Il cross assoluto C.d.S. a Forli'




 

Prima gara di cross in regione per il 2014 e come tradizione è la prima prova del C.d.S. Assoluto, quest’anno in programma a Forlì, con l’organizzazione della Edera Forlì.

L’abolizione del cross corto come prova valida per i C.d.S., pur se disputata fuori classifica alla fine delle altre prove ma con ovviamente poche presenze, ha portato un numero minore di atleti sui prati del parco Otello Buscherini di Forlì rispetto agli anni precedenti. Alla fine il totale dei classificati sarà di 248 oltre a 15 atleti che hanno gareggiato nel cross corto extra C.d.S., un dato che è il minimo storico di presenze in una prova dei C.d.S. dal 2004, anno dal quale disponiamo di queste statistiche.

Le gare sono iniziate con la prova juniores femminile sulla distanza di 6 km nella quale si è rivista a buon livello Christine Santi (Mollificio Modenese), protagonista delle gare C.d.S. con 11 vittorie consecutive dal 2007 al 2011 nelle categorie ragazze, cadette e allieve, ma assente in queste gare negli ultimi 2 anni. All’ultimo anno junior mette il timbro della vittoria anche in questa categoria, vincendo nettamente con quasi un minuto di vantaggio su Claudia Sgarbanti (Atl. Estense), seguita a sua volta a distanza da Caterina Moroni (Libertas Rimini).

Seconda gara in programma quella allievi sui 5 km: favorito d’obbligo era Simone Bernardi (Atl. Imola Sacmi Avis) che in effetti ha preso subito il comando della gara. Ma a metà gara una sua crisi inaspettata aveva fatto pensare a un risultato a sorpresa, con Andrea Uccellari (Fratellanza 1874 Modena) che lo aveva rimontato e presa la testa della gara, ma proprio nel finale la reazione di Bernardi è stata dirompente e nel rettilineo finale ha superato il modenese, comunque molto brillante. Al 3° posto Cosimo Tagliaferri (Atl. 85 Faenza), primo fra gli atleti passati di categoria nel 2014.

E’ il turno poi delle allieve che hanno corso per 4 km. Anche in questa gara finale emozionante, con 3 atlete che si presentano sul rettilineo finale a poca distanza: prevale, con un bellisimo sprint in rimonta Monica Venturelli (Rcm Casinalbo), che precede Carolaine Magliani (Corradini Rubiera) e Cecilia D’Aniello (Libertas Rimini).

La gara successiva è quella più lunga e vede impegnati gli atleti delle categorie seniores e promesse sui 10 km. Prendono la testa fin dall’inizio Davide Uccellari (Fratellanza) e Mohamed Hajjy (Atl. Castenaso Celtic Druid) che prendono una manciata di secondi di vantaggio su Gianluca Borghesi (Atl. Imola Sacmi Imola), destinata a crescere nel corso dei 5 giri previsti. Nell’ultimo giro Uccellari ha la meglio sul marocchino di Castenaso, mentre Borghesi mantiene un margine di vantaggio su Rudy Magagnoli (Atl. Reggio) e Luca Facchinetti (Atl. 85 Faenza), che è forse la rivelazione in questa gara. Sono 95 gli atleti che portano a termine i 10 km, superiori ai 50/70 soliti che erano presenti nel crosso lungo degli scorsi anni, ma nel dato complessivo degli assoluti, mancano ovviamente i 100 e oltre classificati che erano quasi sempre al via nel cross corto.

La penultima gara in programma, ultima per quanto riguarda i C.d.S., è quella del cross seniores promesse femminili insieme agli junior uomini, che sono impegnati sulla distanza di 8 km. Sono gli junior maschili naturalmente che occupano le posizioni di testa fin dal primo dei 4 giri in programma: sul traguardo finale è una tripletta della Fratellanza con Alessandro Giacobazzi, Simone Colombini e Omar Stefani, 3 atleti al primo anno fra gli juniores che proveranno a marzo a difendere il titolo nazionale societario vinto l’anno scorso fra gli allievi. I 3 pavullesi arrivano abbastanza distanziati uno dall’altro e precedono, sempre con buon divario, Vadym Shtypula (Atl. Imola Sacmi Avis) e il campione nazionale allievi dei 1000 indoor e 800 outdoor Yassin Bouih (Atl. Reggio).

Nella gara femminile è quasi una sfida generazionale: le atlete oltre i 35 anni occupano spesso, non solo nella nostra regione, le prime posizioni del mezzofondo. Oggi c’erano praticamente tutte le migliori della regione con Ivana Iozzia (41 anni), Gloria Marconi (46), Isabella Morlini (43), Daniela Paterlini (41), sfidate dalla prorompente forza giovanile di Giulia Mattioli (Rcm Casinalbo) al primo anno nella categoria promesse e reduce a dicembre dalla partecipazione agli Europei di Cross fra le juniores. E’ proprio Giulia che alla fine prevale con 19 secondi di vantaggio su Ivana Iozzia e 34 su Gloria Marconi, entrambe Corradini Rubiera, come pure la quarta classificata, Martina Facciani (29 anni); 5° posto per Isabella Morlini, con la nuova maglia dell’Atl. Reggio.

Dopo le gare valide per i C.d.S., si è disputata anche la gara sui 4 km che ha avuto un numero abbastanza modesto di partecipanti, con successi negli uomini per Giovanni Luca Andreella (Running Club Comacchio) e Celeste Ferrini (Edera Forlì).

Il cross di Forlì era la prima prova del C.d.S. Assoluto e quindi molto importanti erano le classifiche per ogni categoria che stabiliranno, dopo la seconda prova in programma a Formigine il 2 febbraio, le società vincitrici del titolo regionale e le ammesse ai C.d.S. Nazionali di cross in programma a Nove (Vicenza) in marzo. Negli uomini è un dominio della Fratellanza 1874 Modena, che si pone al comando in tutte le categorie: negli juniores con i primi 3 posti conquistati dai suoi atleti, non c’è molto spazio per le altre formazioni, dove l’Atl. Imola Sacmi Avis è al 2° posto e l’Atl. Ravenna al 3°; ancora aperta la classifica allievi con la Fratellanza che ha un vantaggio di 6 punti sulla Virtus Emilsider Bologna, con l’Atl. Imola al 3° posto. Nei seniores/promesse ancora la Fratellanza in testa, con 10 punti di margine sulla Edera Forlì, seguita dalla Atl. Castenaso Celtic Druid. Nella combinata uomini, classifica denominata Trofeo Regionale di Cross, in testa è naturalmente la Fratellanza, unica formazione, insieme all’Atl. Imola, ad essere classificata nelle 3 categorie.

Nelle donne fra le allieve è al comando l’Atl. Estense, con 14 punti di vantaggio sulla Corradini Rubiera e 15 sull’Atl. Piacenza. Nelle juniores 1° posto per il Mollificio Modenese, davanti a Self Montanari Gruzza e Atl. Estense. Nelle seniores/promesse la Corradini Rubiera ha ampio margine sulle altre compagini, con Atl. Reggio al 2° posto e Mollificio Modenese al 3°. Nel Trofeo Regionale di Cross 3 formazioni hanno avuto punteggio nelle 3 categorie: l'Atl. Estense è al comando con 1 punto di vantaggio sul Mollificio Modenese, poi a 6 punti segue Self Montanari Gruzza.

Giorgio Rizzoli



Condividi con
Seguici su: