In Veneto già in evidenza Zanon e la Rosa




 
Tra cross e indoor, il Veneto è tra le regioni che fra le prime si è messa in moto proponendo risultati di spessore. Nella prima prova del trofeo “Carla Sport”, tradizionale rassegna per pesisti ospitata dal centro tecnico federale di Schio (Vi), si sono messi in luce due talenti emergenti della specialità. La padovana Chiara Rosa ha lanciato a 17,13, arrivando a 18 centimetri dal primato italiano Promesse da lei stessa detenuto. Il pordenonese Maicol Spallanzani, al debutto nella categoria juniores, ha invece realizzato un ottimo 18,19, che lo avvicina al record italiano di categoria appartenente da ben 26 anni a Marco Giacomini (18,73). Bene anche, fra i Seniores, Marco Dodoni, che ha scagliato l’attrezzo a 18,87. Nel cross si rivede Simone Zanon. Il portacolori delle Fiamme Oro si è aggiudicato a Settimo di Pescantina la prima prova del Campionato Regionale di cross, mostrando una buona condizione fisica che rinfocola le sue ambizioni di una maglia azzurra per i prossimi Mondiali di corsa campestre. Nel cross corto vittoria del marocchino Boudalia (Biotekna Marcon), mentre fra le donne si sono messe in evidenza altre due vecchie conoscenze del settore, Silvia Sommaggio (Asi), prima nel lungo, e Rosanna Martin (FF.OO.) che vincendo il corto ha evidenziato come la sua ripresa dopo i recenti guai fisici sia a buon punto. Nella foto: Simone Zanon (archivio Fidal)


Condividi con
Seguici su: