nella bella sfida con Sibilla Di Vincenzo (Bracco Atletica) nei 3000 metri, 13:17.39 contro 13:20.33. Poi salgono in cattedra i pesisti: alla seconda gara dell’anno, la padovana Chiara Rosa (Fiamme Azzurre) avvicina la barriera dei 18 metri lanciando a 17,90, una quarantina di centimetri in più rispetto al debutto stagionale di due settimane fa. Sebastiano Bianchetti (Atl. Studentesca CaRiRi) vince il duello con Daniele Secci: 19,24 per lui che avvicina la sua fresca miglior prestazione italiana di categoria (19,40 il 6 febbraio ad Ancona) e 19,06 per il finanziere. Eccellente la serie di Bianchetti: 18,88-18,79-19,24-19,04-N-18,87. In chiusura Ayomide Folorunso (Fiamme Oro) domina i 200 metri in 23.86, primato personale indoor e quinta prestazione italiana di tutti i tempi a livello under 23. Alle sue spalle, Martina Amidei (Aeronautica, 24.31) e Chiara Bazzoni (Esercito, 24.68). Mentre in campo maschile il più veloce è Simone Tanzilli (Atl. Riccardi Milano 1946) con 21.75. [RISULTATI/Results]

ESORDIO LA MANTIA AD ANCONA - Al Palaindoor di Ancona, debutto stagionale nel triplo di Simona La Mantia. Per la campionessa europea in sala del 2011 il miglior salto è di 13,46 al primo ingresso in pedana, che non riesce a incrementare nei successivi hop-step-jump. Questa la serie completa: 13.46-13,39-13,30-N-13,25-N.

La 32enne palermitana delle Fiamme Gialle - che ha un personale al coperto di 14,60 - dallo scorso anno sta cercando di mettere a punto una nuova rincorsa. Sui 60 femminili, continuano i progressi di Anna Bongiorni. La 22enne toscana della Forestale toglie altri quattro centesimi al recente personal best con 7.45 in finale, ma alle sue spalle si fa notare anche Nicolina Altimari (Atl. Studentesca CaRiRi) in 7.51. Nella batteria, il crono leader era stato invece di Giulia Latini (Forestale) con il personale di 7.50 davanti al 7.51 della Bongiorni. Tra gli uomini, Federico Ragunì (Cus Palermo) si migliora di due centesimi con 6.74, dopo aver corso la batteria in 6.76. Secondo posto del romano Francesco Basciani (Fiamme Gialle) in 6.82, ma nel turno di qualificazione aveva fatto meglio con 6.79. Sulla pedana del peso la riminese Julaika Nicoletti (Forestale) si impone con 16,28. La sfida del lungo va al siciliano Antonino Trio (Cus Palermo) che atterra a 7,49 e precede di un soffio Antonmarco Musso (Atl. Oristano), secondo con 7,48. Sui 400 metri prima gara dell’anno per il piemontese Michele Tricca (Fiamme Gialle) in 48.36. [RISULTATI/Results]

FORMIA: ALLOH 7.43 - Sul rettilineo coperto di Formia (LT) scende in pista Audrey Alloh per il suo esordio agonistico nel 2016. La sprinter delle Fiamme Azzurre corre 7.43 nella finale dei 60 metri, preceduto dal 7.48 in batteria. Nella scorsa stagione ha vinto il suo quarto titolo italiano consecutivo sulla distanza, per poi consolidare il terzo posto delle liste nazionali di sempre con 7.24 nella semifinale europea di Praga. Al maschile 6.92 per il tricolore assoluto dell’eptathlon Vincenzo Vigliotti (Atl.

Studentesca CaRiRi), mentre il compagno di club Luca Trgovcevic eguaglia il personale nei 60 ostacoli con 7.98. [RISULTATI/Results]

SARONNO, ASTA: CARGNELLI 4,25 - Al PalaDozio di Saronno (VA), record personale dell’astista friulana Giulia Cargnelli (Forestale) che supera 4,25 alla prima prova e sale così al settimo posto nelle graduatorie italiane alltime della specialità al coperto. Sui 60 ostacoli, nella prima giornata dei campionati lombardi open, Micol Cattaneo (Carabinieri) toglie quattro centesimi al record stagionale con 8.27 e in una diversa finale Sara Balduchelli (Bracco Atletica) coglie il personal best di 8.41. Nella gara maschile Carlo Giuseppe Redaelli (Atl. Riccardi Milano 1946) prevale con 8.00. [RISULTATI/Results]

MODENA SPRINT - Si corre veloce nell’impianto indoor di Modena, in occasione dei campionati regionali open. Sui 60 maschili il tricolore promesse Simone Pettenati (La Fratellanza 1874 Modena) firma due volte il crono di 6.70 per migliorare il personale come Lorenzo Bilotti (Atl. Imola Sacmi Avis), secondo in 6.72. Tra le donne sfreccia per prima l’allieva Zaynab Dosso (Calcestruzzi Corradini Excelsior Rubiera) con 7.47 davanti a Irene Siragusa (Esercito), 7.51 ma capolista in batteria con 7.48. Nei 60 ostacoli 8.41 per Giulia Tessaro (Fiamme Oro) e 8.07 di Stefano Tedesco (Fiamme Gialle). [RISULTATI/Results]

l.c.

(hanno collaborato Mauro Ferraro, Alberto Milardi, Simone Proietti, Cesare Rizzi, Stefano Ruggeri)

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it


Audrey Alloh (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: