Indoor Cadetti: brillano Veneto e Lombardia

09 Marzo 2015

L'8 marzo ad Ancona la rappresentativa veneta si aggiudica il Trofeo "Ai confini delle Marche", mentre il team lombardo conquista il quadrangolare di Bergamo.


 

ANCONA - Domenica 8 marzo, una bella giornata di sport giovane al Banca Marche Palas di Ancona, con tanti atleti under 16 a difendere i colori di ben 14 diverse rappresentative. In palio la quinta edizione del Trofeo “Ai confini delle Marche”, vinto per il secondo anno consecutivo dalla squadra del Veneto, davanti a Emilia-Romagna, Lazio, Friuli-Venezia Giulia, Puglia e Marche. Sul piano individuale, spiccano tre risultati che si collano ai vertici delle liste italiane indoor alltime di categoria: la marchigiana Elisabetta Vandi (Atl. Avis Fano-Pesaro) è rapidissima sui 200 metri e corre in 25.09, per abbassare di otto centesimi il crono da lei stabilito il 1° febbraio sull’anello dell’impianto dorico. Pochi minuti più tardi, il veneto Abel Campeol (Atl. Ponzano G.R. Autotrasporti) ferma il cronometro su 1:24.51 nei 600 metri.

Un netto progresso del trevigiano di origine etiope, che esattamente un mese fa (l’8 febbraio a Padova) aveva corso in 1:25.77.

E poi, in chiusura, la staffetta 4x200 metri cadetti del Lazio (Paolo Morseletto, Andrea Campisano, Damiano Sanità, Marco Ricci) fa arrivare il testimone al traguardo in 1:36.91, migliorando il 1:37.43 centrato nel 2013 dal quartetto della stessa regione. Notevoli anche il 3,40 di Maria Roberta Gherca (Atl. Roma Sud) nell’asta e la gara dei 60 ostacoli vinta da Lorenzo Paissan (Atl. Trento) in 8.21, che diventano secondi nelle liste italiane all-time under 16 al coperto. [RISULTATI/Results]

BERGAMO - La rappresentativa Cadetti della Lombardia ha vinto domenica 8 marzo il quadrangolare indoor di categoria ospitato dal palazzetto di Via Monte Gleno a Bergamo superando nell’ordine i pari età di Piemonte, Valle d’Aosta e Canton Ticino. Tra i risultati di maggiore spessore tecnico per i lombardi il 6,63 di David Zobbio (Atl.

Concesio 2009) nel lungo maschile (PB migliorato di 5 centimetri e quarta prestazione italiana all-time Cadetti indoor a 11 centimetri dal limite di Lorenzo Dallavalle) e il 7.82 di Adanis Cuesta (Rigoletto) nella prima manche dei 60 piani femminili. Cuesta, che vanta un PB da 7.80, ha chiuso poi al secondo posto la seconda manche dietro alla compagna di rappresentativa Eleonora Alberti (NA Varese), autrice di 7.89, ma ha comunque vinto la gara (la classifica finale era stilata sommando i risultati delle due manche).

A livello tecnico eccelle anche il crono della piemontese Rebecca Menchini nei 60 ostacoli delle prove multiple: l’8.98 della figlia d’arte dell’Atletica Stronese è rimasto il miglior tempo anche al cospetto dei riscontri delle specialiste. Proprio le sfide nei 60 ostacoli si sono rivelate particolarmente emozionanti: Valeria Paccagnella (Estrada) è stata battuta nella prima manche dalla valdostana Charlotte Siani ma ha vinto in 9.10 la seconda volata imponendosi poi per somma di tempi; Fabio Izzo (Atl. Pianura Bergamasca), sconfitto nettamente dal piemontese Alessandro Mortara nella prima manche, si è preso il lusso di battere il vincitore finale nella seconda.

LE LISTE ITALIANE ALLTIME INDOOR (a cura di Raul Leoni, aggiornate al 2 marzo 2015)CADETTICADETTE

(hanno collaborato Luca Cassai/CR FIDAL Marche e Cesare Rizzi/CR FIDAL Lombardia)



Condividi con
Seguici su: