Il keniano Kanda domina la Maratonina del Mare

20 Maggio 2018

A Pescara, gara di mezza maratona con arrivo allo stadio Adriatico Cornacchia, duemila i partecipanti. Adugna il primo degli abruzzesi, quinto 


 

La 5^ Maratonina del Mare (Km 21,097), che si è svolta domenica 20 maggio a Pescara con partenza da via Pepe, davanti allo stadio Adriatico Cornacchia, e arrivo sulla pista di atletica dello stesso impianto, è indiscutibilmente uno dei principali eventi della stagione podistica abruzzese, valevole per il calendario Corrimaster. La società Runners Pescara ha assicurato un’organizzazione risultata impeccabile. Rilevanza alla quale i numeri hanno dato pienamente ragione, facendo confluire a Pescara circa duemila podisti, dei quali 1.480 iscritti alla mezza maratona e i restanti inseriti nella classifica della 10 Km. Altro dato di rilievo è che la gara si è disputata su un percorso e una distanza  omologati dalla federazione di atletica leggera, che ha attirato molti partecipanti anche da fuori Abruzzo con l’obiettivo di conseguire un riscontro cronometrico riconosciuto ufficialmente nel curriculum personale. In questa edizione il percorso è stato modificato a causa dei lavori lungo la riviera, motivo per il quale la gara è stata in parte deviata lungo Corso Vittorio Emanuele II, la strada principale della città.  

Il livello tecnico è stato all’altezza della portata degli iscritti, accresciuto dalla presenza di una qualificata pattuglia di atleti africani, uomini e donne, che hanno dominato la scena. Ha vinto il 38enne Jonathan Kosgei Kanda (Atletica Castello Firenze), già vincitore della Maratonina Pretuziana del 1° maggio scorso, che ha stracciato il record della corsa con il tempo di 1h 06’31”. Da ricordare che vanta negli ultimi due anni di carriera primati personali dell’ordine di 28’33”47 sui 10.000 metri e 1h 03’56” nella mezza maratona. Ha saputo inserirsi al secondo posto, al termine di un’ottima prova nella quale anche lui ha battuto il record della corsa, il 28enne Dario Santoro (Caivano Runners Napoli), pugliese di Manfredonia campione italiano di maratona nel 2015 con un primato personale di 2h 21’20” risalente al 2016. Ha chiuso in 1h 07’12”, seguito al terzo posto da un altro keniano, Dennis Bosire Kiyaka (Atletica Sandro Calvesi Aosta) 1h 07’56”, quarto il marocchino Hicham Boufars (ASD International Security Napoli), primato personale di 1h 03’37” nel 2018, che ha impiegato in questa gara 1h 08’27”; quinto il primo degli abruzzesi, Binyiam Senibeta Adugna (Runners Avezzano) 1h 09’54”.

Anche la gara femminile si è rivelata di alto profilo tecnico e agonistico con totale proscenio keniano. La prima a tagliare il traguardo è stata la 24enne Vivian Kemboi (Atletica Saluzzo Cuneo), quindicesima assoluta nell’ordine d’arrivo generale in 1h 17’04”, seguita al sedicesimo posto dalla connazionale Emmy Chepkirui 1h 17’49”, terza Ivyne Jeruto Lagat (Athletic Terni), 24^ assoluta in 1h 19’59”, quarta la prima delle italiane, la marchigiana Marcella Mancini (Marà Avis Marathon), 37^ in 1h 22’52”, quinta l’italo venezuelana Maria Bianchi Espinoza (Lazio Atletica Leggera), vincitrice della maratona D’Annunziana 2016, in 1h 23’30”. Per trovare la prima abruzzese al traguardo occorre risalire al decimo posto, nel quale si è piazzata la 48enne Lorella Buzzelli (Mennea Atletica Chieti) 1h 32’00”.


Kosgei Kanda


Condividi con
Seguici su: