In un libro tutta l'epopea di Filiput




 
A cinquant’anni esatti di distanza dalla sua ultima corsa, esce in questi giorni nelle librerie”Oltre ogni ostacolo”, seconda opera letteraria di Massimiliano Oleotto (editrice Selekta) che riassume la storia di Armando Filiput, grande interprete dei 400 ostacoli, vincitore nel 1950 del titolo europeo e detentore del record del mondo sui 4040 yards a ostacoli. La vita di Armando Filiput, nato a Monfalcone nel 1923 e scomparso nel 1982 è ricca di aneddoti frutto di una personalità complessa e multiforme, che portò Filiput a competere nel calcio e nel basket prima che nell’atletica ma che lo vide emergere anche come musicista e istruttore, cinesiologo e inventore. Ma è chiaro che è nell’atletica che Filiput ha ottenuto maggiore popolarità (ai suoi empi non era di molto inferiore a Coppi e Bartali) conquistando in 15 anni 19 titoli italiani, 8 primati e 22 maglie azzurre che ne fanno una gloria dello sport friulano. La prefazione è a cura di Ottavio Missoni, il grande stilista suo fiero avversario nell’immediato Dopoguerra. Nella foto: Armando Filiput in azione (archivio Fial)


Condividi con
Seguici su: